México

Da Wikipédia, a enciclopédia livre.
Ir para a navegação Ir para a pesquisa
Disambiguation note.svg Desambiguação - Se você estiver procurando por outros significados, consulte México (desambiguação) .
México
México - Bandeira México - Brasão de armas
( detalhes ) ( detalhes )
México - Localização
Dados administrativos
Nome completo Estados Unidos Mexicanos
Nome oficial Estados Unidos Mexicanos
Línguas oficiais Espanhol e 68 outras línguas nativas
Capital Brasão do Distrito Federal Mexicano.svg Cidade do México (9.209.944 hab. / 2020)
Política
Forma de governo República presidencial federal
Presidente Andrés Manuel López Obrador
Independência da Espanha ,
Declaração:
16 de setembro de 1810
Consumo:
27 de setembro de 1821
Entrada na ONU 21 de novembro de 1945 1
Superfície
Total 1.964.375 km² ( 14º )
% de água 2,5%
População
Total 129.976.073 [1] hab. (04/10/2021) ( 10º )
Densidade 66 habitantes / km²
Taxa de crescimento 1,06% (2020)
Nome dos habitantes Mexicanos
Geografia
Continente América ( Norte )
Fronteiras Estados Unidos da América , Belize e Guatemala
Jet lag de UTC-8 a UTC-6
Economia
Moeda Peso mexicano
PIB (nominal) $ 1 177 398 [2] milhões (2012) ( 14º )
PIB per capita (nominal) 10 059 $ (2012) ( 67º )
PIB ( PPP ) $ 1 798 353 milhões (2012) ( 12º )
PIB per capita ( PPP ) 15 363 $ (2012) ( 67º )
ISU (2020) 0,779 (alto) ( 74º )
Fertilidade 2,13 (2018) [3]
Vários
Códigos ISO 3166 MX , MEX, 484
TLD .mx
Prefixo tel. +52
Autom. MEX
Hino Nacional Himno Nacional Mexicano
feriado nacional 16 de setembro
México - Mapa
1 É um dos 51 estados que deram origem à ONU em 1945
Evolução histórica
Estado anterior Bandera del Segundo Imperio Mexicano (1864-1867) .svg Segundo império mexicano

Coordenadas : 23 ° N 102 ° W / 23 ° N 102 ° W 23; -102

México (em espanhol : México [4] ; em Nahuatl : Mēxihco ), oficialmente os Estados Unidos Mexicanos (em espanhol : Estados Unidos Mexicanos ; em Nahuatl : Mēxihcatl Tlacetilīlli Tlahtohcāyōtl ), é uma democracia representativa composta por trinta e duas entidades federativas ( 31 estados e a Cidade do México ). De acordo com a Constituição mexicana, a sede do poder da federação e a capital do estado é a Cidade do México . Ocupa a parte sul da América do Norte e a parte norte da América Latina . O México faz fronteira ao norte com a fronteira com os Estados Unidos da América , a leste com o Golfo do México e o Mar do Caribe , a sudeste com Belize e Guatemala e a oeste com o Oceano Pacífico . Com uma área de 1.972.550 km², o México é o 14º maior país do mundo enquanto, com mais de 129.976.000 habitantes, [5] , além de ser o décimo país mais populoso do mundo , é também o espanhol mais populoso - estado de língua e o segundo maior estado católico depois do Brasil . O espanhol é falado no México com muitas línguas indígenas oficialmente reconhecidas.

A ocupação humana neste território remonta a cerca de onze mil anos atrás, e desde então vários povos se sucederam, tanto fazendeiros da Mesoamérica quanto nômades. Após a conquista espanhola, o México iniciou sua luta pela independência política em 1810. Posteriormente, por quase um século o país foi envolvido em uma série de guerras internas e invasões estrangeiras que tiveram um forte impacto em todas as áreas da vida mexicana. Durante a maior parte do século 20 (principalmente na primeira metade), houve um período de forte crescimento econômico no contexto de uma política dominada por um único partido político.

Em volume nominal do produto interno bruto (PIB), o México é considerado a 14ª maior economia do mundo. [2] No entanto, a distribuição da riqueza é extremamente desigual, tanto que os índices de desenvolvimento humano podem variar enormemente de região para região do país. [6] [7] Durante boa parte do século XX, a principal fonte de riqueza do país foi o petróleo , embora o processo de industrialização do país tenha permitido a diversificação da economia. As remessas de trabalhadores estrangeiros aumentaram ano a ano e representam 3% do PIB, constituindo uma importante fonte de divisas para o país, juntamente com as receitas das exportações de petróleo e turismo. [8] [9] Após a captura de Pablo Escobar , a luta pelo controle das rotas de drogas para os Estados Unidos da América através do México produziu uma verdadeira guerra civil entre os vários cartéis de drogas , o que resultou em mais de 100.000 mortes.

O México é uma potência regional [10] [11] e um dos quatro países latino-americanos, juntamente com Chile , Colômbia e Costa Rica, a ser membro da Organização para a Cooperação e Desenvolvimento Econômico (OCDE).

Etimologia

Desde sua criação como um estado federal, o nome oficial do país é Estados Unidos Mexicanos, embora os termos da nação mexicana e dos Estados Unidos Mexicanos ( Nación Mexicana e Estados Unidos Mexicanos ) tenham sido usados ​​indiscriminadamente na Constituição de 1824 . [12] A Constituição de 1857 formalizou o uso do nome de República Mexicana, embora a expressão Estados Unidos Mexicanos também tenha sido usada no texto. [13] A atual Constituição, promulgada em 1917 , estabelecia que o nome oficial do país era Estados Unidos Mexicanos.

A palavra México deriva de Mēxihco [me: ʃiʔko], o nome pelo qual os astecas designavam sua capital. Existem várias hipóteses sobre o significado da palavra Mēxihco e uma etimologia proposta sugere que ela poderia ser interpretada como "lugar [onde Mēxitli (ou Mēxtli, ou Metztli ) vive", um nome da divindade de guerra dos astecas. [14] Outra corrente identifica as palavras metztli ( lua ), xictli (centro) e -co (no lugar): desta forma, o nome México significaria "No centro da Lua" ou "No centro do lago da lua. ", entretanto a última interpretação é pouco reconhecida. [15]

Alguns autores (especialmente na Espanha ) preferem a variante Méjico ao verdadeiro e correto termo México . [16] Ambas as formas são consideradas corretas pela língua espanhola, que no entanto sugere a forma do México e o uso de "x" em todas as palavras derivadas dela. [17] Historicamente, a maioria dos países de língua espanhola usam o "x".

História

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: História do México .

Época pré-hispânica e civilização pré-colombiana

O passado do México mostra uma grande diversidade de civilizações. Como o resto da América, os primeiros habitantes do país foram provavelmente caçadores asiáticos que cruzaram o estreito de Bering na época das grandes glaciações . O território mexicano foi habitado por caçadores e coletores a partir de cerca de 11.000 anos atrás. [18] A agricultura começou a se desenvolver no 9º milênio aC , embora o cultivo do milho , o mais importante da região, não tenha começado até o 5º milênio aC. A cerâmica , um importante sinal do nascimento de uma sociedade sedentária, foi introduzida por volta de 2500 aC, que é aceita como a data de início da civilização mesoamericana . Enquanto as populações do deserto do norte continuaram a sobreviver graças à caça e coleta, na parte sul do México a agricultura permitiu a transição das sociedades igualitárias do antigo período pré-clássico (entre os séculos 25 e 16 aC ) - com base no gênero diferenças., idade e parentesco - às sociedades mais complexas do período pré-clássico mediano.

Quetzalcoatl , uma das principais divindades da Mesoamérica
Teotihuacan , construída entre 300 e 150 AC
El Castillo na cidade de Chichén Itzá (cidade maia )

Do século 12 aC até a conquista espanhola em 1492, o México foi o lar de civilizações avançadas, tais como:

Os olmecas (apogeu de 1200 aC a 500 aC)

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Olmecas .

A cultura e a arte olmeca ainda são pouco conhecidas. Embora os seus restos sejam poucos (chefe olmeca de La Venta , ver em particular o Museu de Antropologia de Xalapa ), estima-se que a sua influência na civilização de outros países foi decisiva (a invenção da escrita e do calendário , o culto do onça e o deus da chuva ). Todas as civilizações da Mesoamérica, portanto, referem-se à Olmeca.

A civilização Teotihuacán (100 AC a 650 DC)

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Teotihuacan .

Teotihuacan foi a maior cidade-estado pré-colombiana e dominou a civilização de mesmo nome. É um dos sítios arqueológicos mais visitados do México. Ele fez sua influência ser sentida do Novo México à Costa Rica . No século VIII, Teotihuacan começou a declinar e vários estados hostis surgiram na região. No século 10, esses estados haviam exaurido suas forças, assim como as primeiras tribos Chichimeche chegaram do deserto do norte. Enquanto isso, no nordeste os Oásis - povos americanos criaram sua própria civilização, cujos vestígios mais importantes em território mexicano estão localizados em Paquimé .

Zapotecas (apogeu de 200 a 700)

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Zapotecas .

Estabelecidos principalmente no atual estado de Oaxaca , eles formaram cidades-estado teocráticas. Hoje, 400.000 pessoas ainda falam zapoteca . Um dos principais sítios arqueológicos é o de Monte Albán .

Os maias (apogeu de 200 a 900)

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Maya .

Essa maia foi uma das civilizações mais avançadas da era pré-colombiana, caracterizada pelo desenvolvimento de importantes centros cerimoniais (cujo símbolo é o templo em forma de pirâmide escalonada). Eles fundaram a cidade de Chichén Itzá , uma das cidades mais importantes do México pré-hispânico, e Palenque .

Os toltecas (apogeu de 1000 a 1200)

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: toltecas .

Os toltecas inauguraram a era do sacrifício humano, pondo fim aos rituais pacíficos. A capital tolteca era a cidade de Tula .

Os astecas (apogeu de 1200 a 1500)

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Astecas .

Esse povo passou em pouco menos de 200 anos do status de uma tribo nômade para o de um império estendido por um vasto território do centro do México. A capital do império asteca era Tenochtitlan , que se tornou a atual Cidade do México após sua destruição em 1521 pelo trabalho dos conquistadores espanhóis. O império entrou em colapso logo depois, em 1525 .

The Conquer

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: conquista do império asteca e colonialismo espanhol .
Massacre de cholula

Em 1517 os espanhóis com Francisco Hernández de Córdoba chegaram à costa da península de Yucatán de Cuba . Diego Velázquez de Cuéllar enviou 4 navios comandados por seu sobrinho Juan de Grijalva em 1518 . Uma terceira expedição em 1519 , liderada por Hernán Cortés , desembarcou em Cozumel . Os espanhóis foram inicialmente recebidos pacificamente pelo imperador asteca Montezuma , pois de acordo com sinais de alerta e lendas antigas, os homens de Cortes foram confundidos com emissários de Quetzalcoatl , uma das principais divindades astecas.

Cuitláhuac e Cuauhtémoc foram os últimos líderes do Império Asteca . O primeiro foi derrotado pelos invasores de 30 de junho de 1520 e morreu pouco depois na ' epidemia de varíola . Cuauhtémoc, abandonado pela maioria de seus aliados, foi capturado e morto pelos espanhóis em 1521 . No outono de 1521 o Império Asteca caiu devido aos exércitos espanhóis compostos principalmente de Tlaxcalteca . Após dois meses e meio de cerco, Tenochtitlán foi conquistado e, em um ano, os espanhóis assumiram o controle de todo o país e então subjugaram os reinos independentes. Quase todos os povos mesoamericanos foram submetidos nos cinco anos após a queda de Tenochtitlan. No entanto, os grupos semi-nômades no norte continuaram a resistência até quase o século 20 , quando os Yaqui negociaram um armistício com o exército mexicano.

Os soldados espanhóis chegaram acompanhados por missionários que converteram os nativos ao catolicismo . Entre os religiosos que chegaram ao país estavam Vasco de Quiroga , Motolinía , Martín de Valencia , Bernardino de Sahagún , Diego de Landa , Junípero Serra , Sebastián de Aparicio e Bartolomé de Las Casas .

Vice-Reino da Nova Espanha

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Vice - Reino da Nova Espanha .
Nova espanha

Após a queda de Tenochtitlán , Hernán Cortés assumiu o governo do país proclamando-se comandante geral e iniciando a conquista de um vasto império colonial conhecido como Nova Espanha . O território, além do México, passou a cobrir grande parte do sul dos atuais Estados Unidos (incluindo Califórnia , Arizona , Novo México e Texas ). Algumas das principais cidades mexicanas foram fundadas, como a Cidade do México (sobre as ruínas de Tenochtitlán ), Guadalajara , Puebla e Monterrey , Querétaro .

A partir de 1535, a administração da Nova Espanha foi confiada a um vice-rei. O primeiro foi Antonio de Mendoza nomeado por Carlos V.

Nesse período, a pátria-mãe espanhola se enriqueceu com as atividades de mineração ( ouro e prata ) e agricultura (cultivo da cana-de-açúcar e café ). Os portos de acesso ao comércio no país eram Veracruz (no Golfo do México ) e Acapulco (no Oceano Pacífico ). No nível humano, a população indígena foi reduzida em 80% devido a epidemias e massacres. Estima-se que antes da chegada dos europeus, o México central possuía 25 milhões de habitantes. Destes, pouco mais de um milhão permaneceu por volta de 1650 (deve-se lembrar que alguns deles se fundiram com os colonos espanhóis e escravos africanos).

Os três séculos de dominação espanhola ( 1525 - 1821 ) coincidiram com o estabelecimento do México como uma nação latina, hispânica, católica e mestiça como a conhecemos hoje. Arquitetura, gastronomia, festas e estrutura familiar ainda são amplamente influenciadas por esses três séculos de dominação espanhola.

Apesar da destruição generalizada resultante da colonização do México, uma forma de arte colonial se desenvolveu a partir do século XVI .

Independência

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tema em detalhes: Guerra da Independência do México e República de Yucatán .

Revoltas separatistas eclodiram simultaneamente em várias regiões da América Latina , incluindo o México. Em 1809, o herói da independência Melchor de Talamantes morreu. Em 16 de setembro de 1810 , um padre crioulo , Miguel Hidalgo y Costilla (agora um herói nacional), deixou o que hoje é a cidade de Dolores Hidalgo, no estado de Guanajuato, para liderar um exército formado por aldeões e povos indígenas contra o domínio espanhol . A conquista da cidade começou com sucesso, ocorrida em 1811 . O movimento começou a se expandir. Crioulos (colonos brancos no poder da economia local), mestiços e indígenas aliaram-se contra os gachupinos (espanhóis nascidos nas metrópoles ao leme do poder político). O primeiro ato de independência foi assinado em 6 de novembro de 1813 , sob o nome de Ato Solene da Declaração de Independência da América do Norte . O Ato de Independência do México foi finalmente assinado em 28 de setembro de 1821 .

Em 4 de outubro de 1824 , o México dotou-se de uma constituição , assim nasceu a república .

No outono de 1835, os colonos anglófonos do Texas (85% da população) se rebelaram contra a autoridade do México (após a Batalha do Álamo ), proclamando a " República do Texas " em março de 1836 . Guatemala e a efêmera República de Yucatán declaram secessão . Este último será reintegrado pelo México após duas tentativas.

O século dezenove

Em dezembro de 1861 , Espanha , França e Reino Unido exigiram o pagamento das dívidas que o México lhes devia e montaram seus navios em frente ao porto de Veracruz , onde o "vômito negro" ( febre amarela ) era galopante. Eles foram autorizados a desembarcar para prosseguir com as negociações.

Apesar disso, no entanto, em 1862 o país foi invadido por uma expedição procurada por Napoleão III (a Espanha e o Reino Unido retiraram seus pedidos) que culminou na conquista do país e no estabelecimento do Império Mexicano do Arquiduque Maximiliano de Habsburgo , que então foi fuzilado por ordem do presidente republicano Benito Juárez em 19 de junho de 1867 junto com os generais conservadores Miguel Miramón e Tomás Mejía .

Guerra Mexicano-Americana

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Guerra mexicana-americana .
Evolução do território mexicano

O Texas , que se declarou independente, foi posteriormente anexado aos Estados Unidos . Em 1846, o México reivindicou o território entre o Rio Grande e o Rio Nueces (localizado rio 300 km ao norte do Rio Grande). A guerra estourou entre o México e os Estados Unidos, que durou de 1846 a 1848 .

As tropas dos EUA invadiram e ocuparam o país de 1847 a 1848 . Após a Batalha de Chapultepec , em 14 de setembro de 1847 , as tropas americanas hastearam a bandeira americana no Palácio Nacional: a Cidade do México foi ocupada.

A guerra terminou com a assinatura do Tratado de Guadalupe Hidalgo , com o reconhecimento do Rio Grande pelo México como fronteira com o Texas. O México também cedeu mais de 40% de seu território aos Estados Unidos da América, aproximadamente 2 000 000 km² . Os estados da Califórnia , Novo México , Arizona , Nevada , Utah , a maior parte do Colorado e Wyoming tornaram-se territórios dos Estados Unidos após aguerra México-Estados Unidos .

Em 1857 , foi promulgada a Constituição, que governou as instituições políticas mexicanas até 1917 .

A presidência de Porfirio Díaz: El Porfiriato

Herói da guerra contra os franceses, Porfirio Díaz tornou-se presidente do México em 1876 . Sua presidência durou até 1911 , envolvendo um longo período de estabilidade. Seu trabalho foi caracterizado pela paz, progresso e abertura do país a investidores estrangeiros. As reformas modernizaram e enriqueceram o país, mas isso não beneficiou a todos e o fosso entre ricos e pobres aumentou. A distribuição dos votos nas eleições e a insatisfação de algumas classes, principalmente da classe média, deram início à Revolução .

Revolução

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Revolução Mexicana .

Porfirio Díaz, no poder há trinta anos, queria participar das eleições presidenciais de 1910 , como Francisco Madero . Díaz prendeu Madero, apenas para ser libertado. Díaz venceu a eleição. Madero obteve apenas algumas centenas de votos em todo o país. Muitas pessoas acreditaram que tinha havido fraude flagrante e, incitadas por Madero, rebelaram-se. A Guerra Civil Mexicana, também chamada de Revolução Mexicana , começou em 20 de novembro de 1910 .

Durante a revolução maderista (a primeira fase da grande revolução mexicana), Díaz enfrentou numerosas rebeliões, incluindo a de Pancho Villa no norte e a de Emiliano Zapata principalmente no estado de Morelos . Em maio de 1911 , após a captura de Ciudad Juárez , Díaz, que queria evitar uma guerra civil (já em curso), optou pelo exílio na França .

A revolução degenerou em uma luta pelo poder entre os revolucionários. O presidente Francisco Madero (revolucionário) foi assassinado por Victoriano Huerta (reacionário) que se autoproclamou presidente. Com o Plano Guadalupe, os revolucionários liderados por Venustiano Carranza , Pancho Villa e Emiliano Zapata decidiram vingar Madero. No entanto, após a deposição de Huerta em 1914 , os conflitos entre os Constitucionalistas de Carranza e os Convencionais de Villa e Zapata resultaram em uma nova e muito sangrenta guerra civil. Zapata foi assassinado em 1919 , Carranza em 1920 e Pancho Villa em 1923 .

A revolução terminou oficialmente em 1917 , data da nova Constituição do México , mas a violência durou até 1930 (assassinato de Álvaro Obregón em 1928 ). Outra onda de violência se seguiu às medidas anticlericais adotadas pelo governo de Plutarco Elías Calles em 1926 : a chamada revolta dos cristeros .

A revolta dos "cristeros"

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Guerra Cristera e Cristeros .

O período de agitação também continuou entre 1926 e 1929 , devido à revolta "cristã". A Constituição aprovada em 1917 previa uma separação clara entre igreja e estado . Em 1926, o governo pretendia dar cumprimento integral ao ditame constitucional, passando a prever a requisição de muitos bens eclesiásticos, o fechamento de muitas escolas católicas e a supressão de ordens religiosas , impedindo efetivamente a possibilidade de se tornar frade ou freira, privando o Estado civil e direito de votar em religiosos e chegar para prender aqueles que batizaram seus filhos ou que tenham manifestado a intenção de seguir a vida religiosa. Em algumas cidades, os funcionários públicos foram forçados a escolher se desistiam de sua fé ou de seus empregos.

O mundo católico , após os primeiros protestos de rua, coleta de assinaturas e boicotes, deu origem à Liga Nacional para a Liberdade Religiosa , composta e apoiada pelos membros da Ação Católica . Num segundo momento, face ao agravamento das condições dos católicos e ao clima de perseguição que se tinha criado, nasceu um ramo favorável às acções de guerra, denominado "cristero" (de "Viva Cristo Re", lema dos combatentes) que engajado em batalhas, especialmente no sul do México, com grupos do exército para obter uma reforma da Constituição . O governo reprimiu com força todas as formas de oposição, dando origem a execuções públicas, mesmo de membros não violentos da Liga, acusados ​​apenas de professar publicamente a fé católica.

Muitos membros da Ação Católica e da Liga foram beatificados , durante a segunda metade do século XX, pela Igreja Católica, ao testemunhar sua fé até o martírio, sem nunca usar a violência como meio de luta cultural ou política. Em 1929, incapaz de conter as numerosas revoltas e estando à beira de perder a guerra civil, o governo chegou a um acordo com a Igreja Católica , que previa o respeito, pelo menos formal, da liberdade religiosa. Alguns dos "cristeros" mais extremistas não compartilhavam do acordo, entretanto, continuando, por mais uma década, a se opor às escolhas do governo. O governo, por outro lado, nunca respeitou os acordos e, uma vez cessadas as hostilidades, prendeu e fuzilou todos os ex-combatentes que encontrou. As leis anticlericais aprovadas por Calles permaneceram em vigor, no entanto, apesar da guerra civil e dos acordos.

Para lembrar, no contexto histórico, a incansável atividade voltada para a conquista dos direitos das mulheres de Elvia Carrillo Puerto (1881-1967), líder do sufrágio no México.

México moderno

Com a morte de Álvaro Obregón , Calles tornou-se o Jefe máximo de la Revolución . Em março de 1929 fundou o Partido Nacional Revolucionário , com o objetivo de controlar os vários políticos e colocar-se à frente do partido. Para evitar conflitos entre os generais, nomeou o civil Emilio Portes Gil como Presidente da República para o período de 1928 a 1930 . Calles teve que lutar contra uma conspiração militar liderada pelo general José Gonzalo Escobar . A década de 1930 foi marcada pela presidência de Lázaro Cárdenas del Río de 1934 a 1940 , que se propôs a fazer do México um país socialista à imitação da URSS . O Partido Revolucionário Institucional (PRI) assumiu o poder em 1946 e governou o país implacavelmente por 54 anos até 2000 , configurando assim um regime autoritário centralista durante o qual a Guerra Zapatista em Chiapas começou entre os zapatistas e o governo em 1º de janeiro de 1994 . [19] Alle elezioni del 2000 vinse invece Vicente Fox , candidato del Partito Azione Nazionale (PAN) (conservatore cristiano-democratico), favorendo la nascita di nuovi equilibri tra partiti politici . Nel 2006 vinse nuovamente il PAN , con l'elezione di Felipe Calderón , che avviò la guerra alla droga data la presenza dei cartelli messicani specializzati in narcotraffico. Nel 2012 tornò al potere il Partito Rivoluzionario Istituzionale con la vittoria di Enrique Peña Nieto , che si presentò come personaggio in grado di dare un nuovo volto al Messico. Il 24 febbraio 2013 viene fondato il Grupos de Autodefensa Comunitaria de Michoacán per contrastare il cartello locale . Nel 2018 si è registrato un cambiamento di rotta: il partito Movimento di Rigenerazione Nazionale del socialista Andrés Manuel López Obrador ha vinto le elezioni contro il PRI e il PAN, e Obrador è risultato il presidente messicano più ideologicamente a sinistra degli ultimi decenni.

Geografia

Secondo alcuni geografi il territorio messicano fa geofisicamente parte dell' America centrale , grazie all' Istmo di Tehuantepec ma geopoliticamente è considerato parte dell' America settentrionale , insieme con il Canada e gli Stati Uniti .

La sua superficie è di 1 964 375 km² , con una superficie continentale di 1 959 248 km² e una insulare di 5 127 km². Il Messico occupa il 14º posto tra paesi più estesi del mondo .

Ha un'estensione delle coste pari a 11 122 km e occupa il secondo posto in America dopo il Canada per chilometri di costa.

Il territorio è in gran parte montuoso; fanno eccezione la penisola dello Yucatán e le coste sul Golfo del Messico . Diversi rilievi superano i 4 000 m o addirittura i 5 000 m; la cima più alta è quella del Citlaltépetl (Pico de Orizaba) (5.610 m), che fa parte della Fascia Vulcanica Trasversale . Le principali catene montuose sono la Sierra Madre Occidentale e la Sierra Madre Orientale , tra le quali si estende l'Altopiano Centrale del Messico (in cui sorge Città del Messico).

Fra i numerosi fiumi del paese il più importante è il Río Bravo , che traccia il confine con gli Stati Uniti e sfocia nel Golfo del Messico.

Divise tra oceano Atlantico e oceano Pacifico si trovano numerose isole , le quali tutte assieme arrivano a una superficie di 5 073 km² ; le principali sono: le Revillagigedo ( Socorro , Clarión , San Benedicto , Roca Partida ), e le isole Marías , nel Pacifico; le isole Guadalupe , Cedros , Ángel de la Guarda , Coronado , Rocas Alijos , Isola di Tiburón , Isla del Carmen , di fronte alla penisola della Bassa California e le coste di Sonora ; e quelle di Ciudad del Carmen , Cozumel , Isla Mujeres . Inoltre il Messico presenta varie paludi , lagune e deserti e anche foreste tropicali e bellissime coste.

Morfologia

Il vulcano Citlaltépetl con i suoi 5 610 m sul livello del mare
Il vulcano Popocatépetl con i suoi 5 452 m sul livello del mare

La morfologia dello stato messicano presenta paesaggi accidentati e una moltitudine di vulcani . Il territorio è solcato dalla Sierra Madre Orientale e dalla Sierra Madre Occidentale , che sono il prolungamento delle Montagne Rocciose . La Sierra Madre Occidentale termina nel Nayarit , all'incidenza con la Fascia Vulcanica Trasversale . Da qui, parallelamente alla costa dell' Oceano Pacifico , corre la Sierra Madre del Sud .

La prolungazione a sud-est della Sierra Madre Orientale è nota come Sierra Madre de Oaxaca o de Juárez che, con la Sierra Madre del Sud si conclude nell' Istmo di Tehuantepec . A est di questa regione si trova l'altopiano centrale del Chiapas e la Sierra Madre de Chiapas , che ha il suo culmine nel vulcano Tacaná a 4 117 m sul livello del mare .

Formazioni geografiche tra le più caratteristiche del territorio messicano sono la penisola di Bassa California , nel nord-ovest, e la penisola dello Yucatán a sud-est. La prima è percorsa da nord a sud da una catena montuosa che prende il nome di Sierra de Baja California , Sierra de San Francisco o de la Giganta. Il suo punto più alto è il vulcano di Tres Vírgenes . La penisola dello Yucatán, al contrario, è una piattaforma di calcare quasi completamente pianeggiante.

Situato all'interno dell'arco compreso tra la Sierra Madre Orientale , l' Occidental e la Fascia Vulcanica Trasversale si trova l' altopiano centrale del Messico , idealmente diviso in due parti dalle piccole colline di Zacatecas e San Luís. La parte settentrionale è più arida e posta a un livello altimetrico inferiore rispetto a quella meridionale. Si trova il deserto di Chihuahua e il semideserto di Zacatecas. A sud delle colline si trova una fertile regione del Bajío con numerose valli fresche o temperate, come la Meseta Tarasca, la valle di Toluca, e la Poblano-Tlaxcalteca. Nella metà meridionale di questo altipiano si concentra la maggior parte della popolazione messicana.

Tra la Fascia Vulcanica Trasversale e la Sierra Madre del Sur è situata la Depresión del Balsas e la Tierra Caliente de Michoacán , Jalisco e Guerrero. A est, attraversando la Sierra Mixteca si trovano le Valli centrali di Oaxaca, circondate da montagne impervie che rendono difficile sia l'accesso sia le comunicazioni.

Vulcani attivi

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Vulcani del Messico .
I maggiori vulcani del Messico

Idrografia

Il Cañón del Sumidero del fiume Grijalva nel Chiapas

I fiumi messicani sono raggruppati in tre bacini idrografici . Il bacino che versa nell' oceano Pacifico , il bacino del Golfo del Messico e un bacino interno. Il più lungo fiume messicano è il Rio Bravo/Grande , che getta le sue acque nel Golfo del Messico . Scorre per una lunghezza di 3 034 km , e segna la frontiera con gli Stati Uniti d'America per buona parte del suo corso. Altri fiumi che si gettano nel Golfo sono l' Usumacinta , che segna parte della frontiera con il Guatemala , il Grijalva e il Pánuco , il cui bacino appartiene alla Valle del Messico .

Nel versante Pacifico si trova il fiume Lerma che getta le sue acque nel lago di Chapala , dal quale fuoriesce il fiume Rio Grande de Santiago . Altri grandi fiumi sono il Balsas , di vitale importanza per le città degli altopiani del Messico, il Sonora , Fuerte , Mayo e Yaqui , che sostengono la prospera agricoltura nel nord-ovest del paese, e il fiume Colorado , condiviso con Stati Uniti.

I fiumi interni, vale a dire quelli che non scorrono verso il mare, presentano spesso basse portate. Il principale è il fiume Casas Grandes che scorre tra gli Stati di Chihuahua , Nazas e Durango . La maggior parte dei fiumi in Messico presenta basse portate, e quasi nessuno è navigabile.

In Messico sono presenti numerosi laghi e lagune , anche se spesso di dimensioni modeste. Il più grande corpo d'acqua interno è il lago di Chapala nello Stato di Jalisco , anche se a causa dello sfruttamento intensivo è a rischio di estinzione. Altri laghi principali comprendono il lago Patzcuaro , il lago Zirahuén e il lago Cuitzeo , tutti all'interno del Michoacán . In aggiunta, la costruzione di dighe ha portato alla formazione di laghi artificiali, come il lago de Mil Islas in Oaxaca .

Clima

Il Messico è un paese con una gran diversità climatica. La posizione geografica del paese lo colloca in due zone ben distinte separate dal Tropico del Cancro . Questo parallelo potrebbe separare idealmente il Paese in una regione tropicale e una regione temperata. Tuttavia, la topografia e la presenza degli oceani hanno una grande influenza nella formazione della mappa climatica messicana.

Deserto arido in Bassa California
Foresta tropicale in Chiapas
Boschi montani nello stato di Messico
Altipiano centrale nello stato di Hidalgo
Altipiano in San Luis Potosí
Territorio insulare in Quintana Roo

In questo modo, in Messico si possono trovare i climi freddi delle cime montane a poche centinaia di chilometri dai climi più caldi della piana costiera . I climi più estremi sono quello dello Stato di Chihuahua , dove si registrano temperature tra le più basse del paese che possono toccare i −20 °C , e quello del deserto di Sonora , dove talvolta si superano i 45 °C. Si presenta poi una regione dal clima caldo e piovoso lungo le pianure costiere del Golfo del Messico e del Pacifico . Questa regione presenta temperature comprese tra 15,6 °C e 40 °C. Un'altra regione dal clima caldo è quella compresa tra 614 e 830 m sul livello del mare , dove le temperature variano tra 16,7 °C della media di gennaio e 21,1 °C di luglio. La regione fredda è quella compresa tra i 1 830 m sul livello del mare ei 2 745 m.

Un clima temperato semi-umido presenta temperature che variano tra 10 e 20 °C , con precipitazioni non superiori ai 1 000 mm all'anno. A un'altitudine superiore ai 1 500 m , la presenza di questo ambiente dipende dalla latitudine della regione. In aree con tali condizioni meteorologiche, le gelate sono una costante che si verifica ogni anno.

Un secondo tipo di clima è quello caldo-umido e caldo semi-umido. In aree con questo clima, piove durante l'estate o per tutto l'anno. Le piogge raggiungono i 1 500 mm annui con temperature medie tra 24 e 26 °C . Le aree con questo clima si trovano prevalentemente lungo la piana costiera del Golfo del Messico, dell' oceano Pacifico , dell' Istmo di Tehuantepec , nel nord del Chiapas e nella penisola dello Yucatán .

Il clima tropicale secco presenta varietà rispetto ai climi elencati in precedenza. Si localizza lungo le pendici della Sierra Madre Occidentale e Orientale , nei bacini superiori dei fiumi Balsas e Papaloapan , così come in alcune regioni dell' Istmo di Tehuantepec , della penisola dello Yucatán e dello Stato del Chiapas . Il clima tropicale secco è, quindi, quello che si presenta sulla regione più vasta tra i climi estremi caldi del Messico.

Le zone temperate sono quelle regioni in cui la pioggia annuali sono inferiori ai 350 mm . La temperatura media annuale varia tra 15 e 25 °C , e il tasso delle precipitazioni è altamente variabile. La maggior parte del territorio messicano che si trova a nord del Tropico del Cancro presenta queste caratteristiche.

La stagione umida va da maggio a ottobre. In media piove 70 giorni all'anno. La caratteristica dominante, tuttavia, è la mancanza di precipitazioni in più parti del territorio, un dato di fatto connesso alle presenza di alte montagne che ostacolano l'avanzata delle nuvole cariche di pioggia e che fanno da cornice all'altopiano messicano. Nella zona temperate degli altopiani la media è 635 mm di pioggia all'anno. Nelle regioni più fredde, ad alta quota, si registrano tassi di 460 mm. Nell'area semidesertica a nord dell'altopiano messicano si registrano appena 254 mm di pioggia all'anno. In contrasto con l'aridità di questa regione (in cui si concentra l'80% della popolazione messicana), in alcune aree del paese si registrano quasi 1 000 mm di precipitazioni annuali, con punte di 3 000 mm.

La temperatura media del paese è di circa 19 °C .

Società

Demografia

Con una popolazione di quasi 130 milioni di abitanti, il Messico è la decima nazione più popolata del mondo ed è, subito dopo il Brasile, il Paese più popolato dell'America Latina. Il 60% della popolazione è costituita da meticci, di discendenza mista europea (prevalentemente spagnola) e indigena. Gli amerindi, appartenenti a varie nazioni indigene (come i maia ), rappresentano il 20% dei messicani.

Il 16% degli abitanti è invece di origine europea. Si tratta soprattutto di persone di origine spagnola, anche se vi sono italiani , francesi , tedeschi , polacchi , russi e inglesi . Circa 4 000 italiani vennero nella seconda metà dell' Ottocento e crearono alcune colonie di italo-messicani ancora esistenti (come Chipilo , vicino a Puebla ). Il restante 4% della popolazione è composta da africani , ebrei , arabi , turchi , cinesi e giapponesi .

Il Messico è lo Stato che ospita il maggior numero di statunitensi che vivono al di fuori degli USA. Ciò è dovuto in primo luogo ai legami economici, sempre più importanti, fra i due Paesi a seguito agli accordi di libero commercio firmati con USA e Canada (NAFTA, operativo dal gennaio 1994). Inoltre, gli statunitensi considerano il Messico un'ottima meta di ritiro dalla vita frenetica: questo vale in particolare per San Miguel e per altre località della Bassa California. In Messico coesistono 56 differenti etnie indigene, le quali affondano le loro radici nella storia precedente al colonialismo europeo. Dalla Sinaloa al Chiapas vivono 10 milioni di nativi americani . Il Messico è il Paese dell'America Latina con la più bassa presenza di popolazione di origine italiana.

In Messico ci sono anche un numero significativo di persone provenienti da Argentina , Guatemala , Colombia , Cuba e Perù (da dove molti vennero a rifugiarsi da guerre civili e dittature degli anni ottanta del Novecento). Nel corso del XIX secolo e la maggior parte del XX secolo, comunitari europei e asiatici sono stati i più rappresentativi, ma a partire dal 2000 , le comunità più rappresentative sono di origine statunitense e latinoamericana .

Religione

Religioni in Messico ¹
Religioni Credenti
Cattolica 74 612 373
Protestanti e Evangelici

Storiche
Pentecostalismo
La Luce del Mondo
Altre

4 408 159

599 875
1 373 383
69 254
2 365 647

Bibliche non Evangeliche

Avventisti
Mormoni

1 751 910

488 945
205 229

Ebraismo 45 260
Non religiosi 2 982 929
Non Specificata 732 630
¹Si calcola solo la popolazione maggiore di 5 anni,
nell'anno 2000 arrivava a 84 794 454
Fonte: INEGI (2000)

La religione predominante è quella cattolica (83,9%), seguono protestanti (7,6%), religioni altre (2,5%) e atei (4,6%). Il mormonismo si sta diffondendo in modo significativo nelle principali città presso il confine nord-orientale. L' ebraismo è presente da molti secoli in Messico e attualmente vi sono circa 100 000 ebrei nel paese.

Tra le ricorrenze religiose più sentite ricordiamo quella del 12 dicembre, il Día de la Virgen de Guadalupe , che celebra l'ultima apparizione in Messico di Nostra Signora di Guadalupe , nel 1531.

Lingue

In Messico, a livello costituzionale, de iure non esiste una lingua che venga designata come lingua ufficiale . [20] Tuttavia, la Ley General de los Derechos Lingüísticos riconosce lo status di lingua nazionale allo spagnolo e alle lingue indigene native del territorio, così come a quelle di altri popoli indios che si sono stabiliti nel loro territorio. Lo spagnolo è la lingua dominante nelle attività ufficiali, anche se vi è un intento di farne la lingua ufficiale del paese. Lo spagnolo è parlato da quasi la totalità dei messicani.

Circa il 7% della popolazione parla una lingua amerindia. Il Governo riconosce 62 lingue amerindie, tra le quali le più parlate sono il nahuatl e il maya (entrambe con 1,5 milioni di parlanti). Altre, come il lacandòn , sono usate da meno di 100 persone. Il governo ha promosso programmi educativi bilingue (in spagnolo e in una lingua locale) presso le comunità indigene rurali.

L' inglese è molto conosciuto nelle grandi città, presso il confine statunitense e nelle località balneari. Sta diventando popolare soprattutto fra i giovani, mentre le più prestigiose scuole private offrono un'educazione bilingue.

Da segnalare è inoltre la comunità di Chipilo nello Stato di Puebla , documentata da vari linguisti (tra cui Carolyn McKay). La città, infatti, venne fondata nel 1882 da immigrati provenienti dal Veneto . Mentre tutti gli altri europei di origine non spagnola hanno finito per perdere la loro lingua originaria, gli italo-messicani di Chipilo (e di alcune zone vicine) conservano straordinariamente inalterata la lingua veneta parlata dai loro nonni, rappresentando perciò una minoranza linguistica non riconosciuta ufficialmente.

Ordinamento dello Stato

Suddivisioni amministrative

México División Política con nombres.png

Il Messico è diviso in 31 Stati ( Estados ) e la Capitale ( Capital ). Ogni Stato ha una costituzione propria e un governatore eletto direttamente.

Divisione politica del Messico
Stato Popolazione (2010) Superficie (km²) Capitale Città più grande
Stati Uniti Messicani 103 088 000 1 959 248 Città del Messico Città del Messico
1. Aguascalientes 1 184 996 5 625 Aguascalientes Aguascalientes
2. Bassa California 3 155 070 71 546 Mexicali Tijuana
3. Bassa California del Sud 637 026 73 943 La Paz La Paz
4. Campeche 822 441 57 727 San Francisco de Campeche San Francisco de Campeche
5. Chiapas 4 796 580 73 681 Tuxtla Gutiérrez Tuxtla Gutiérrez
6. Chihuahua 3 406 465 247 487 Chihuahua Ciudad Juárez
7. Coahuila 3 055 395 151 571 Saltillo Saltillo
8. Colima 650 555 5 627 Colima Manzanillo
9. Durango 1 632 934 123 367 Victoria de Durango Victoria de Durango
10. Guanajuato 5 486 372 30 621 Guanajuato León
11. Guerrero 3 388 768 63 794 Chilpancingo de los Bravo Acapulco
12. Hidalgo 2 665 018 20 856 Pachuca de Soto Pachuta de Soto
13. Jalisco 7 350 682 78 630 Guadalajara Guadalajara
14. Messico 15 175 862 22 333 Toluca de Lerdo Ecatepec de Morelos
15. Michoacán 4 351 037 58 667 Morelia Morelia
16. Morelos 1 777 227 4 892 Cuernavaca Cuernavaca
17. Nayarit 1 084 979 27 862 Tepic Tepic
18. Nuevo León 4 653 458 64 203 Monterrey Monterrey
19. Oaxaca 3 801 962 93 343 Oaxaca de Juárez Oaxaca de Juárez
20. Puebla 5 779 829 34 251 Puebla de Zaragoza Puebla de Zaragoza
21. Querétaro 1 827 937 11 658 Santiago de Querétaro Santiago de Querétaro
22. Quintana Roo 1 325 578 42 535 Chetumal Cancún
23. San Luis Potosí 2 585 518 61 165 San Luis Potosí San Luis Potosí
24. Sinaloa 2 767 761 57 331 Culiacán Rosales Culiacán Rosales
25. Sonora 2 662 480 184 946 Hermosillo Hermosillo
26. Tabasco 2 238 603 24 747 Villahermosa Villahermosa
27. Tamaulipas 3 268 554 80 148 Ciudad Victoria Reynosa
28. Tlaxcala 1 169 936 3 997 Tlaxcala de Xicohténcatl San Pablo del Monte
29. Veracruz 7 643 194 71 856 Xalapa de Enríquez Veracruz
30. Yucatán 1 955 577 39 671 Mérida Mérida
31. Zacatecas 1 490 668 75 416 Zacatecas Zacatecas
32. Città del Messico 8 851 080 1 479

Città principali

Città principali del Messico [21]
# Nome Stato Numero abitanti
Città del Messico CMX , MEX , HID 20 137 152
Guadalajara JAL 4 434 252
Monterrey NLE 4 080 329
Puebla PUE , TLA 2 668 347
Toluca MEX 1 846 602
Tijuana BCN 1 751 302
León GUA 1 609 717
Juárez CHH 1 328 017
Torreón COA , DUR 1 215 993
10ª Querétaro QUE 1 097 028
11ª San Luis Potosí SLP 1 040 822
12ª Mérida YUC 970 495
13ª Mexicali BCN 936 145
14ª Aguascalientes AGU 932 298
15ª Cuernavaca MOR 875 598
16ª Acapulco GRO 863 438
17ª Tampico TAM , VER 858 620
18ª Chihuahua CHH 851 971
19ª Saltillo COA 823 098
20ª Morelia MIC 806 822
21ª Veracruz VER 801 122
22ª Centro TAB 755 416
23ª Reynosa TAM 725 793
24ª Tuxtla Gutiérrez CHP 684 156

Politica

Costituzione

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Costituzione del Messico .

Secondo la Costituzione Politica del Messico , promulgata il 5 febbraio 1917 , il Paese è una Repubblica presidenziale , rappresentativa e federale costituita da 31 stati liberi e sovrani e la capitale, Città del Messico , sede dei poteri della federazione.

Poteri dello Stato

Il Presidente svolge i compiti di capo di Stato e di governo allo stesso tempo e ha la facoltà di nominare i titolari delle segreterie di Stato, e che fanno parte dunque del gabinetto presidenziale.

Il suo mandato dura sei anni e non esiste la possibilità di una rielezione neanche come vicepresidente.

Nel caso in cui un presidente della Repubblica si trovasse in condizione di non poter terminare il proprio mandato, la presidenza ricadrebbe nelle mani di una persona eletta dal Congresso. Dal 2006 al 2012 il presidente del Messico è statoFelipe Calderón Hinojosa (PAN).

In occasione di queste ultime elezioni, la coalizione del candidato presidenziale Andrés Manuel López Obrador (PRD), giunto secondo di misura (terzo fu Roberto Madrazo del PRI) denunciò pesanti brogli a favore del candidato del PAN Felipe Calderón.

Il nuovo presidente eletto nel 2012 è Enrique Peña Nieto , candidato del Partito Rivoluzionario Istituzionale (PRI).

Principali partiti del Messico:

Il 2 luglio 2000 fu eletto presidente Vicente Fox (PAN), che sconfisse Francisco Labastida (PRI), mentre terzo giunse Cuauhtémoc Cárdenas (PRD).

Il 21 agosto 1994 fu eletto presidente Ernesto Zedillo (PRI), che sconfisse nettamente Diego Fernández de Cevallos (PAN) e Cuauhtémoc Cárdenas (PRD).

Il 6 luglio 1988 fu eletto presidente Carlos Salinas (PRI), che sconfisse nettamente Cuauhtémoc Cárdenas (PRD) e Manuel Clouthier (PAN).

Il parlamento è eletto ogni tre anni, quando occorre simultaneamente al presidente.

Il Messico fa parte dell' OEA e dell' APEC .

Distretti Elettorali Federali del Messico

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Distretti Elettorali Federali del Messico .

I Distretti Elettorali Federali del Messico sono le 300 unità nelle quali si divide il territorio messicano e in ognuna delle quali viene eletto un deputato federale, membro della Camera dei deputati del Messico.

Ordinamento scolastico

Università

Il 21 settembre 1551 , in Messico, è stata fondata, con decreto reale di Filippo II di Spagna la Reale e pontificia università del Messico , probabilmente la più antica università del continente americano.

Economia

Il Messico ha un'economia di libero mercato, e fa parte dei paesi con un reddito medio-alto. È all'11º posto fra le più grandi economie del pianeta in termini di prodotto interno lordo misurato a parità di potere d'acquisto . [2]

Secondo i dati del Fondo Monetario Internazionale , il Messico nel 2012 possedeva il secondo reddito pro capite più elevato fra i paesi dell' America Latina in termini nominali a 10 059 $ , e il più alto in termini di parità di potere d'acquisto, a 15 363 $. [2]

Dopo la crisi economica del 1994 , il Messico ha intrapreso una notevole fase di recupero, modernizzando e diversificando la propria economia. Le recenti amministrazioni hanno anche permesso un miglioramento delle infrastrutture e l'apertura alla concorrenza in settori come quello portuale, ferroviario, delle telecomunicazioni, dell'energia elettrica, della distribuzione di gas naturale e degli aeroporti. La più grande fonte di reddito messicano è il petrolio . [22] Secondo la Goldman Sachs , nel 2050 le cinque più grandi economie del pianeta saranno quella di Cina , Stati Uniti , India , Brasile e Messico. [23]

Il Messico è il secondo produttore di autovetture del Nord America , dopo gli Stati Uniti . [24]

Mappa dell'Indice di sviluppo umano (HDI) negli Stati del Messico (2004).

     0,80 e più

     0,75–0,799

     0,70–0,749

Secondo il direttore per il Messico presso la Banca Mondiale , la popolazione in condizioni di povertà è diminuita dal 24,2% al 17,6% tra il 2000 e il 2004 , passando dal 42% al 27,9% nelle zone rurali nello stesso periodo. [25] Tuttavia la disparità di reddito rimane un problema, ed enormi divari restano non solo tra ricchi e poveri, ma anche tra il nord e il sud del paese, e tra zone urbane e rurali; sono in esecuzione misure di contrasto alla povertà, ad esempio con il programma Probecat riservato ai disoccupati . I netti contrasti in termini di reddito e di sviluppo umano sono altresì un grave problema messicano. Nel 2004 l' indice di sviluppo umano adottato delle Nazioni Unite registrato nel Benito Juárez, un distretto di Città del Messico , e San Pedro Garza Garcia, nello Stato di Nuevo León , riportava un livello simile a quello registrato in Germania e Nuova Zelanda in termini di sviluppo economico, educativo e di aspettativa di vita. Al contrario, Metlatonoc, nello Stato di Guerrero presentava un HDI simile a quello della Siria . [26]

La crescita media annua del PIL per il periodo 1995 - 2002 è stata del 5,1%. L'inflazione ha raggiunto il livello più basso attestandosi al 3,3% nel 2005 , ei tassi di interesse bassi hanno spinto il credito al consumo nella classe media. Il Messico ha sperimentato all'inizio del XXI secolo un periodo di stabilità monetaria: il deficit di bilancio è stato ulteriormente ridotto e il debito estero si è attestato a meno del 20% del PIL.

Le rimesse da cittadini messicani che lavorano negli Stati Uniti hanno raggiunto i 20 miliardi di dollari nel 2004 e sono la settima maggiore fonte di reddito estero, dopo petrolio, esportazioni industriali, manufatti, elettronica, industria automobilistica e alimentare. [27] Nel 2008 sono stati inviati in Messico 67,5 miliardi di dollari dagli emigrati negli Stati Uniti. [28]

Circa il 90% del commercio messicano è stato messo sotto accordi di libero scambio con oltre 40 paesi, di cui il North American Free Trade Agreement (NAFTA) resta il più significativo. Quasi il 90% delle esportazioni messicane prendono la strada degli Stati Uniti e del Canada , [29] e quasi il 65% delle importazioni provengono da questi due paesi. [29] Altri importanti accordi commerciali sono stati firmati con l' Unione europea , il Giappone , Israele e diversi paesi dell' Europa centrale e del Sud America . Il Messico è diventato un attore importante nel commercio internazionale, tanto che se misurato in dollari, il valore delle esportazioni messicane sarebbe il 15º al mondo, e il 10º se l'Unione europea venisse trattata come una singola entità statale, [30] pari circa al totale delle esportazioni di tutti i membri del Mercosur considerati insieme, Venezuela compreso. [30]

Agricoltura

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Caffeicoltura in Messico e Viticoltura in Messico .

L'agricoltura costituisce ancora l'occupazione di parte preminente della popolazione, che in grandi regioni la esercita ancora secondo modalità primitive, come nella valle di Tehuacán , per gli archeologi la patria del mais, coltivato in centinaia di ecotipi primitivi da campesinos che arano i campi con un unico strumento della tecnologia occidentale, l'aratro di legno portato dagli uomini di Cortéz [31] In regioni diverse, verso gli Stati Uniti , l'agricoltura è alquanto evoluta, le varietà impiegate sono moderne, si usano fertilizzanti e antiparassitari, ma la spietata concorrenza imposta dal sistema del libero scambio voluto dagli Stati Uniti non consente ai piccoli proprietari, che hanno famiglie numerosissime, di accumulare il capitale necessario per nuove attrezzature. L'impiego di pratiche irrigue primitive, cui sono costretti contadini che non possono acquistare impianti di microirrigazione, sta abbassando, ad esempio, le falde della regione di Celaya, una delle più avanzate, di 6 metri all'anno, destinando una regione popolosa a convertirsi in deserto. [32]

Risorse minerarie e giacimenti

La ricchezza mineraria tradizionale del Messico è l' argento . Attualmente, le maggiori miniere sono a Pachuca (Hidalgo) ea Paral (Chihuahua), mentre il piombo , spesso associato, ha come luoghi di maggior produzione mineraria gli Stati di Chihuahua, in cui si trova la famosa miniera di Naica , e del Nuovo Leon. Complessivamente, i dati del 2004 davano 2 850 tonnellate d'argento e 150 000 di piombo.

Da un secolo si è affiancata l'estrazione del petrolio, soprattutto nel Golfo del Messico , con 168,728 milioni di tonnellate prodotte nel 2004 .

Degna di nota anche l' industria petrolifera , controllata dalla locale Pemex .

Turismo

Il turismo è una delle risorse principali del Messico. Il Governo centrale ei singoli Stati si affidano sempre di più alle risorse economiche generate dal turismo nazionale ed internazionale, anche perché i giacimenti di petrolio si stanno esaurendo ed è molto costoso perforare alla ricerca di giacimenti più profondi. Stati giovani come Quintana Roo vivono quasi esclusivamente del turismo. La popolazione è costituita da immigranti provenienti da tutto il Paese e da moltissimi stranieri. A Playa del Carmen (una delle località più turistiche del Messico moderno), vi è la comunità più numerosa di italiani residenti in Messico (esempio Hotel Barrio Latino, Hotel La Tortuga; Hotel Coco Rio, tra gli altri). Altri stati come la Baja California, Nayarit , Oaxaca , Yucatán , e Campeche studiano il modello di Quintana Roo e si aprono al turismo. [33]

Ambiente

Un Lepisosteus , una delle specie endemiche del Messico
Un giaguaro , mammifero nativo del Messico

Il Messico è uno dei 17 paesi megadiversi del mondo. Con circa 200 000 specie differenti, il Messico è la patria di 10-12% della biodiversità globale. [34] È capofila nella biodiversità dei rettili con 707 specie conosciute, al secondo posto con 438 specie di mammiferi, quarto con 290 specie di anfibi, e sempre quarto per la propria flora, con 26 000 specie diverse. [35] Il Messico è anche considerato il secondo Paese al mondo per gli ecosistemi e il quarto per specie totali. [36] Circa 2 500 sono le specie protette dalla legislazione messicana. [36] Il governo messicano creò il Sistema Nazionale di Informazione sulla Biodiversità, incaricato di studiare e promuovere l'utilizzo sostanziale degli ecosistemi. In Messico 170 000 km² sono considerati "Aree Naturali Protette". Sono inclusi 34 riserve della biosfera (ecosistemi inalterati), 64 parchi nazionali, 4 monumenti naturali, 26 aree per proteggere la flora e la fauna, 4 zone di protezione naturale e 17 santuari (zone con una ricca diversità delle specie). [34]

Narcotraffico

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Criminalità in Messico .

Nel 2006 in Messico c'erano quattro cartelli che controllavano praticamente oltre metà del territorio messicano, con la complicità delle istituzioni, attraverso un accordo tacito denominato " pax mafiosa ". Contro il traffico di droga il presidenteFelipe Calderón ha lanciato una vasta azione di lotta, che dal 2006 al 2012 ha causato 100 000 morti negli scontri tra cartelli della droga, narcotrafficanti e forze di sicurezza (polizia municipale, statale, federale ed esercito). [37]

Il narcotraffico ha fatto diventare il paese uno dei più violenti al mondo, nonché il più pericoloso per i giornalisti. I cartelli della droga messicani, che hanno interessi finanziari in decine di paesi, si disputano il controllo del territorio con omicidi "ordinari" ed eccellenti (direttori ed ex direttori di polizia o carceri, magistrati, politici, semplici poliziotti). [38]

Proprio nelle regioni vicino alla frontiera con gli Stati Uniti infuria lo scontro tra due cartelli un tempo alleati: gli omicidi raggiungono il tasso più elevato del mondo a Ciudad Juárez ( Stato di Chihuahua ) che, come gli altri Stati messicani del nord, rappresenta una delle aree dove la criminalità organizzata è particolarmente attiva nel gestire il traffico di cocaina verso gli Stati Uniti, primo consumatore mondiale.

Tra le organizzazioni più sanguinarie spiccano i Los Zetas , formati da un nucleo di disertori delle forze speciali messicane. l proventi del narcotraffico hanno portato a una forte corruzione della polizia (soprattutto locale) e dei dirigenti politici, contro cui il Governo messicano lotta con epurazioni e bonifiche. Le carceri non sfuggono a una grave corruzione e talvolta sono di fatto autogestite da detenuti, che vi perpetrano quasi regolarmente massacri ed esecuzioni. [39]

Attualmente l'esercito risulta la forza di contrasto più efficace e credibile nella lotta contro i narcotrafficanti. Di recente la narcomafia messicana è stata classificata nel rating ONU delle mafie mondiali come tra le più potenti dopo quelle italiane. [ senza fonte ]

Jean-François Boyer riporta come nel Messico di Carlos Salinas de Gortari «le privatizzazioni del periodo 1989-1995 [...] abbiano permesso ai narcos, con la complicità dello stato e dei narcopolitici, di diventare una potenza economica legale». [40]

Cultura

Arte

Pittura e scultura

Nel campo artistico il Messico ha avuto pittori ma anche muralisti. Agli inizi del XX secolo si afferma il muralismo messicano con i cosiddetti Tre Grandi : Diego Rivera , José Clemente Orozco e David Alfaro Siqueiros . Pittrice celebre, conosciuta in tutto il mondo e grande icona della moda fu Frida Kahlo , moglie di Diego Rivera e esponente del cosiddetto realismo magico . Pittrice del surrealismo fu invece Remedios Varo . Un altro famoso pittore messicano fu Raúl Anguiano . Altro famoso muralista messicano fu il Dr. Atl . E ancora pittore, che allo stesso tempo fu anche scultore, è Francisco Eppens Helguera , ricordato come l'ideatore della bandiera del Messico . Tra i più grandi paesaggisti messicani ricordiamo José María Velasco . Sempre nel campo della pittura possiamo ricordare anche Rufino Tamayo che era anche un bravissimo incisore musicale. Altra pittrice nota, ma anche poetessa, fu Carmen Mondragón che allo stesso tempo fu un'affermata modella: il suo nome è rimasto legato alle famose foto di nudo, estremamente audaci per l'epoca, scattate dal fotografo Edward Weston .

Architettura

Nel campo dell'architettura ricordiamo la figura di Mario Pani , nato da famiglia di italo-messicani , è uno dei maggiori rappresentanti del funzionalismo , del Movimento Moderno e del cosiddetto Miracolo messicano , durante il xx secolo. Da ricordare anche la figura di Teodoro González de León , autore dell' Auditorio Nacional .

È da ricordare inoltre la figura di Luis Barragán , tra i più importanti architetti messicani del XX secolo e di Antonio Rivas Mercado , a cui fu affidata la direzione del progetto per la Colonna dell'indipendenza .

Musica

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Musica del Messico .

Un tipico genere musicale messicano è il Ranchera : tra gli esponenti più autorevoli della musica messicana del xx secolo ricordiamo Vicente Fernández , El Rey de la Cancion Ranchera , José Alfredo Jiménez (1926-1973) e Chavela Vargas , autori di spicco della musica ranchera . Nel XIX secolo spicca il compositore Juventino Rosas . Importante esponente dell'operistica messicana del XIX secolo fu Ángela Peralta . Nel XX secolo si afferma la musica popolare con María Grever .

Importante interprete di canzoni e bolero fu Agustín Lara . Tra le cantanti di genere pop e rock spicca Julieta Venegas ; per il pop latino e dance ricordiamo Paulina Rubio , con canzoni di successo internazionale come Y yo sigo aquí (2001).

Cinema

Anche nella cinematografia il Messico, in particolare nel XX secolo, si affermò in campo internazionale. Tra il 1936 e il 1959, si assiste alla cosiddetta Época de Oro del cine mexicano [41] , con autori come Pedro Infante (1917-1957), che fu anche cantante e vera icona del cinema messicano del XX secolo. Icona in campo femminile dell ' Época de Oro fu anche María Félix . E ancora Dolores del Río , attrice del cinema hollywoodiano. Da ricordare anche l'attore Cantinflas (1911-1993), che ricevette il Golden Globe per una parte nel film Il giro del mondo in 80 giorni , del 1956. Attore e sceneggiatore noto fu anche Roberto Gómez Bolaños . Altra importante protagonista del cinema messicano fu l'attrice Katy Jurado (1924-2002), il cui nome è oggi iscritto tra le Celebrità della Hollywood Walk of Fame .

Produzione letteraria

Nel 1600, il Siglo de oro della letteratura in lingua spagnola, si distinse la figura della religiosa e poetessa Juana Inés de la Cruz , della scuola gongoriana . La letteratura messicana si afferma in particolare nel XX secolo con Ramón López Velarde , considerato spesso poeta nazionale, ma soprattutto con gli scrittori Carlos Fuentes , Alfonso Reyes , Octavio Paz [42] , Premio Nobel per la Letteratura nel 1990 e Juan Rulfo , tra i maggiori nel panorama letterario del Novecento. Tra gli altri importanti poeti messicani affermatisi nel XX secolo ricordiamo José Emilio Pacheco . Tra le scrittrici va ricordata Nellie Campobello [43] , narratrice della Rivoluzione messicana .

Scienza

Anche in campo scientifico il Messico si è affermato con personalità di spicco, in particolare durante il XX secolo: tra questi ricordiamo l'astronomo Guillermo Haro (1913-1988), che fece numerose e importanti scoperte concernenti le nebulose planetarie riguardanti il nucleo galattico, e contribuì, ancora in ambito astronomico, alla scoperta dei cosiddetti Oggetti di Herbig-Haro .

Tecnologia

Il Messico nello spazio

Gastronomia

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Cucina messicana .

L'importanza, a livello mondiale, della cucina messicana, spesso intensa e ricca di spezie, è stata confermata nel 2010 quando la cucina messicana è entrata a far parte del Patrimonio dell'umanità dell' UNESCO .

Festività nazionali

Data Nome Significato
5 febbraio Día de la Constitución promulgazione della Costituzione del Messico , nel 1917
16 settembre Grito de Dolores Festa nazionale: Dichiarazione di indipendenza dalla Spagna, nel 1810
20 novembre Día de la Revolución Mexicana celebra la data d'inizio della Rivoluzione messicana , del 1910

Sport

Calcio

Lo sport più popolare in Messico è il calcio . La Primera División de México è la massima serie del campionato di calcio messicano e la nazionale di calcio ha partecipato ben 16 volte al campionato mondiale [44] . La Nazionale messicana è stata, inoltre, dieci volte Campione nella CONCACAF Gold Cup , e l'attuale capocannoniere è Javier Hernández , con ben 50 reti. Ma uno dei più noti calciatori messicani è Hugo Sánchez . E ancora, fra gli altri, ricordiamo Cuauhtémoc Blanco . La Primera División de México ha i tornei di Apertura e Clausura .

Pugilato

I messicani vantano anche una buona tradizione nel pugilato : specialmente a livello professionale, negli anni la nazione messicana ha regalato a questo sport molti grandi campioni mondiali: tra i più famosi ricordiamo Julio César Chávez , campione del mondo in tre distinte categorie: superpiuma, leggeri e superleggeri.

Atletica

Per quanto concerne l'atletica leggera ricordiamo, fra gli altri, Ana Guevara , medaglia d'oro nei 400 metri piani ai Mondiali di Parigi 2003.

Giochi olimpici

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Messico ai Giochi olimpici .

Il primo oro olimpico per il Messico fu vinto nell'equitazione da Humberto Mariles , ai Giochi olimpici di Londra 1948. La prima atleta donna a vincere un oro olimpico per il Messico fu invece Soraya Jiménez , nel sollevamento pesi, ai Giochi olimpici di Sydney 2000..

Altri sport

Di grande importanza nel paese riscuote la cosiddetta lucha libre , forma di wrestling tipico messicano, dove la particolarità sta nel vedere atleti combattere indossando principalmente una maschera che li rende misteriosi e irriconoscibili. Importanti eventi si svolgono nel centro di Città del Messico nella "Arena Ciudad de Mexico". Altri sport seguiti vanno dal basket al baseball [45] , anch'esso uno degli sport più diffusi in Messico, mentre il campionato di baseball, denominato Liga Mexicana de Béisbol , viene giocato da marzo ad agosto. La nazionale messicana di baseball partecipa regolarmente ai campionati mondiali ottenendo buoni risultati. Nel 2006 la nazionale è stata invitata al World Baseball classic , il mondiale organizzato dalla Major League Baseball piazzandosi nella seconda fase eliminatoria.

Di grande tradizione sono anche la charreria , la palla basca , il rodeo e soprattutto la tauromachia : infatti la Plaza de toros Monumental di Città del Messico è la più grande al mondo.

Note

  1. ^ https://www.worldometers.info/world-population/mexico-population/
  2. ^ a b c d Dati dal Fondo Monetario Internazionale, ottobre 2013 , su imf.org . URL consultato il 3 maggio 2019 ( archiviato il 19 maggio 2019) .
  3. ^ Tasso di fertilità nel 2018 , su data.worldbank.org . URL consultato il 12 febbraio 2013 ( archiviato il 23 febbraio 2013) .
  4. ^ Esiste anche la forma grafica Méjico , più conforme alle norme generali di grafia della lingua spagnola ma utilizzata quasi esclusivamente in Spagna . La Real Academia Española considera corrette entrambe le forme, pur consigliando l'uso di quella più arcaica, México , in virtù della maggior diffusione in tale paese e all'interno del mondo ispanico in generale ( Diccionario panhispánico de dudas Archiviato il 5 marzo 2016 in Internet Archive . ).
  5. ^ CONAPO, Proiezione della popolazione del Messico 2005-2050 . Archiviato il 12 ottobre 2007 in Internet Archive .
  6. ^ Nel caso di Benito Juárez . "La vita nel Benito Juárez, al livello della Germania" Archiviato il 25 giugno 2008 in Internet Archive ., nota de El Universal , 25 ottobre 2004, consultata l'8 ottobre 2007.
  7. ^ Nel caso di Metlatónoc (regione della Mixteca guerrerense). "Metlatónoc: l'impero della povertà", nota di Sergio Ocampo Arista per La Jornada , 26 giugno 2005; "Chochoapa el Grande, el municipio más pobre de América Latina" Archiviato il 30 ottobre 2007 in Internet Archive ., consultato l'8 ottobre 2007.
  8. ^ "Messico: rimesse" Archiviato il 9 novembre 2008 in Internet Archive ., BBC Mundo , 23 agosto 2005, consultato il 7 ottobre 2007
  9. ^ Lozano Asencio, Fernando (2004) "Tendenze recenti delle rimesse dei messicani emigrati negli Stati Uniti d'America" Archiviato il 19 giugno 2009 in Internet Archive ., University of California, San Diego, consultato il 30 ottobre 2007.
  10. ^ Japan's Regional Diplomacy, Latin America and the Caribbean ( PDF ), su mofa.go.jp , Ministero degli Affari Esteri del Giappone. URL consultato il 1º ottobre 2007 ( archiviato il 13 novembre 2018) .
  11. ^ Latin America:Region is losing ground to competitors , su oxanstore.com , Oxford Analytica. URL consultato il 1º ottobre 2007-10-01 (archiviato dall' url originale il 24 ottobre 2007) .
  12. ^ Constitución de los Estados Unidos mexicanos (1824)
  13. ^ Constitución de la República Mexicana (1857), passim
  14. ^ AGUILAR-MORENO M. (2006), Libro de bolsillo para los hechos aztecas de la visa , Inc: New York , p. 19
  15. ^ F. Karttunen, An Analytical Dictionary of Náhuatl , University of Texas , Austin, 1983, ISBN 0-8061-2421-0 .
  16. ^ Evoluzione della pronuncia della x Archiviato il 14 maggio 2011 in Internet Archive . Real Academia Española
  17. ^ [buscon.rae.es/dpdI/SrvltGUIBusDPD?lema=M%E9xico Real Academia Española] Diccionario Panhispánico de Dudas
  18. ^ Jared Diamond, Armi, acciaio e malattie , Einaudi, Torino, 2006
  19. ^ Zapatista Timeline 1994 , su web.eecs.utk.edu . URL consultato il 19 ottobre 2018 .
  20. ^ ( ES ) Título Primero, Capítulo I, De las garantías individuales ( PDF ), su normateca.gob.mx , Constitución Política de los Estados Unidos Mexicanos. URL consultato il 2 ottobre 2007 (archiviato dall' url originale il 17 luglio 2011) .
  21. ^ Población total por zona metropolitana ( PDF ), in Resultados preliminares de los Estados Unidos Mexicanos , INEGI , 2011, pp. 30-31. URL consultato il 30 luglio 2011 (archiviato dall' url originale il 5 maggio 2012) .
  22. ^ "Mexico" (Economy, Mining) , su encarta.msn.com , Microsoft Encarta Online. URL consultato il 2 ottobre 2007 (archiviato dall' url originale il 7 novembre 2007) .
  23. ^ Goldman Sachs Paper No.153 Relevant Emerging Markets Archiviato l'11 settembre 2008 in Internet Archive .
  24. ^ Production Statistics | OICA , su oica.net . URL consultato il 13 dicembre 2014 ( archiviato il 6 novembre 2013) .
  25. ^ Baja pobreza en México de 24,2 a 17,6%: Banco Mundial , su estadis.eluniversal.com.mx , El Universal. URL consultato il 24 agosto 2005 (archiviato dall' url originale il 20 febbraio 2007) .
  26. ^ UNPD Mexico Report on HDI ( PDF ), su hdr.undp.org , United Nations. URL consultato il 2 ottobre 2007 (archiviato dall' url originale il 26 gennaio 2007) .
  27. ^ Free Preview of Members-Only Content Archiviato il 7 marzo 2012 in Internet Archive .
  28. ^ Immigrant workers sending less money home | Minnesota Public Radio News , su minnesota.publicradio.org . URL consultato il 16 febbraio 2009 ( archiviato il 25 ottobre 2008) .
  29. ^ a b CIA The World Factbook, "Mexico — Economy" , su cia.gov , CIA. URL consultato il 1º ottobre 2007 ( archiviato il 29 gennaio 2018) .
  30. ^ a b Rank Order of Total Value of Exports Archiviato il 4 ottobre 2008 in Internet Archive . CIA Factbook
  31. ^ Antonio Saltini, Messico: il sogno di un popolo, superare gli Stati Uniti, in Molini d'Italia, n. 6 - 2000
  32. ^ Antonio Saltino, Mais, sorgo e cipolle al Tropico del Cancro , in Molini d'Italia, n. 7 - lug. 2000
  33. ^ ( EN ) 10 Best Tourist Places in Mexico , su ArrestedWorld , 26 ottobre 2018. URL consultato il 18 aprile 2020 .
  34. ^ a b Biodiversità del Messico , su cruzadabosquesagua.semarnat.gob.mx , SEMARNAT. URL consultato il 7 ottobre 2007 (archiviato dall' url originale il 7 ottobre 2007) .
  35. ^ Biodiversità in Messico , su oregon.conevyt.org.mx , CONEVYT. URL consultato il 7 ottobre 2007 (archiviato dall' url originale il 7 ottobre 2007) .
  36. ^ a b Sistema Nacional sobre la Biodiversidad en México , su conabio.gob.mx , CONABIO. URL consultato il 7 ottobre 2007 ( archiviato il 12 ottobre 2007) .
  37. ^ noticias.terra.com.ar . URL consultato il 17 gennaio 2013 (archiviato dall' url originale il 18 luglio 2014) .
  38. ^ www.zocalo.com , su zocalo.com.mx . URL consultato il 15 gennaio 2013 ( archiviato l'11 novembre 2013) .
  39. ^ www.bbc.co.uk , su bbc.co.uk . URL consultato il 3 maggio 2019 ( archiviato il 15 ottobre 2014) .
  40. ^ Traficantes y corruptos , su insumisos.com . URL consultato l'11 gennaio 2019 ( archiviato il 28 agosto 2009) .
  41. ^ Rogelio Agrasánchez, Carteles de la época de oro del cine mexicano , Archivo Fílmico Agrasánchez, 1997.
  42. ^ I tempi e le fasi di Octavio Paz , su rainews.it . URL consultato il 18 novembre 2017 ( archiviato il 1º dicembre 2017) .
  43. ^ Messico/ Danzare la rivoluzione , su societadelleletterate.it . URL consultato il 18 novembre 2017 ( archiviato il 1º dicembre 2017) .
  44. ^ las selecciones con más participaciones en mundiales Archiviato il 21 febbraio 2015 in Internet Archive . top7.org
  45. ^ Los deportes más populares en México Archiviato l'8 marzo 2016 in Internet Archive . terra.com.mx

Bibliografia

  • Enrico Martino e Piero Tarallo, Messico , Idealibri, Milano, 1996 EAN: 9788870822922

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF ( EN ) 154775570 · ISNI ( EN ) 0000 0001 2359 3927 · LCCN ( EN ) n81013960 · GND ( DE ) 4039058-5 · BNF ( FR ) cb11864872z (data) · BNE ( ES ) XX4575373 (data) · NLA ( EN ) 36590136 · NDL ( EN , JA ) 00567575 · WorldCat Identities ( EN ) viaf-154311247
Messico Portale Messico : accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Messico