Rai 1

Da Wikipédia, a enciclopédia livre.
Ir para a navegação Ir para a pesquisa
Rai 1
Logotipo do emissor
Estado Itália Itália
Língua italiano
Cara generalista
Alvo tudo
Versões Rai 1 576i ( SDTV )
(data de lançamento: 3 de janeiro de 1954 [1] )
Rai 1 HD 1080i ( HDTV )
(data de lançamento: 25 de janeiro de 2013)
Nomes anteriores Programa Nacional (1954-1975)
Rede 1 / TV1 (1975-1983)
Rai Uno (1983-2010)
Compartilhado 18,77% (junho de 2021 [2] )
editor Rai
Diretor Stefano Coletta (desde 2020 )
Local rai.it/rai1
Difusão
Terrestre
Rai
RAI Mux 1
Rai 1 ( Itália )
DVB-T - FTA
Canal 1 SD

RAI Mux 3
Rai 1 HD ( Itália )
DVB-T - FTA
Canal 501 HD
Satélite
Céu da Itália
Hot Bird 13D
13,0 ° Leste
Rai 1 ( DVB-S - FTA [3] )
10992,00 V - 27500 - 2/3
Canal 101 SD
Tivùsat
Hot Bird 13D
13,0 ° Leste
Rai 1 ( DVB-S - FTA / FTV )
10992,00 V - 27500 - 2/3
Canal 1 LCN padrão
Canal 101 EasyHD

Hot Bird 13C
13,0 ° Leste
Rai 1 HD ( DVB-S2 - FTV )
11766,00 V - 29900 - 3/4
Canal 1 EasyHD
Canal 101 LCN Padrão
Fotelka
Belintersat 1
51,5 ° Leste
Rai 1 ( DVB-S2 - FTA )
11290,00 H - 44990 - 8/9
SD
M7 Deutschland
Eutelsat 9B
9,0 ° Leste
Rai 1 ( DVB-S2 - PAY )
12322,00 H - 27500 - 2/3
SD
Digiturk
Eutelsat 7C
7.0 Leste
Rai 1 ( DVB-S2 - PAY )
11596,00 H - 30.000 - 5/6
SD
Rai
Eutelsat 5 West B
5.0 ° Oeste
Rai 1 ( DVB-S2 - FTA )
11.637,00 V - 30000 - 3/5
SD

Eutelsat 5 West B
5.0 ° Oeste
Rai 1 HD ( DVB-S2 - FTA )
11 179,00 V - 30000 - 3/5
HD
Cabo
Naxoo
( Suíça )
Rai 1
canal 212
Transmissão
Rai Rai 1 RaiPlay

Rai 1 é o primeiro canal de televisão da Rai , a empresa pública italiana concessionária exclusiva do serviço público italiano de rádio e televisão.

É o primeiro canal italiano de sempre em termos de classificações e apresenta-se com uma programação generalista para famílias.

História

Anos cinquenta

O Programa Nacional foi o primeiro canal de televisão a receber na Itália e dirigido por Giuseppe Matteucci; as transmissões regulares começaram às 11:00 no domingo, 3 de janeiro de 1954 [4] , embora as transmissões experimentais tivessem sido transmitidas quase diariamente desde setembro de 1952 . Até 1961, o canal não tinha nome oficial (era identificado diretamente com o nome da empresa Rai-TV ). Com o advento do Segundo programa, o canal ganhou o nome de Programa Nacional.

A abrir as emissões esteve a locutora Fulvia Colombo , que anunciou o início oficial das emissões de Chegadas e Partidas , conduzidas por Mike Bongiorno . Outras personalidades de destaque da televisão primitiva foram Corrado , Enzo Tortora , Mario Riva , Delia Scala , Walter Chiari , o casal Abbe Lane e Xavier Cugat , Raimondo Vianello , Sandra Mondaini e Ugo Tognazzi e o frade capuchinho Padre Mariano , maestro da coluna religiosa O correspondência do Padre Mariano .

A história dos primeiros anos de vida da televisão italiana coincide com a da reconstrução: a televisão foi certamente uma das principais ferramentas do renascimento do pós-guerra que teria levado ao boom econômico e se mostrado muito útil para unificar linguisticamente um. país ainda dividido nesse sentido, não só de região para região, mas também de cidade para cidade.

Através dos programas de variedades e questionários , a TV deixou sua marca no imaginário do país, graças a programas como Un due tre , Il Musichiere , Campanile sera , Canzonissima e Leave or double? , o primeiro telequiz italiano conduzido por Bongiorno.

Entre as primeiras emissões estão também o Newscast e La Domenica Sportiva . A partir de 1954 Rai passou a produzir dramas para a televisão , precursores da ficção atual, extraídos dos romances italianos e estrangeiros mais famosos, especialmente do século XIX, ou reconstruindo fatos históricos ou narrando biografias de personagens famosos. O primeiro roteiro a ir ao ar foi o Doutor Antonio [5] . No mesmo ano, nasceu também a TV infantil , espaço vespertino dedicado aos mais novos. As aventuras de Rin Tin Tin foi a primeira série americana a ser retransmitida na Itália.

O Festival de Sanremo , até então transmitido por rádio, foi transmitido a partir de 1955 [6] . Em 1957, Carosello , o primeiro exemplo de veiculação publicitária na televisão, foi ao ar pela primeira vez. Até 1959, era o único espaço que a rede permitia para publicidade.

Desde 1956 (e durante vários anos alternando com as outras redes da empresa), a Rai 1 tem transmitido o Festival Eurovisão da Canção , que se inspira no Festival de Sanremo .

Desde o início (e também no decorrer dos anos seguintes), a televisão italiana foi muito afetada pela influência democrata-cristã , tanto na informação quanto no tipo de entretenimento proposto, com uma censura estrita colocada como a espada de Dâmocles em todos os programas , nos maestros e até nas showgirls : por exemplo, no início o uso de palavrões era expressamente proibido na televisão, era proibida a zombaria de qualquer figura política ou eclesiástica, italiana e estrangeira, bem como do absoluto proibição da realização de festas com o corpo tão nu quanto as pernas (que sempre deveriam estar cobertas por meias pretas). Sobre a rigidez da censura televisiva dos anos cinquenta, lembramos o famoso caso da supressão da variedade La piazzetta em 1956, quando a bailarina Alba Arnova , subindo ao palco ao vivo com uma meia-calça cor de carne, deu a impressão (devido ao preto e branco) de estar nu, ou a suspensão da variedade Un due tre e a expulsão dos maestros Raimondo Vianello e Ugo Tognazzi , culpados de parodiar uma queda da qual o Presidente da República Giovanni Gronchi foi o protagonista.

No final dos anos cinquenta surge o Zecchino d'Oro , festival internacional de canções infantis; Lo Zecchino é um evento que gradualmente se tornou parte da cultura italiana e dos costumes das gerações nascidas a partir da década de 1960. Este valor é comprovado pela atribuição, em Abril de 2008, da placa “Património para uma cultura de paz”, entregue em cerimónia organizada por Clubes e Centros UNESCO. A intuição e a ideia de um show infantil que divulgasse a música a elas dedicada ficam por conta do apresentador Cino Tortorella . A transmissão foi ao ar pela primeira vez em 24 de setembro de 1959.

Anos sessenta

Nos anos 60, com o boom econômico, o aparelho de televisão (até então caro e reservado à elite) tornou-se objeto de massa. Em 4 de novembro de 1961, foi inaugurado o Segundo Programa e o canal ganhou o nome de Programa Nacional [7] .

De 1960 a 1968, Nunca é tarde , um programa do Maestro Alberto Manzi feito em colaboração com o Ministério da Educação que tratava da alfabetização de adultos italianos.

Foram anos dourados de variedade graças a personagens como Antonello Falqui , Cesarini da Senigallia , Mina , Lelio Luttazzi , Johnny Dorelli , Marisa Del Frate , Sandra Mondaini , Bice Valori , o estreante Pippo Baudo , Paolo Panelli além do já citado Vianello , Bongiorno, Corrado e Chiari.

Muitos personagens cinematográficos também apareceram na telinha dando vida aos quadrinhos que ficaram nos anais: Aldo Fabrizi , Alberto Sordi , Totò , Ave Ninchi , Franca Valeri . Os dramas como Il mulino del Po , The promessi sposi , A cidadela , A flecha negra também obtiveram grande sucesso.

Do lado da informação, o noticiário cresceu, enriquecido com meios e homens, ainda que a influência governamental ainda fosse evidente, apesar da presença de jornalistas de renome como Enzo Biagi , Ugo Zatterin , Ennio Mastrostefano , Emilio Rossi , Ruggero Orlando , Tito Stagno (maestro o direto do pouso na lua de 1969); nesses anos, o noticiário era dotado de correspondência das principais capitais estrangeiras e das principais cidades italianas. Depois, havia também a Tribuna Eleitoral - uma coluna de debates por ocasião das eleições, inicialmente moderada por Gianni Granzotto - e a Tribuna Política - esta última durante anos com curadoria de Jader Jacobelli e Ugo Zatterin - que se tornou a nomeação fixa para debates políticos, principalmente por ocasião das campanhas de referendos, antes que a comunicação político-jornalística na TV mudasse com o advento das televisões privadas .

Surgiram novos programas educacionais como o Sapere e novos programas de divulgação científica como o Horizons of science and technology .

Em 1969, graças ao Mondovision , os italianos também testemunharam o pouso feito pela missão norte-americana Apollo 11 .

Anos setenta

Em 1975, a reforma da RAI introduziu novas regras para a reforma da televisão: entre outras coisas, o controle do serviço público passou do Governo para o Parlamento, as transmissões a cabo foram regulamentadas (favorecendo assim o nascimento de TVs privadas locais) e para cada canal. direção foi atribuída [8] . O Noticiário , que até então era um único jornal que produzia informativos tanto para o Programa Nacional como para o Segundo Programa, estava dividido em dois jornais distintos: o TG1 para o primeiro canal e o TG2 para o segundo. Os primeiros telejornais com os novos nomes foram veiculados a partir de 15 de março de 1976. Em 4 de abril de 1976, o Programa Nacional passou a se chamar "Rete 1".

A reforma previa também a constituição da figura do diretor da rede, fiador dos conteúdos veiculados pelo canal, bem como do diretor de notícias; os primeiros diretores de Rete 1 e TG1 foram respectivamente Mimmo Scarano e Emilio Rossi , nomeados em 1976.

Na primeira metade da década, a grande temporada de variedades televisivas continuou com Casal Duplo , Milleluci , Teatro 10 , Speciale per noi , Fórmula dois , Dove sta Zazà , Mazzabubù e a afirmação de novos personagens como Raffaella Carrà , Loretta Goggi , Alighiero Noschese , Enrico Montesano , Pippo Franco e Gabriella Ferri . Os roteiros também continuaram tendo enorme sucesso, tanto que roteiros de temas originais como The Sign of Command começaram a ser feitos.

Os 90 minutos , durante anos dirigidos pelo jornalista Paolo Valenti , tornaram-se um acontecimento imperdível para milhões de fãs.

Em 1976, nasceu Domenica in , o primeiro container de TV estatal, idealizado por Corrado que o apresentou com grande sucesso nos primeiros três anos.

Em 1976 estreou o talk show , um novo gênero batizado por Maurizio Costanzo com seu Bontà los , Acquario e Grand'Italia .

Ainda em 1976, após a reforma, nasceu o TG l'una , coluna do TG1 veiculada aos domingos das 13h às 14h com edição em flash do noticiário às 13h30 e o Almanaque do dia seguinte . Em 1977, a coluna Carosello foi encerrada após vinte anos de programação; no mesmo ano, a Rai, após seis anos de experimentação, passou a veicular oficialmente seus programas em cores, dando início à chamada neotelevisão .

Os anos oitenta

A Rai, depois de ter perdido o monopólio em escala local na década anterior, também o perdeu em escala nacional [9] : em 30 de setembro de 1980 começaram as transmissões de Canale 5 (propriedade do editor milanês Silvio Berlusconi ), em 3 de janeiro 1982 os da rede Italia 1 (propriedade de Edilio Rusconi ) e no dia seguinte os do canal Rete 4 (propriedade de Leonardo Mondadori ).

Após o nascimento de Rete 4, os três canais públicos mudaram de nome: em 3 de outubro de 1983, os três canais eliminaram a palavra "Rete" e substituíram-na por "Rai". No mesmo ano foram criados os logotipos das três redes: o da RaiUno é representado por uma esfera azul, mantida até 14 de outubro de 2000. Sua natureza de "carro-chefe" do sistema Rai é ​​sancionada pela definição de nacional-popular rede , cunhada pelo presidente Enrico Manca em entrevista ao Corriere della Sera [10] .

Entre 1984 e 1985 foram editados três decretos-lei conhecidos como Decreto Berlusconi, graças aos quais o então proprietário da Fininvest Silvio Berlusconi obteve a autorização para a emissão privada por via aérea também a nível nacional.

Em 1986, as classificações começaram a ser detectadas pelo sistema Auditel , dando origem ao duopólio da televisão comercial Rai / Fininvest (este último posteriormente rebatizado de Mediaset em 1996). [9] Algumas das personalidades Rai mais importantes deixaram a empresa pública e fizeram sua estreia nas redes comerciais: Mike Bongiorno, Pippo Baudo, Raffaella Carrà, Milly Carlucci, Heather Parisi, Corrado, o casal Mondaini-Vianello, Maurizio Costanzo, Enzo Tortora , Franco e Ciccio.

Os grandes meios à sua disposição deram a Rai a possibilidade de realizar grandes produções com amplo uso de outsiders; o gênero do drama televisivo desapareceu e foi substituído pela ficção televisiva . O Quark , editado por Piero Angela , foi o principal programa de popularização da ciência.

Os anos noventa

Nos anos noventa, o duopólio Rai - Mediaset foi consolidado [11] . Nestes anos, surgiram também inúmeros eventos beneficentes, entre estes o mais conhecido é o Telethon , que visa angariar fundos para investigação contra doenças genéticas.

A lei Mammì de agosto de 1990 sobre a regulamentação do sistema público e privado de rádio e televisão, segundo a qual "a rádio e a TV nacionais, públicas e privadas, são obrigadas a transmitir os mesmos programas em todo o território nacional" [12] .

No início dos anos noventa, as últimas edições da variedade Fantastico foram ao ar (que na última edição viu o retorno de Raffaella Carrà ). Fabrizio Frizzi e Milly Carlucci tiveram sucesso ao reger Apostamos que ...? , um dos espectáculos de maior sucesso da altura e que se consagrou como espectáculo de variedades de sábado à noite, graças também à presença de numerosos convidados internacionais. O programa foi ao ar de 1991 a 1996. O jornalista Enzo Biagi liderou Il Fatto de 1995 até a emissão do chamado édito búlgaro , que levou à sua expulsão de Rai.

Aos vários espectáculos que ocuparam a primeira noite juntaram-se muitos outros de considerável sucesso, como I cervelloni de Paolo Bonolis (no regresso a Rai depois de mais de dez anos), ou Solletico , um programa dedicado aos mais novos. Por outro lado, as realizações de novas edições do Big! , conduzido primeiro por Pippo Franco e depois por Carlo Conti . Nestes anos também nasceu o concurso de beleza Miss Itália no mundo .

Durante o verão, as primeiras edições do espetáculo Beato tra le donne dirigido por Paolo Bonolis e Martufello tiveram muito sucesso, enquanto as séries de televisão importadas do exterior também tiveram muito sucesso. Em 1994 Mara Venier chegou à regência de Domenica em , obtendo uma excelente resposta em termos de audiência, capaz de superar a competição de Buona Domenica conduzida por Maurizio Costanzo e Fiorello novamente ; por isso será definida a senhora do domingo .

Em 1994 começou a era dos questionários no início da noite: o primeiro foi o Luna Park que obteve um sucesso extraordinário. Isso também derivou do fato de ter sido apresentado pelas principais faces proeminentes da Rai daquele período, como Pippo Baudo , Fabrizio Frizzi , Milly Carlucci , Mara Venier , Rosanna Lambertucci . A programação noturna foi confiada a Gigi Marzullo com o programa Sottovoce .

Em 1995 Pippo Baudo apresenta o Festival de Sanremo , que com uma quota média de 66,42% é a terceira edição mais popular de sempre. No mesmo ano Raffaella Carrà , após 3 anos em que apresentou alguns programas em Espanha , estreou-se na primeira emissora com o programa de sábado Carràmba! Que surpresa , combinada com a Loteria da Itália .

Em 1996 nasceu a Porta a Porta , concebida e dirigida por Bruno Vespa , definida ao longo dos anos como «a terceira Câmara do Estado».

No início da noite as variedades For all life e Non sparate sul pianista conduzidas por Fabrizio Frizzi obtêm grande sucesso. Após o fechamento do Luna Park , o quiz Colorado chega no início da noite , substituído após apenas uma temporada por Boa sorte! que alcançou um sucesso inesperado. No mesmo período, outro grande sucesso é o espetáculo Os melhores anos , idealizado e dirigido por Carlo Conti .

Sucesso da Carràmba! Que surpresa também permitiu a realização das tiras diárias de 40 minutos com Raffaella , Centoventitré e I fantastici di Raffaella , que foram ao ar respectivamente no inverno de 1996, 1998 e 1999. Por outro lado, o feedback do Fantastico Enrico foi decepcionante ! , exibido de outubro de 1997 a janeiro de 1998 com a conduta de Enrico Montesano (que mais tarde abandonará a transmissão), Milly Carlucci e Giancarlo Magalli . O fracasso desta última edição marcou o fechamento definitivo de uma das variedades mais famosas da televisão italiana.

No front das séries televisivas , com a passagem de La piovra na Rai 2 , começou a era da ficção e dos grandes seriados policiais: em particular, a série Il maresciallo Rocca , promovida por Rai 2 a Rai Uno, alcançou grande sucesso, com picos de mais de 12 milhões de telespectadores. No final da década, resultados igualmente significativos foram alcançados pelos filmes de ficção Commesse e Un medico in famiglia , também capazes de ultrapassar facilmente 10 milhões de espectadores.

O entretenimento, embora em forte crise, recebeu shows solo de sucesso, como Adriano Celentano com seu Frankly I don't care e os shows de Roberto Benigni . [11]

Dois mil anos

A partir de 2000, os programas infantis foram retirados da Rai 1 para passar para o segundo e principalmente para o terceiro canal: entre os primeiros programas do gênero a fechar estava o Solletico , com queda acentuada nas avaliações, enquanto o GT Ragazzi mudou para Rai 3 . No mesmo período, La vita ao vivo (primeira transmissão na Rai 2 ) entrou na programação, que a partir de então será o carro-chefe do canal no período da tarde.

Na primavera de 2000, Don Matteo foi adicionado à série de ficção top, uma série a meio caminho entre o crime e a comédia, estrelada por Terence Hill . Nesse período, à semelhança do que aconteceu com Il maresciallo Rocca , duas outras séries da segunda rede pousaram na Rai Uno e obtiveram importantes resultados de escuta: Incantesimo e Il commissario Montalbano .

Fiorello , recém-saído de alguns fracassos na Mediaset, estreou no show Stasera pago io . Outro showman de sucesso foi Torno Sabato de Giorgio Panariello , que, como Fiorello, cresceu em termos de audiência e recebeu boa aclamação da crítica. Seu show foi revivido com duas outras edições, combinadas com a Lottery Italy , em 2001 e 2003.

A partir de 30 de abril de 2001, Agostino Saccà retorna à direção de Rai Uno, substituindo Maurizio Beretta .

No horário do meio-dia, La prova del cuoco (O teste do cozinheiro) liderada por Antonella Clerici (que voltou à RAI após um breve interlúdio na Mediaset ) estreou no outono de 2000. Nestes primeiros anos também veio à tona o programa idealizado e dirigido por Alberto Ângela Passage a Nord Ovest , transmitido no final da tarde de sábado.

Durante esses anos, as variedades Para toda a vida e Não atire no pianista estão de volta. Em 2001, Carlo Conti estreou-se em horário nobre com o episódio piloto da nova variedade que recomendei que obteve um bom sucesso, e em pouco tempo o programa tornou-se um dos melhores do horário nobre. O programa de popularização científica do Superquark conduzido por Piero Angela continuou .

Produções ficcionais de primeira linha como Un medico in famiglia e os filmes policiais Il Maresciallo Rocca e Il commissario Montalbano também continuaram , reafirmando as excelentes avaliações de todos os tempos. No entanto, também foi encontrado espaço para novas produções, como o drama épico Pride passando pelo mais leve Lo Uncle of America .

Em 29 de julho de 2002, o quiz A herança , conduzido pela Amadeus , estreou no início da noite .

Outro programa de sucesso é o Your Affairs , liderado por Paolo Bonolis , que, depois de muitos anos, consegue ultrapassar a Striscia la Notizie , que dominou o horário nobre do acesso durante anos . Em seguida, uma diatribe acalorada surgiu entre Bonolis e Antonio Ricci , que acusou o programa Bonolis de irregularidades [13] . Essas diatribes vão continuar mesmo depois de uma sentença de Rai contra Striscia [14] , que terminou definitivamente quando foi anunciado que o formato também estava para chegar à Espanha.

Durante a gestão de Del Noce , em 2002, os efeitos do edital búlgaro afetaram especialmente Enzo Biagi , Michele Santoro e Daniele Luttazzi , que foram, portanto, destituídos da empresa pública. Em 2004, Pippo Baudo também deixou a empresa na sequência de alguns mal-entendidos com a administração.

No dia 3 de janeiro de 2004, por ocasião dos 50 anos de Rai , foi transmitida nas três emissoras Happy Birthday TV, festa televisiva promovida por Pippo Baudo .

O evento televisivo de outono de 2005 foi Rockpolitik , um programa político dirigido pelo cantor e compositor Adriano Celentano pelo qual o diretor Fabrizio Del Noce se suspendeu do cargo por quatro semanas por discordar totalmente do conteúdo do programa com o artista, a quem havia deixado Papel branco. O programa obteve altas avaliações, com média de 13 milhões de espectadores e 45% de participação. Nessa temporada também estreou o espetáculo Dançando com as Estrelas , dirigido por Milly Carlucci .

No mesmo período, nasceram outras ficções de sucesso, como Provaci Ancora prof! .

A partir de 2005, os direitos televisivos do futebol da Série A passaram para a Mediaset, forçando Rai Uno a transferir a transmissão 90 minutos primeiro para Rai 3 e depois para Rai 2 .

Assim, a partir da temporada 2005/2006, o Domenica em container é dividido em diferentes segmentos, o primeiro L'Arena é confiado a Massimo Giletti enquanto o segundo Domenica em ... TV vê o retorno à gestão de Mara Venier . No final da temporada, a aventura de Amadeus na Rai 1 terminou, que passa para a Mediaset . Também nessa temporada estreou outro programa dirigido por Milly Carlucci , Noites no gelo , que também se repetiu no inverno seguinte.

A partir da temporada seguinte, as notícias dizem respeito principalmente aos questionários do início da noite. A herança foi confiada a Carlo Conti e no verão de 2007 nasceu a Reaczione a Catena , liderada por Pupo . Os seus negócios passam para as mãos de Flavio Insinna (já conhecido pela série Don Matteo ). Nesta temporada, Mara Venier deixa a gestão de um dos segmentos da Domenica em , sendo substituída por Lorena Bianchetti .

Em novembro de 2007 Celentano retorna à TV com o programa A situação de minha irmã não é boa , que atinge bons índices de audiência (quase 10.000.000 de telespectadores).

Em 2008 estreou Ti I leave a song , show de talentos apresentado por Antonella Clerici com meninos de 8 a 17 anos. Clerici abandona a regência de La prova del cuoco durante o ano por motivo de maternidade, sendo substituída no outono seguinte por Elisa Isoardi .

Em 2009 Fabrizio Del Noce, devido ao escândalo de escuta telefônica entre Silvio Berlusconi e o diretor da Rai Fiction Agostino Saccà , renunciou e a batuta passou para Mauro Mazza .

Entre as novidades da programação está o quizSoliti ignoti , conduzido por Fabrizio Frizzi .

Em 1º de novembro de 2009, a minissérie de Pinóquio foi ao ar e, pela primeira vez, Rai Uno foi transmitido em formato anamórfico 16: 9 . Na mesma data, os intervalos comerciais também são transmitidos em 16: 9.

Dois mil e dez anos

Em 2010 retorna Lorella Cuccarini , que lidera, com pouco sucesso, Domenica no . Outro retorno é o de Paola Perego , que conduz o container da tarde Se ... para a casa de Paola . Outra novidade é a chegada de Pino Insegno para realizar o teste de verão pré- noturno Reação em cadeia ; sempre na temporada de verão a programação do Superquark é renovada.

De 14 de novembro a 5 de dezembro de 2011, está no ar o show de variedades O maior espetáculo depois do fim de semana , apresentado por Fiorello , um dos eventos mais esperados da temporada. Nello stesso anno esordisce la fiction Fuoriclasse , con protagonista Luciana Littizzetto . Lorella Cuccarini rimane al timone di Domenica in con Così è la vita , che ottiene un buon risultato di ascolti, bissato anche nella successiva edizione.

La primavera del 2012 vede l'esordio del nuovo varietà Tale e quale show , condotto da Carlo Conti . La prima serata del venerdì sera viene occupata da alcuni show, in primis Attenti a quei due - La sfida condotto da Paola Perego e Biagio Izzo e Non sparate sul pianista condotto da Fabrizio Frizzi . Inoltre, a distanza di dieci anni dall'ultima edizione, Frizzi torna in prima serata con la quinta e ultima edizione di Per tutta la vita , ridotta poi da 6 a 2 puntate a causa degli scarsi ascolti ottenuti. Il 29 novembre Giancarlo Leone succede a Mauro Mazza alla direzione di rete: per questo motivo Mazza ricorrerà al Tribunale del lavoro. Il 17 dicembre lo show La più bella del mondo , dedicato alla Costituzione italiana e condotto dal comico Roberto Benigni ottiene un enorme successo, con ben 12.619.000 telespettatori. A dicembre Paola Perego esordisce in prima serata col nuovo show Superbrain - Le supermenti la cui prima edizione in due puntate ottiene buoni indici d'ascolto, venendo riconfermato con una seconda edizione. Altre novità sono il nuovo programma È stato solo un flirt? condotto da Antonella Clerici , chiuso però dopo poche puntate. In autunno riprende Affari tuoi , condotto ancora da Max Giusti , stavolta in onda fino in primavera al posto del consueto Soliti ignoti . Viene riconfermata con successo anche la seconda edizione di Tale e quale show .

Dal 6 maggio 2013, a 36 anni dalla chiusura di Carosello , Rai 1 rispolvera il format del varietà a sfondo pubblicitario , lanciando il programma Carosello Reloaded .

Per quanto riguarda la fiction televisiva grande successo ottiene la nuova serie de Il commissario Montalbano (oltre 10 milioni di telespettatori); vengono poi trasmesse nuove serie come Il restauratore , con Lando Buzzanca , Il giovane Montalbano (spin-off de Il commissario Montalbano ) e Una grande famiglia . Il 20 maggio 2013 il Tribunale del lavoro di Roma accoglie l'esposto di Mauro Mazza contro la sua rimozione da direttore di Rai 1 e ne dichiara il reintegro. La Rai presenta un controreclamo d'urgenza contro la sentenza, per poi proporre a Mazza la direzione di Rai Sport : Mazza accetta e rinuncia di fatto al reintegro a Rai 1. Sempre a maggio Luigi Gubitosi , direttore generale della Rai, dichiara che a partire dal settembre successivo Rai 1 (al pari di Rai 2 e Rai 3) sarebbe stata trasmessa in simulcast in alta definizione sul digitale terrestre e sul satellite [15] . Tale annuncio si concretizzò il 25 ottobre 2013, ma limitatamente alla rete satellitare tivùsat .

Nel 2013 la Rai annuncia di aver rinunciato a trasmettere il concorso di bellezza Miss Italia : i diritti televisivi del galà per l'edizione di quell'anno vengono acquisiti dall'emittente LA7 .

Nel 2014 va in onda uno speciale Techetechetè in occasione per i 60 anni delle trasmissioni televisive ei 90 di quelle radiofoniche.

A febbraio Fabio Fazio e Luciana Littizzetto conducono l' edizione 64 di Sanremo , ottenendo, però, un flop di ascolti rispetto all'anno precedente.

La stagione 2013-2014 vede la conferma di Unomattina , La prova del cuoco , Verdetto finale , L'Arena , La vita in diretta , Domenica in , L'eredità , Affari tuoi e Porta a porta . Mara Venier torna alla conduzione di Domenica in , senza successo. Dopo cinque anni Max Giusti lascia la conduzione di Affari tuoi , che torna di fatto nelle mani di Flavio Insinna . Altri cambi di conduzione si verificano a La vita in diretta , dove la nuova coppia formata da Paola Perego e Franco Di Mare con scarsi risultati. In autunno parte la terza edizione di Tale e quale show , che raggiunge ottimi ascolti. Dopo una stagione d'assenza comincia la nona edizione di Ballando con le stelle in onda sino a dicembre, sempre al sabato sera e nuovamente in diretta competizione con Italia's Got Talent .

A gennaio, a distanza di tre anni dall'ultima stagione, riprende Don Matteo , la cui nona stagione ottiene ottimi ascolti. In primavera riparte un'altra storica serie, Un medico in famiglia . Nello stesso periodo Enrico Brignano esordisce come show-man con il programma Il meglio d'Italia .

A gennaio nasce la nuova fiction Braccialetti rossi che raggiunge un ottimo successo di critica e pubblico, soprattutto in termini di ascolto. Il 13 aprile Carlo Conti lascia la conduzione di L'eredità a Fabrizio Frizzi . Altra novità è l'esordio di un nuovo talent show affidato a Flavio Insinna , dal titolo La pista .

Per quanto riguarda il palinsesto estivo, il day-time è occupato dal ritorno di Uno mattina estate condotto da Benedetta Rinaldi , che alle 9:35 lascia spazio al segmento Dolce casa con Veronica Maya . Alle 10:30 la linea passa a Ingrid Muccitelli con il segmento Sapore di mare , mentre alle 11:30 vanno in onda le repliche di tutte le stagioni di Don Matteo . Alle 14:10 va in onda una nuova soap-opera proveniente dal Portogallo, Legàmi . Alle 16:40 lo spazio è affidato a Estate in diretta condotta da Eleonora Daniele e Federico Quaranta fino alle 18:50, quando va in onda Reazione a catena , alla cui conduzione approda Amadeus (al suo ritorno su Rai 1 dopo otto anni). Dopo il TG1 delle 20:00 la rete propone il contenitore storico Techetechetè .

Per quanto riguarda la prima serata, oltre al ritorno di Superquark condotto da Piero Angela , ampio spazio viene dato ai Mondiali di calcio del 2014 per gran parte del periodo estivo. Torna anche Antonella Clerici col suo show Arena di Verona, lo spettacolo sta per iniziare .

Il 3 giugno vanno in onda i Music Awards con la nuova edizione sempre condotta da Carlo Conti e Vanessa Incontrada .

Il 10 giugno 2014 Paolo Bonolis conduce una serata speciale per i 100 anni del CONI .

Il 22 giugno va in onda in prima serata Francesco - Lu Santo Jullare , spettacolo teatrale di Dario Fo che in tal modo torna sugli schermi Rai dopo 40 anni circa dalla sua ultima apparizione sulla tv pubblica. [16]

L'8 settembre 2014 ha inizio ufficialmente la stagione autunnale. Riprende il palinsesto normale della rete, Unomattina condotto da Franco Di Mare e Francesca Fialdini , La prova del cuoco sempre con Antonella Clerici , La vita in diretta con al timone la nuova coppia Cristina Parodi - Marco Liorni dal lunedì al venerdì, L'eredità condotto a rotazione da Carlo Conti e Fabrizio Frizzi , Affari tuoi con Flavio Insinna , Porta a porta di e con Bruno Vespa . La domenica vengono riconfermati L'Arena con Massimo Giletti , e Domenica In condotto stavolta da Paola Perego e Pino Insegno . Inoltre il palinsesto presenta due novità: un nuovo talent show culinario condotto da Antonella Clerici Dolci dopo il tiggì , che va in onda dalle 14:05 dopo il TG1 , e subito dopo Torto o ragione? Il verdetto finale condotto da Monica Leofreddi , in onda sino alle 16:00, che sostituisce così Verdetto finale anche se vengono battuti dalla concorrenza. Inoltre riparte la quarta edizione del programma di successo Tale e quale show condotto da Carlo Conti , in onda a partire dal 12 settembre, che raccoglie circa 5,9 milioni di spettatori e il 26% di share, e anche la seconda stagione di Il restauratore con una media del 17% . Il 25 settembre parte Che Dio ci aiuti 3 con Elena Sofia Ricci , che riconferma il successo delle stagioni precedenti, con 6 milioni di spettatori di media.

Dal 4 ottobre parte la nona edizione di Ballando con le stelle , con ascolti al 21% di share sui 4 milioni, mentre dal 27 agosto, ogni mercoledì , va in onda la nuova fiction di origine spagnola Velvet che ottiene una media di 3,5 milioni e una media sul 14% di share. Il 27 ottobre 2014 parte la nuova serie Una pallottola nel cuore con protagonista Gigi Proietti , in onda per quattro puntate e Questo nostro amore 70 . Entrambe ottengono buoni risultati d'ascolto. Il 15 e 16 dicembre Roberto Benigni conduce un nuovo evento televisivo, I dieci comandamenti , che ha fatto registrare risultati d'ascolto eccellenti: lo spettacolo ha infatti ottenuto 9.104.000 spettatori e il 33,22% di share nella prima puntata, saliti a 10.266.000 spettatori e il 38,32% di share nella seconda. Il 13 dicembre 2014 va in onda la seconda edizione di Così lontani così vicini , condotto da Al Bano e Paola Perego , che sostituisce così Cristina Parodi , con circa 3,8 milioni di spettatori e il 17% di share. Per le feste natalizie va in onda la soap Legàmi che di solito è collocata al sabato pomeriggio. Il 19 dicembre 2014 Antonella Clerici e Bruno Vespa conducono uno speciale dedicato alle festività natalizie.

Dal 16 gennaio 2015 va in onda il nuovo talent-show Forte forte forte , ideato da Raffaella Carrà e condotto da Ivan Olita che ottiene bassi indici di ascolti arrivando sotto i 3 milioni. Dall'8 gennaio 2015 parte Un passo dal cielo con Terence Hill , con la sua terza stagione, che ottiene un faraonico esordio con circa 7 milioni di spettatori. Sempre a gennaio vanno in onda le due miniserie Ragion di Stato , con protagonista Luca Argentero che non ottiene successo, e L'angelo di Sarajevo con Beppe Fiorello basato sull'autobiografia di Franco Di Mare , che raggiunge un ottimo successo. Partono anche molte fiction come L'Oriana e Narcotici Sfida al cielo 2 che non ottengono successo. Parte l'11 marzo la seconda stagione di Velvet ea febbraio parte lo show del sabato sera Notti sul ghiaccio condotto da Milly Carlucci che però non ottiene i risultati sperati, e Braccialetti Rossi 2 che riconferma il successo della prima stagione con oltre 6 milioni e mezzo di spettatori. Inoltre dal 10 al 14 febbraio 2015 viene trasmesso la 65ª edizione del Festival di Sanremo con la conduzione e la direzione artistica di Carlo Conti , che ottiene un grandissimo successo: la media di share infatti supera il 48%, facendone così il festival più visto dal 2005.

Dal 19 marzo 2015 arriva La macchina della verità che sostituisce Dolci dopo il tiggì , non avendo raccolto i risultati sperati. Dall'11 aprile 2015 parte il nuovo format tutto italiano di Antonella Clerici dal titolo Senza parole , mentre dal 13 aprile parte la seconda edizione di Si può fare! condotto sempre da Carlo Conti . Dal 12 aprile inoltre comincia la terza stagione di Una grande famiglia , mentre dalla settimana successiva va in onda Fuoriclasse 3 con Luciana Littizzetto . Il 25 aprile 2015 Fabio Fazio conduce una serata speciale Viva il 25 aprile per l'anniversario della Liberazione, mentre il 30 aprile 2015 Paolo Bonolis e Antonella Clerici conducono la serata di apertura dell' Expo 2015 .

Per l'estate 2015 dalle 6:45 va in onda il collaudato Unomattina estate con la nuova coppia Mia Ceran e Alessio Zucchini , mentre dalle 10:30 parte il segmento Effetto estate guidato dal trio Alessandro Greco , Benedetta Rinaldi e Rita Forte , che alle 11:30 cede la linea a Mezzogiorno italiano condotto da Arianna Ciampoli e Federico Quaranta , per poi chiudere con le repliche della settima stagione della fiction Don Matteo fino al TG1 delle 13:30. Dalle 14:05 va in onda la nuova edizione di Estate in diretta anch'essa guidata da una nuova coppia: Salvo Sottile e Eleonora Daniele . Nel preserale torna Reazione a catena condotto da Amadeus , mentre nell'access torna Techetechetè , quest'anno introdotto in ogni puntata da conduttori a rotazione.

Nel settembre 2015 comincia la nuova stagione televisiva: in prima serata al lunedì arriva la seconda stagione de Il giovane Montalbano che ottiene nuovamente un grande successo, al mercoledì arriva la nuova fiction Grand Hotel che però non ottiene entusiasmanti risultati, mentre al giovedì invece spazio alla sesta serie di Provaci ancora prof! . Dal 7 settembre tornano La vita in diretta di nuovo con la coppia Cristina Parodi - Marco Liorni , Unomattina sempre con Francesca Fialdini e Franco Di Mare , Storie Vere con Eleonora Daniele e Affari tuoi con Flavio Insinna , mentre una settimana dopo torna anche Torto o ragione? Il verdetto finale con Monica Leofreddi . Dall'11 settembre 2015 torna al venerdì la quinta edizione di Tale e quale show con altrettanto successo, mentre al sabato torna Ti lascio una canzone con Antonella Clerici in versione rinnovata, con la prima puntata speciale dedicata alla scelta del rappresentante per lo Junior Eurovision Song Contest 2015 . [17] Dal 21 settembre nel preserale torna anche L'eredità con la conduzione a rotazione di Carlo Conti e Fabrizio Frizzi , mentre il 23 settembre va in onda in prima serata il concerto de Il Volo all' Arena di Verona , presentato da Carlo Conti . Dall'8 dicembre 2015 parte la nuova fiction ambientata negli anni 50 del '900 " Il paradiso delle signore ". Partono inoltre le nuove fiction a carattere familiare È arrivata la felicità e Tutto può succedere , mentre il 22 e 23 dicembre 2015 Giorgio Panariello torna su Rai Uno con un nuovo varietà dal titolo Panariello sotto l'albero . Buon successo è stato raggiunto anche dalla sesta serie di Provaci ancora prof! con Veronica Pivetti .

Ai primi d'ottobre viene reso noto che Rai 1 nel 2016 subentrerà a Rai 2 nella trasmissione in diretta della finale dell' Eurovision Song Contest [18] (prevista per il 14 maggio), che mancava dai palinsesti della prima rete dal 1997 (quando fu proposta in differita alle 23:30). La sua ultima diretta fino a quel momento risale al 1991 quando fu proprio la Rai a organizzare l'evento.

Il 6 gennaio 2016 Flavio Insinna conduce una puntata speciale di Affari tuoi dedicata alla Lotteria Italia . Dal 9 gennaio 2016 va in onda la decima stagione della fiction Don Matteo , che al primo episodio registra oltre 9 milioni di spettatori. Il 16 gennaio 2016 parte la terza edizione del varietà di Massimo Ranieri Sogno e son desto per tre appuntamenti al sabato sera, per poi lasciare spazio dal 20 febbraio alla nuova edizione di Ballando con le stelle con Milly Carlucci . Dal 9 al 13 febbraio va in onda la 66ª edizione del Festival di Sanremo che vede nuovamente Carlo Conti al timone, affiancato da Virginia Raffaele , Gabriel Garko e Madalina Ghenea , che riesce a bissare gli ottimi ascolti dell'anno precedente, risultando il festival più visto dal 2005. Il 15 e 16 febbraio va in onda la miniserie Io non mi arrendo con Beppe Fiorello : anche questa fiction fa registrare ottimi risultati d'ascolto. Il 29 febbraio e il 7 marzo vengono trasmessi gli attesissimi due nuovi episodi de Il commissario Montalbano , che fanno registrare risultati Auditel sorprendenti con quasi 11 milioni di spettatori e il 40% di share di media: dal lunedì successivo andranno in onda le repliche. L'11 marzo va in onda uno speciale dedicato interamente alla reunion dei Pooh condotto da Carlo Conti, che registra oltre 5 milioni di spettatori. Meno fortuna riscuotono invece le fiction Baciato dal sole e Come fai sbagli , partite rispettivamente il 22 febbraio e il 20 marzo, con risultati al di sotto delle aspettative. Il 16 marzo parte la terza serie della soap spagnola Velvet . Dal 1º aprile Laura Pausini e Paola Cortellesi conducono un nuovo varietà tutto al femminile dal titolo Laura & Paola per tre puntate al venerdì sera con numerosi ospiti prestigiosi. Dal 5 aprile 2016 parte la seconda stagione della fiction Una pallottola nel cuore con Gigi Proietti .

Il 14 maggio 2016, in diretta da Stoccolma, Flavio Insinna e Federico Russo commentano la finale dell'Eurovision Song Contest, seguita da 3.300.000 telespettatori (16,94% di share). I contatti unici (ovvero chi ha seguito l'evento per almeno un minuto) sono stati 14.500.000, mentre si è registrato un picco di ascolto di 4.431.000 telespettatori durante l'esibizione della rappresentante italiana di questa edizione, Francesca Michielin [19] .

Il 12 settembre 2016 Rai 1, insieme con Rai 2, Rai 3 e Rai 4, ha cambiato logo.

Dal 19 settembre 2016 Rai 1 HD è visibile 24h/24 anche sul digitale terrestre alla posizione LCN 501, andando a sostituire il canale generico Rai HD. Abbiamo inoltre l'attesissima decima stagione della storica serie tv italiana "Un medico in famiglia".

Il Festival di Sanremo 2017 è stato condotto da Carlo Conti, per la terza volta consecutiva, e da Maria De Filippi . Grande successo fu anche la 62ª edizione dell'Eurovision Song Contest, il 13 maggio, che riconferma Flavio Insinna e Federico Russo come commentatori e l'esibizione più vista fu quella del rappresentante italiano, Francesco Gabbani .

Il 17 marzo 2017 si conclude Affari tuoi per lasciare spazio a Soliti ignoti - il ritorno .

Il 20 aprile 2017 comincia la seconda stagione di Tutto può succedere .

Nel palinsesto estivo troviamo la seconda stagione di Complimenti per la connessione , la quarta e ultima stagione di Velvet e la serie TV L'ambasciata . Riconfermato, invece, il quiz show Reazione a catena .

La stagione 2017-2018 incomincia nel mese di settembre e vede la conferma dei programmi Unomattina (con Franco Di Mare e Benedetta Rinaldi ), La vita in diretta (con Marco Liorni e Francesca Fialdini ), Unomattina in famiglia , L'eredità con Fabrizio Frizzi , e Soliti Ignoti - Il ritorno con Amadeus . Tuttavia ci sono anche dei cambiamenti: Domenica in , dopo la cancellazione del programma L'arena , torna a occupare tutta la fascia pomeridiana della domenica e sarà condotta da Cristina Parodi ; Che tempo che fa trasloca da Rai 3 a Rai 1, collocandosi la domenica in prima serata e il lunedì in seconda serata con lo spin-off Che fuori tempo che fa .

Tra le novità per quanto riguarda le fiction vi sono le nuove stagioni de Il paradiso delle signore , È arrivata la felicità , Don Matteo , Il commissario Montalbano , Provaci ancora Prof! , Sotto copertura 2 e nuove produzioni quali Scomparsa , Sirene , La strada di casa e molte altre.

Dall'11 settembre 2017 parte il nuovo game-show Zero e lode! , condotto da Alessandro Greco , in onda dal lunedì al venerdì dalle 14:00 alle 15:10.

Nel gennaio 2018 Paola Perego torna alla conduzione di Superbrain - Le supermenti .

A febbraio 2018, invece, troviamo Claudio Baglioni condurre il 68º Festival di Sanremo , riconfermandosi per l'edizione successiva.

Dal 16 febbraio al 16 marzo 2018 Antonella Clerici conduce Sanremo Young , direttamente dal Teatro Ariston .

Dal 13 aprile al 18 maggio 2018 Carlo Conti conduce La Corrida .

Dall'8 al 29 giugno 2018 Amadeus conduce Ora o mai più .

Il 10 settembre 2018 parte Il paradiso delle signore in versione soap opera. Dal 16 settembre 2018 Mara Venier torna alla conduzione di Domenica in .

A Claudio Baglioni viene affidata la conduzione e direzione artistica del Festival di Sanremo 2019 affiancato dalla partecipazione di Claudio Bisio e Virginia Raffaele . Subito dopo il Festival, parte per la seconda edizione di Sanremo Young con Antonella Clerici , in onda dal Teatro Ariston per cinque puntate dal 15 febbraio 2019 al 15 marzo 2019.

Sempre nel 2019 torna dopo 7 anni di assenza Miss Italia [20] .

A dicembre 2019, arriva il 62º Zecchino d'Oro con Carlo Conti e Antonella Clerici . Novità di questa edizione sono la finale trasmessa in prime time (l'ultima volta fu nel 2000) e la location diversa dal tradizionale Studio Tv dell'Antoniano. Infatti la finale sarà trasmessa dall' Unipol Arena di Casalecchio di Reno [21] .

Anni duemilaventi

Il 6 gennaio 2020, Amadeus nella puntata Soliti Ignoti - speciale lotteria Italia , presenta 24 big che parteciperanno al 70º Festival di Sanremo . Sempre a gennaio dal 10 al 31 per quattro puntate Milly Carlucci porta un nuovo show per la rete ammiraglia Rai, dal titolo Il cantante mascherato [22] .

Il 14 gennaio 2020 viene nominato come nuovo direttore Stefano Coletta [23] , subentrante a Teresa De Santis e chiamato a portare a termine l'imminente Festival di Sanremo tenutosi dal 4 all'8 febbraio 2020 con la direzione artistica e la conduzione di Amadeus e la partecipazione di Fiorello e Tiziano Ferro oltre ai numerosi ospiti.

L'autunno 2020 ha visto due novità nel palinsesto del daytime: dopo la chiusura de La prova del cuoco , arriva È sempre mezzogiorno , condotto da Antonella Clerici , mentre nel primo pomeriggio debutta su Rai 1 Serena Bortone con Oggi è un altro giorno , in sostituzione di Vieni da me .

Loghi

Direttori

Nome Periodo
Giuseppe Matteucci 1954 - 1976
Mimmo Scarano 1976 - 1980
Paolo Valmarana 1980
Emmanuele Milano 1980 - 1987
Giuseppe Rossini 1987 - 1989
Carlo Fuscagni 1989 - 1993
Nadio Delai 1993 - 1994
Brando Giordani 1994 - 1996
Giovanni Tantillo 1996 - 1998
Agostino Saccà 1998 - 2000
2001 - 2002
Pier Luigi Celli 2000
Maurizio Beretta 2000 - 2001
Fabrizio Del Noce 2002 - 2009
Mauro Mazza 2009 - 2012
Giancarlo Leone 2012 - 2016
Andrea Fabiano 2016 - 2017
Angelo Teodoli 2017 - 2018
Teresa De Santis 2018 - 2020
Stefano Coletta dal 2020

Struttura dirigenziale

L'attuale struttura dirigenziale vede come direttore Stefano Coletta e come vice direttori:

  • Claudio Fasulo - Intrattenimento ed eventi
  • Gigi Marzullo - Rubriche e approfondimenti culturali
  • Giovanni Anversa - Rubriche, informazione e territorio (vicedirettore vicario)
  • Paola Sciommeri - Pianificazione e mezzi
  • Maria Teresa Fiore - Intrattenimento

Palinsesto attuale

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Programmi televisivi di Rai 1

Programmi televisivi

Eventi

Show in prima serata

Game show

Intrattenimento

Divulgazione

Informazione

Religione

  • A sua immagine (dal 1997)
  • Viaggio nella Chiesa di Francesco (dal 2017)

Montaggio

Fiction e serie TV

Soap opera

Eventi sportivi

Palinsesto passato

Sceneggiati televisivi

Anni 50

Anni 60

Anni 70

Anni 80

Fiction e serie TV

Anni 80

Anni 90

Anni 2000

Anni 2010

Anni 2020

Soap opera

Miniserie televisive

Film per la televisione

Cartoni animati

Diritti sportivi

La RAI affida alla rete "ammiraglia" la messa in onda di trasmissioni relative a due soli sport, ma tra i più seguiti, calcio e Formula 1 . Fino al 1997 sono andate in onda tutte le partite ufficiali e amichevoli della Nazionale (in quell'anno Telemontecarlo si aggiudicò l'esclusiva della partita Inghilterra-Italia), comprese le partite della nazionale al trofeo Mundialito del 1981, nonostante in quell'occasione Canale 5 fosse divenuta, a sorpresa, titolare dei diritti; tuttora vengono trasmesse in diretta ad eccezione delle partite ufficiali ed amichevoli della Nazionale Under 21 , le quali attualmente vengono trasmesse su Rai 2 ; a giugno 2009 tuttavia, la semifinale dell'Europeo di tale categoria è stata trasmessa dalla prima rete per avere più pubblico.

Il primo canale pubblico ha sempre trasmesso tutte le partite dei grandi eventi calcistici come Mondiali ed Europei . Ma nel 2006 , per la prima volta in assoluto, non ha trasmesso i Mondiali interamente ma solo la partita inaugurale, una partita al giorno del primo turno, quattro ottavi di finale, due dei quarti di finale, oltre alle semifinali e alla finale, per un totale di 25 partite (tutte le partite le ha trasmesse Sky Italia nei canali Sky Calcio ). Dopo ciò l'ente pubblico a luglio 2005 ha speso 350 milioni di euro per i diritti dei Mondiali del 2010 in Sudafrica e 2014 in Brasile [58] per tutte le piattaforme analogiche e digitali, compresi i diritti radiofonici, salvo poi cedere a Sky i diritti per il satellite. [59] . Dal 2006 al 2012 ha trasmesso, dopo 12 anni di assenza, le partite della UEFA Champions League [60] . Il contratto comprendeva la partita principale del mercoledì sera non in esclusiva (dal 2008 trasmessa anche su Rai 2 ), compresa la finale, gli highlights delle altre partite, questi ultimi trasmessi su Rai 2 e il magazine settimanale trasmesso su Rai 3 il sabato pomeriggio. Nel 2008 ha trasmesso in esclusiva e per la prima volta in formato panoramico 16:9 solo per il digitale terrestre (in alcune zone anche in HD) gli Europei di calcio in Austria e Svizzera. Rai 1 trasmette anche alcune partite di Coppa Italia oltre ovviamente alla finale, ma la Lega , dopo aver ceduto una prima volta, ha recentemente imposto le 20,45 e non le 21,15 richieste dall'ente pubblico per far trasmettere anche Affari tuoi , e successivamente ha fatto spostare la finale di ritorno del 2006/07 Inter - Roma per prima volta nella storia alle 17:30 circa, su Rai 2 . Inoltre, nel 2009 la RAI ha trasmesso, in simulcast con Sky, tutte le partite della Confederations Cup , alla quale l' Italia ha preso parte per la prima volta in quanto Campione del Mondo uscente, mentre nel 2012 ha trasmesso in esclusiva e anche in formato HD gli Europei di Calcio in Polonia e Ucraina. La FIFA Confederations Cup tornerà ad essere trasmessa anche nel 2013, poiché l'Italia, avendo perso l'Europeo contro la Spagna già campione del mondo, vi partecipa come rappresentante continentale. Nel 2016 sono state trasmesse 27 partite in diretta non esclusiva il Campionato europeo di calcio . Tuttavia, nel 2018 , a seguito della mancata qualificazione azzurra alla Coppa del Mondo in Russia la RAI lascia via libera a Mediaset per i diritti televisivi di tutte le 64 partite mondiali. Dopo la rassegna, la stessa Mediaset condivide con la Rai le partite della nuova UEFA Nations League e delle qualificazioni ai campionati europei 2020 . Le reti Mediaset trasmetteranno alcune delle partite più importanti, mentre Rai 1 trasmette solo le partite della nazionale azzurra. Anche la Final Four della Nations League viene trasmessa da entrambe le tv di stato.

Su Rai 1 e in Alta Definizione su Rai HD sono andati in onda 9 dei Gran Premi della Formula 1 compreso il Gran Premio d'Italia in diretta non esclusiva fino al 2017. Le qualifiche del sabato andranno in onda in diretta (per i 9 Gran Premi in diretta) e in differita (per i restanti Gran Premi) su Rai 2 e Rai HD, che trasmetteranno anche i restanti Gran Premi in differita.

Inoltre, per la prima volta dopo anni, ha trasmesso un evento non legato ai due sport faro dell'ammiraglia: la cerimonia di apertura dei Giochi della XXX Olimpiade di Londra.

A fine agosto 2017 vengono trasmesse da Rai 1 le partite serali dell'Italia nel Campionato europeo di pallavolo maschile 2017 , prima volta di uno sport diverso da calcio ed F1 dal 2000.

Nella stagione 2018-2019 è tornata a trasmettere in diretta non esclusiva, dopo 6 anni di assenza, la UEFA Champions League con una partita al mercoledì sera di un club italiano. Nel 2020 trasmetterà in diretta non esclusiva 27 partite del Campionato europeo di calcio . Si è inoltre assicurata in esclusiva assoluta i diritti di tutte le partite della Nazionale di calcio dell'Italia fino al 2022. In più ha trasmesso in diretta non esclusiva il Gran Premio d'Italia di Formula 1 il 2 settembre 2018 comprensivo di prove, qualifiche e gara. [61]

Il 18 giugno 2019 trasmette per la prima volta una partita di calcio femminile, Italia-Brasile valida per il Mondiale femminile , trasmettendo anche le due successive gare contro Cina (ottavi di finale) e Olanda (quarti di finale).

Eventi celebrativi

Il primo canale della Rai trasmette le immagini delle principali celebrazioni nazionali, come la Festa della Liberazione del 25 aprile e la Festa della Repubblica del 2 giugno. La rete trasmette ogni domenica la messa , l' Angelus / Regina Coeli e buona parte degli eventi che vedono impegnato il Papa perché la rete ha firmato convenzioni con lo Stato del Vaticano , nonostante la copertura totale degli eventi sia ad appannaggio di TV2000 . Il 31 dicembre di ogni anno viene trasmesso (a reti unificate) il messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica , e successivamente viene celebrato l'arrivo dell' anno nuovo con il programma L'anno che verrà .

Annunci

Dagli anni cinquanta ai tardi anni settanta, le storiche signorine buonasera annunciavano in una scenografia piuttosto rudimentale, la quale ricordava vagamente una tenda teatrale. La tenda fu sostituita, a partire dal 1978, da un pannello, solitamente di colore azzurro. Dal 30 novembre 1987 al 14 ottobre 2000, le signorine buonasera annunciavano in piedi accanto ad una scenografia di colore azzurro chiaro riempita di figure geometriche cerchio (per Rai 1), quadrato (per Rai 2) o triangolo (per Rai 3) in rilievo, sostituita dal 15 ottobre 2000 da una nuova scenografia di colore grigio su cui campeggiava il nuovo logo.

Dal 21 settembre 2003, dopo un ulteriore restyling dell'immagine aziendale e dei canali, le annunciatrici sedevano su un divano azzurro con alla loro sinistra sullo sfondo le immagini dei programmi della giornata. Negli anni successivi questi scenari sono stati sostituiti da grafiche più complete ed elaborate.

Il 29 maggio 2016 la Rai rinuncia definitivamente alla figura della "signorina buonasera" dopo 62 anni. Dalla stessa data gli annunci sono stati sostituiti da una grafica riassuntiva dei programmi con la voce fuori campo degli speaker della Rai.

Ascolti

Share 24h di Rai 1

Dati Auditel relativi al giorno medio mensile sul target individui 4+ [2] [62] .

Anno Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Media

anno

2012 19,22% 21,10% 19,32% 18,31% 18,36% 19,09% 15,84% 14,47% 17,08% 17,99% 18,83% 18,07% 18,32%
2013 18,59% 20,89% 19,38% 18,47% 18,26% 16,48% 15,98% 15,91% 16,51% 17,22% 17,86% 16,64% 17,81%
2014 17,58% 18,84% 17,52% 16,83% 16,26% 17,94% 16,63% 15,30% 16,84% 17,95% 18,11% 17,54% 17,35%
2015 17,33% 19,70% 16,86% 16,84% 16,57% 15,54% 15,34% 15,61% 16,89% 17,50% 17,30% 17,11% 16,96%
2016 17,60% 20,01% 17,72% 17,31% 16,59% 17,94% 14,97% 13,45% 15,49% 15,85% 15,79% 15,65% 16,63%
2017 17,19% 19,26% 17,30% 16,95% 16,54% 15,99% 14,99% 15,20% 16,25% 15,90% 16,68% 16,55% 16,64%
2018 17,22% 19,86% 17,05% 17,09% 16,51% 14,38% 14,59% 16,20% 17,23% 16,36% 16,41% 16,47% 16,70%
2019 16,86% 19,64% 16,58% 16,60% 16,29% 15,44% 14,31% 14,05% 15,65% 16,20% 16,41% 16,19% 16,28%
2020 17,12% 20,56% 16,94% 15,76% 15,69% 15,85% 14,55% 14,80% 15,50% 16,55% 16,78% 16,27% -
2021 16,41% 16,57% 19,10% 15,76% 16,96% 18,77% - - - - - - -

Orari delle trasmissioni

1954-1957: l'inizio trasmissioni

Dal 3 gennaio 1954 al 31 dicembre 1957, il canale trasmetteva dalle 17:30 alle 23:30 nei giorni feriali (con una pausa che terminava alle 20:45 fino al 2 febbraio 1957 e successivamente dalle 19:00 alle 20:30).

Nei giorni festivi il canale trasmetteva dalle 11 circa alle 23:30 (con una pausa dalle 12:00 alle 15:00 circa e dalle 19:00 alle 20:30, quest'ultima eliminata nel corso del 1957).

1958-1968: il prolungamento

Dal 1º gennaio 1958 al 14 gennaio 1968, le trasmissioni andavano in onda ininterrottamente, nei giorni feriali, dalle 17:30 alle 23:30 circa. Il 2 gennaio 1958, fu inaugurata l'edizione del pomeriggio del Telegiornale.

Nei giorni festivi, dal 5 gennaio 1958 all'autunno 1967 le trasmissioni iniziavano alle 10:15 e terminavano alle 23:30 circa, con una pausa dalle 12.30 alle 15:00 circa. Dall'autunno 1967, le trasmissioni domenicali vennero posticipate alle 11 e la pausa fino alle 13.15 circa.

Dall'estate 1961, inoltre, si verifica una differenziazione di orari del palinsesto estivo rispetto a quello invernale e destinato a durare fino all'estate 1982. Difatti, dall'estate 1961, le trasmissioni riprendevano dalle ore 18/18:30 circa, in luogo delle canoniche ore 17:30.

1968-1980: la programmazione antimeridiana e gli anni dell'austerity

Dal 15 gennaio 1968 al 5 ottobre 1980, le trasmissioni iniziavano alle 12:30 e terminavano alle 23:30 circa, con una pausa pomeridiana dalle 14:00 circa alle 17:00. Per quanto riguarda i giorni festivi, le trasmissioni andavano in onda ininterrottamente dalle 11 alle 23.30 circa a partire dal 21 gennaio 1968, giorno in cui la consueta pausa domenicale (12 - 15) fu definitivamente soppressa.

Per il palinsesto estivo, dall'estate 1968 a quella del 1979, la pausa pomeridiana durava fino alle 18:15, o 18:30 in alcuni casi. Dal 1968 al 1975, inoltre, le trasmissioni mattutine venivano sospese nei mesi di luglio ed agosto, per poi riprendere regolarmente durante il mese di settembre. L'estate 1980 vide l'adeguamento degli orari estivi a quelli della stagione invernale. Tra il dicembre 1973 e il giugno 1974, le trasmissioni si concludevano poco prima delle ore 23, per effetto della politica di austerity varata dal Governo italiano.

Dal 1980: dalla fine della pausa pomeridiana alla copertura h24

Dal 6 ottobre 1980 venne eliminata la pausa pomeridiana invernale (ripresa, però, nelle estati 1981 e 1982).

Nei giorni festivi l'orario di inizio venne anticipato alle 10:00.

Limitatamente alle estati 1980, 1981 e 1982 la pausa pomeridiana durava dalle ore 14:00 alle 17:00, accorciando la sua durata di circa un'ora e mezza dopo quasi venti stagioni estive.

Il 3 ottobre 1983 nacque Pronto, Raffaella? , l'orario nei giorni feriali fu anticipato alle 12:00. Il tempo di fine trasmissioni è stato fissato all'01.00, ad eccezione delle altre due reti generaliste.

A partire dalla stagione 1984/1985, le trasmissioni iniziarono ad essere irradiate sempre prima, iniziando tra 09:00 e le 10:00 circa.

Il 22 dicembre 1986, con l'introduzione della fascia mattutina e quindi anche di Unomattina , l'orario delle trasmissioni venne anticipato alle 07:15 circa. Per quanto riguarda il palinsesto estivo, fino all'estate 1989, le trasmissioni riprendevano alle 12:00. Nell'estate 1990 gli orari estivi si adeguarono a quelli invernali.

Dal 21 dicembre 1991 Rai 1 trasmette 24h/24.

Rai 1 interrompeva le trasmissioni il primo martedì notte del mese con una pausa notturna dalle 04:30 alle 07:00 circa, spazio di tempo in cui veniva utilizzato un monoscopio di tipo Philips PM5544. Lo stesso sistema vigeva anche per Rai 2 il secondo martedì del mese e per Rai 3 il terzo venerdì del mese. Queste prove tecniche non vengono più effettuate dal 5 giugno 2012 .

Dal 2018 circa, Rai 1 dà spazio ad orario variabile al segnale del canale Rai News 24 (tra le ore 02:00 e le 03:00 fino alle 06:30 del mattino).

Note

  1. ^ domenica 3 gennaio la televisione inizia in Italia il suo servizio regolare ( PDF ), in L'Unità , 3 gennaio 1954, p. 7. URL consultato il 5 agosto 2012 (archiviato dall' url originale il 14 marzo 2014) .
  2. ^ a b Sintesi mensile ( PDF ), su auditel.it .
  3. ^ Alcuni programmi sono FTV visibili con smart card Tivùsat o visibili tramite Digital Key
  4. ^ Rai Teche - Dal 1950 al 1959 , su teche.rai.it , teche.rai. URL consultato il 29 gennaio 2011 (archiviato dall' url originale il 15 luglio 2013) .
  5. ^ Rai Teche - Sceneggiati e fiction , su teche.rai.it , teche.rai (archiviato dall' url originale il 18 ottobre 2014) .
  6. ^ Sanremo Story - 1955 , su sanremo.rai.it , sanremo.rai. URL consultato il 29 dicembre 2011 (archiviato dall' url originale l'8 giugno 2012) .
  7. ^ Teche Rai - Dal 1960 al 1969 , su teche.rai.it , teche.rai. URL consultato il 29 dicembre 2011 (archiviato dall' url originale l'11 dicembre 2011) .
  8. ^ Teche Rai - Dal 1970 al 1979 , su teche.rai.it , teche.rai. URL consultato il 29 dicembre 2011 (archiviato dall' url originale l'8 aprile 2012) .
  9. ^ a b Teche Rai - Dal 1980 al 1989 , su teche.rai.it , rai.teche. URL consultato il 29 dicembre 2011 (archiviato dall' url originale il 2 ottobre 2012) .
  10. ^ Sostenne la natura critica di quel riferimento Pippo Baudo, in http://palermo.repubblica.it/dettaglio-news/20:29/3999114 Archiviato il 16 agosto 2016 in Internet Archive . . In realtà la categoria di Antonio Gramsci , da cui il termine è attinto, indica fenomeni culturali che esprimono valori radicati nella tradizione di un intero popolo, in modo da poter interpretare i tratti distintivi e le aspirazioni della civiltà di una nazione.
  11. ^ a b Teche Rai - Dal 1990 al 1999 , su teche.rai.it , rai.teche. URL consultato il 29 dicembre 2011 (archiviato dall' url originale il 10 febbraio 2012) .
  12. ^ La legge Mammì , su archiviostorico.corriere.it , Corriere della sera. URL consultato il 29 dicembre 2011 (archiviato dall' url originale il 1º gennaio 2016) .
  13. ^ Bonolis-Striscia, duello in diretta Gioco vero. No, ecco le prove - la Repubblica.it , su Archivio - la Repubblica.it . URL consultato il 14 aprile 2019 .
  14. ^ Milioni di euro dietro la guerra dei due ex amici - la Repubblica.it , su Archivio - la Repubblica.it . URL consultato il 14 aprile 2019 ( archiviato il 14 aprile 2019) .
  15. ^ Rai HD , su tvblog.it .
  16. ^ Fo, con i miei Papi torno in tv e teatro su Ansa del 15 giugno 2014
  17. ^ Junior Eurovision 2015: Chiara e Martina Scarpari rappresenteranno l'Italia , su eurofestivalnews.com . URL consultato il 2 ottobre 2015 ( archiviato il 26 settembre 2015) .
  18. ^ L'Eurovision "promosso": la finale andrà in onda su Rai Uno , su eurofestivalnews.com . URL consultato il 2 ottobre 2015 ( archiviato il 2 ottobre 2015) .
  19. ^ eurofestival, Finale Eurovision 2016: 3.300.000 telespettatori su Rai1 , su Eurofestival News , 15 maggio 2016. URL consultato il 4 marzo 2017 .
  20. ^ Miss Italia torna su Rai1 per gli 80 anni , ANSA , 2 agosto 2019.
  21. ^ zecchinodoro.org , https://zecchinodoro.org/ . URL consultato il 13 novembre 2019 ( archiviato il 19 novembre 2019) .
  22. ^ IL CANTANTE MASCHERATO , su RAI Ufficio Stampa . URL consultato il 17 febbraio 2020 .
  23. ^ Stefano Coletta è il nuovo direttore di Rai1, ecco il suo curriculum , su TVBlog.it , 14 gennaio 2020. URL consultato il 17 febbraio 2020 ( archiviato il 17 febbraio 2020) .
  24. ^ Il mondo dei doppiatori - Dallas [ collegamento interrotto ] , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  25. ^ Il mondo dei doppiatori - Santa Barbara , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 21 maggio 2012) .
  26. ^ Il mondo dei doppiatori - Julia , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 30 giugno 2012) .
  27. ^ Il mondo dei doppiatori - Anna dai capelli rossi , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 19 dicembre 2012) .
  28. ^ Il mondo dei doppiatori - Biker Mice da Marte , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  29. ^ Il mondo dei doppiatori - Calimero , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  30. ^ Il mondo dei doppiatori - Capitan futuro , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  31. ^ Il mondo dei doppiatori - Charlotte , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 23 dicembre 2011) .
  32. ^ Il mondo dei doppiatori - Cip & Ciop agenti speciali , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 23 dicembre 2011) .
  33. ^ Il mondo dei doppiatori - Darkwing Duck , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 21 maggio 2011) .
  34. ^ Il mondo dei doppiatori - Doug , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  35. ^ Il mondo dei doppiatori - Duck Tales , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  36. ^ Il mondo dei doppiatori - Gargoyles , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 15 settembre 2012) .
  37. ^ Il mondo dei doppiatori - Heidi , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  38. ^ Il mondo dei doppiatori - I Flinstones - Gli antenati , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 20 ottobre 2012) .
  39. ^ Il mondo dei doppiatori - I Pronipoti , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato l'11 ottobre 2012) .
  40. ^ Il mondo dei doppiatori - Il fiuto di Sherlock Holmes , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 22 marzo 2011) .
  41. ^ Il mondo dei doppiatori - L'ispettore Gadget , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  42. ^ Il mondo dei doppiatori - Spiderman, l'Uomo Ragno (1981) , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 2 marzo 2012) .
  43. ^ Il mondo dei doppiatori - La famiglia Addams (1973) [ collegamento interrotto ] , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  44. ^ Il mondo dei doppiatori - La famiglia Addams (1992) [ collegamento interrotto ] , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  45. ^ Il mondo dei doppiatori - La principessa Sissi , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 12 marzo 2013) .
  46. ^ Il mondo dei doppiatori - Le avventure di Tin Tin , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  47. ^ Il mondo dei doppiatori - Le ricette di Arturo e Kiwi , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  48. ^ Il mondo dei doppiatori - L'Orso Yoghi [ collegamento interrotto ] , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  49. ^ Il mondo dei doppiatori - Madamoiselle Anne , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  50. ^ Il mondo dei doppiatori - Mazinga Z , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 6 marzo 2013) .
  51. ^ Il mondo dei doppiatori - Quasimodo , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 16 luglio 2013) .
  52. ^ Il mondo dei doppiatori - Remì , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 2 marzo 2012) .
  53. ^ Il mondo dei doppiatori - Sandokan , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  54. ^ Il mondo dei doppiatori - Sei in arresto! , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  55. ^ Il mondo dei doppiatori - Tale Spin , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 ( archiviato il 5 novembre 2011) .
  56. ^ Il mondo dei doppiatori - Tommy & Oscar , su antoniogenna.net , Il mondo dei doppiatori. URL consultato l'8 gennaio 2012 .
  57. ^ il mondo dei doppiatori Wheel Squad , su Il mondo dei doppiatori , AntonioGenna.net.
  58. ^ Pagina Archiviato il 23 dicembre 2007 in Internet Archive . dedicata alle notizie relative ai mondiali del 2010 in Sudafrica
  59. ^ Accordo RAI-Sky per Mondiali 2010 e 2014 , su gazzetta.it . URL consultato il 13 gennaio 2009 ( archiviato il 14 gennaio 2009) .
  60. ^ Champions League su RAI e Sky fino al 2012 , su gazzetta.it . URL consultato il 13 gennaio 2009 ( archiviato il 12 dicembre 2008) .
  61. ^ RAI: ACCORDO CON SKY PER CHAMPIONS LEAGUE IN CHIARO, NAZIONALE IN ESCLUSIVA FINO AL 2022 , su ufficiostampa.rai.it .
  62. ^ Dati Auditel , su auditel.it .

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF ( EN ) 142134183 · LCCN ( EN ) no2002087810 · BNF ( FR ) cb14042417v (data) · WorldCat Identities ( EN ) lccn-no2002087810