Esta página está semiprotegida. Só pode ser alterado por usuários registrados

Lewis hamilton

Da Wikipédia, a enciclopédia livre.
Ir para a navegação Ir para a pesquisa
Lewis hamilton
F1 드라이버 루이스 해밀턴 과 超 프리미엄 LG 시그니처 알린다 01 (cortado) .jpg
Lewis Hamilton em 2020
Nacionalidade Reino Unido Reino Unido
Altura 174 cm
Peso 73 kg
Automobilismo Capacete Kubica BMW.svg
Categoria Fórmula 1
Função Piloto
Pelotão Mercedes
Carreira
Carreira de Fórmula 1
Estréia 18 de março de2007
Temporadas2007 -
Estábulos McLaren 2007-2012
Mercedes 2013-
Copas do mundo vencidas 7 ( 2008 ,2014 ,2015 ,2017 ,2018 ,2019 ,2020 )
GP disputou 277
GPs venceram 99
Pódios 173
Pontos obtidos 3955
Primeira posição 101
Voltas rápidas 56
Registro de títulos, vitórias, poles, pódios, pontos obtidos.
Carreira na série GP2
Estréia 8 de abril de 2006
Temporadas 2006
Estábulos França ART Grand Prix 2006
Melhor resultado final
GP disputou 21
GPs venceram 5
Pódios 14
Pontos obtidos 114
Primeira posição 1
Voltas rápidas 7
Estatísticas atualizadas para o Grande Prêmio da Hungria de 2021

Sir Lewis Carl Davidson Hamilton ( IPA : [ˈluɪs kʰɑɹl ˈdeɪvɪdsən ˈhæməltən] ; Stevenage , 7 de janeiro de 1985 ) é um piloto de corrida britânico e um piloto da Mercedes.

Considerado um dos melhores pilotos de todos os tempos, [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] é, junto com Michael Schumacher , o campeão de maior sucesso na história da Fórmula 1 , com 7 campeonatos mundiais: em 2008 com McLaren e em2014 ,2015 ,2017 ,2018 ,2019 e2020 com Mercedes . Ele também é o piloto com mais vitórias, pódios, poles e pontos na história da competição.

Ele se destaca por seu estilo de direção muito agressivo, [9] por sua velocidade na qualificação e por sua solidez na corrida [10], bem como por sua destreza no molhado, [11] características que o tornam um completo e muito difícil para rivais. [9] [10]

Nascido de um casal misto , com pai negro e mãe branca, [12] ele é o primeiro piloto mulato da história a participar de um grande prêmio de Fórmula 1. [12] [13] [14] [15] [16]

Desde sua estreia na categoria top, Hamilton venceu pelo menos uma corrida e uma pole position durante o campeonato mundial, tornando-o o único piloto na história da fórmula mais alta a ter sucesso desde a primeira temporada por quinze anos consecutivos. [17] Com sete títulos mundiais, ele é o britânico de maior sucesso de todos os tempos, bem como o único anglo-saxão a ter triunfado por quatro edições consecutivas (em 2017, 2018, 2019 e 2020). [18] [19]

Seu número de corrida é 44.

Biografia

Vida privada

Hamilton nasceu em Stevenage , no condado de Hertfordshire , filho de Anthony Hamilton e Carmen Larbalestier. Sua família materna é originária da Inglaterra , enquanto sua família paterna vem da América Central , mais precisamente do Estado de Granada , no Mar do Caribe , de onde seu avô chegou ao Reino Unido em 1954. [20] Após a separação dos pais em 1987, Hamilton morou com sua mãe e meio-irmãs Nicola e Samantha [21] até os doze anos de idade, antes de ir morar com seu pai, a madrasta Linda e o meio-irmão Nicolas. [22]

Ele descobriu sua paixão por motores em 1991, depois de receber um modelo de carro elétrico de presente de seu pai. Percebendo o talento excepcional de Lewis para corridas, Anthony se endividou para colocá-lo em um kart , [3] servindo como empresário de seu filho até 2010 . Ele é um torcedor do Arsenal . [23] Ele foi noivo da vocalista das Pussycat Dolls , Nicole Scherzinger, de novembro de 2007 a fevereiro de 2015. [24]

Desde 2017 adota uma dieta vegana e, novamente a partir desse ano, tem se envolvido em iniciativas que visam a salvaguarda do meio ambiente e dos animais. [25]

Cinema, televisão e música

Em novembro de 2007 participou como convidado de um episódio do Top Gear , registrando um incrível tempo de 1: 44: 7 (no molhado) e 1: 42: 9 no seco no circuito de programação . No filme Carros 2, ele dublou um McLaren MP4-12C interpretando ele mesmo. Ele retornou a este papel em Carros 3 também . Ele também fez uma participação especial na captura de movimentos no videogame Call of Duty: Infinite Warfare . [26]

Em julho de 2020 ele revelou, em um post no Instagram , que é o rapper XNDA, conhecido por colaborar na música Pipe de Christina Aguilera , contida no álbum Liberation . [27]

Carreira

As fórmulas menores

Um Hamilton de 14 anos (à direita) em Parma em 1999, premiado após uma vitória no karting , posa com seu pai e o empresário Anthony

Depois de ter vencido vários campeonatos de karting na juventude (em 1995 ele ganhou o campeonato britânico de cadetes ), Hamilton foi contratado pela equipe de Fórmula 1 da McLaren desde os 12 anos; a equipe dirigida por Ron Dennis patrocina o piloto em sua escalada através das ligas menores do automobilismo. Em 2000 foi campeão europeu de Kart Fórmula A e no ano seguinte estreou-se na Fórmula Renault 2.0. Em 2003 conquistou o título nesta categoria, com 10 vitórias em 15 corridas.

Ele se tornou campeão da F3 Euro Series dois anos depois, em 2005, novamente dominando a temporada com 15 primeiros lugares em 20 corridas. Na temporada de 2006 ele fez sua estreia na série GP2 com o ART Grand Prix, substituindo o campeão Nico Rosberg e imediatamente assumindo a liderança do campeonato. Ele venceu as duas corridas do fim de semana em Monte Carlo e depois conquistou o título na última rodada de Monza . Graças à sua vitória no campeonato GP2, o proprietário da McLaren, Ron Dennis, anunciou a notícia de seu noivado em 24 de novembro de 2006.

2007-2012: estreia na Fórmula 1 com a McLaren e o primeiro título mundial

2007

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Campeonato Mundial de Fórmula 1 de 2007 .

Hamilton fez sua estreia com a McLaren na Fórmula 1 já na temporada de 2007 obtendo excelentes resultados, colocando-se na liderança da classificação de pilotos na maior parte do campeonato e até a última corrida. Durante a primeira parte da temporada ele terminou nove vezes consecutivas no pódio, contando duas vitórias e passando a controlar o ranking a partir do Grande Prêmio da Espanha .

Depois de um nono lugar na Europa , também devido a um acidente na qualificação, que o obrigou a largar em décimo, e a escolha de sua equipe por montar pneus de seco muito cedo, ele conquistou uma vitória na Hungria , mas a partir daqui começaram vários problemas., como o furo de um pneu na Turquia e na China (com um erro sensacional na entrada do pit lane e consequente desistência), que permitiu aos rivais se recuperarem, tanto que foram três a disputar o título na última corrida . Precisamente no Brasil, vários erros do piloto britânico, como uma saída fora da pista nos estágios iniciais da corrida, fizeram com que ele perdesse o título para Kimi Räikkönen .

Ele então terminou em segundo lugar na classificação do campeonato mundial (à frente de seu companheiro de equipe e atual campeão mundial Fernando Alonso , terceiro em pontos iguais, mas com menos colocações), apenas um ponto atrás do piloto da Ferrari, quase tocando o título já na estreia (em caso de vitória, ele teria sido o mais jovem vencedor de um campeonato mundial e o único piloto a vencer na estreia mundial, exceto na primeira temporada em 1950). As difíceis relações de convivência com Fernando Alonso levaram este último a rescindir seu rico contrato plurianual e retornar à Renault , equipe menos competitiva com a qual Fernando Alonso já havia competido nos anos anteriores e com a qual foi bicampeão mundial.

2008

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Campeonato Mundial de Fórmula 1 de 2008 .

Em janeiro de 2008, ele assinou um contrato de $ 138 milhões com a McLaren até 2012. Os detalhes do contrato pedem um valor base de € 17 milhões para 2008, mais outros seis milhões se ele conseguir ganhar o campeonato. Ambas as partes também teriam a opção de prorrogar o acordo. [28] [29]

Durante os testes pré-mundiais da temporada de 2008, os fãs de Fernando Alonso em Barcelona zombaram dele com faixas e camisetas ofensivas e racistas sobre o tema da cor da pele e crenças religiosas. Na verdade, a Espanha arriscou dois de seu Grande Prêmio [30] até que medidas muito severas foram tomadas: câmeras em todas as arquibancadas e a proibição absoluta de entrar na pista com faixas de todos os tipos. Em 13 de fevereiro de 2008, a FIA lança uma campanha anti-racismo. Será chamado de Racing Against Racism .

A temporada de 2008, porém, começou com uma vitória, seguida de duas corridas em que o piloto cometeu vários erros, principalmente no Bahrein , também perdendo pontos. Em Mônaco, depois de uma corrida muito agitada marcada por um pequeno contratempo para ele ligado a uma leve batida contra uma barreira que o obrigou a voltar aos boxes, ele triunfou na corrida seguinte, no Canadá após um pit stop no qual participaram outros pilotos, ele foi para proteger Raikkonen, que também estava saindo do pit lane, mas encontrando o sinal vermelho. O piloto da Ferrari (com a BMW de Robert Kubica ao lado) levantou o pé e Lewis, um pouco desatento, sem perceber o semáforo, bateu na traseira do carro do oponente, comprometendo a corrida dele e a do finlandês.

Depois de uma corrida maçante na França , Hamilton conquistou duas vitórias consecutivas na Grã-Bretanha e na Alemanha : em Silverstone , no molhado, Hamilton fez uma de suas melhores corridas; em Hockenheim , o piloto inglês controla toda a corrida e só nas voltas finais, após a entrada do safety car, é que se compromete a recuperar a primeira posição.

Após estas duas vitórias, o piloto britânico sofreu uma ligeira paragem no Grande Prémio da Hungria em que, após ter um furo, só conseguiu terminar em quinto. As coisas vão melhorar no Grande Prêmio da Europa , onde ele vem em segundo, atrás do piloto da Ferrari, Felipe Massa . No Grande Prêmio da Bélgica, ele conquistou a pole e venceu a corrida sob um dilúvio repentino, após uma polêmica ultrapassagem de Kimi Raikkonen a duas voltas do fim. Os comissários de corrida, no entanto, apesar do diretor de corrida Charlie Whiting ter, durante a corrida, comunicado a regularidade da manobra duas vezes à equipe, decidiram à noite infligir uma penalidade de 25 segundos para cortar a chicane, o que rebaixou Lewis para o terceiro lugar. [31]

Anthony Hamilton comemora com seu filho o final do Grande Prêmio do Brasil de 2008 , que rendeu a Lewis seu primeiro título mundial

No Grande Prêmio de Cingapura, Hamilton batalha com Felipe Massa e Kimi Räikkönen pela primeira posição, mas um acidente de Nelson Piquet Jr. força o safety car a entrar na pista, perturbando a classificação. Hamilton consegue limitar os danos recuperando posições e terminando em terceiro, enquanto a vitória vai para o rival Alonso. Posteriormente, no Grande Prêmio do Japão, Hamilton largou da pole determinado a dominar o Grande Prêmio, mas no início o finlandês Raikkonen conseguiu ultrapassá-lo habilmente, mas pensando que tinha uma chance para voltar, Hamilton acaba se arrastando "por muito" as duas Ferraris atrás dele. Quatro carros terminaram por muito tempo nas duas curvas seguintes perdendo posições, com Hamilton atrás do principal rival Felipe Massa, ultrapassando após algumas voltas. O brasileiro, no entanto, não desiste e o corte da chicane atinge o inglês com a frente direita, fazendo-o girar. Hamilton está, portanto, na última posição. Posteriormente, Felipe Massa teria sido penalizado com um drive-through pela ultrapassagem perigosa, uma penalidade também infligida a Hamilton por forçar Kimi Räikkönen na primeira curva a ir comprado. Fernando Alonso, ainda o vencedor, teria aproveitado a luta novamente.

Após a vitória no Grande Prêmio da China, Hamilton tem 7 pontos de vantagem sobre Massa: isso significa que um quinto lugar no último Grande Prêmio do Brasil é suficiente para ele se sagrar campeão mundial: a 5 voltas do final da corrida começa a chover no circuito e após a valsa no pit stop, Hamilton se encontra para trás da 4ª para a 5ª posição, seguido de perto por Sebastian Vettel . A chuva coloca Hamilton em dificuldades, que sofre a ultrapassagem de Vettel a 3 voltas do final. A apenas duas curvas da chegada, Timo Glock em um Toyota foi ultrapassado por Hamilton e Vettel, pois não parou para trocar os pneus e rodou com pneus de seco, apesar de a pista estar molhada. Hamilton termina a corrida em 5º lugar, graduando-se como o mais jovem campeão mundial da história com apenas 23 anos, 9 meses e 26 dias (um recorde posteriormente melhorado por Sebastian Vettel em 2010). A conquista do título também o torna o primeiro vencedor de uma série de cadetes da FIA ( Fórmula 2 , Fórmula 3000 ou GP2 ) a se tornar também campeão mundial de Fórmula 1.

Graças a esta conquista, um jogador de Cambridgeshire ganhou £ 125.000, tendo apostado em 1998 que Lewis, de 13 anos, se tornaria o campeão mundial antes dos 25 anos. O mesmo apostador ganhou mais £ 40.000 no ano anterior em uma aposta de que Hamilton venceria sua primeira corrida de Fórmula 1 antes de completar 23 anos. [32]

2009

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Campeonato Mundial de Fórmula 1 de 2009 .

Em 2009 a McLaren inicia o campeonato mundial ciente de ter um carro pouco competitivo, devido às alterações de regulamentos que atrapalharam a interpretação técnica e aerodinâmica dos carros, causando um embaralhamento geral de cartas. Além disso, muitas equipes que não lutavam pelo título em 2008 começaram a desenvolver o carro cedo, deixando para trás a Ferrari e a McLaren que lutaram por ele até o fim.

Hamilton dirigindo a McLaren no Grande Prêmio da Malásia de 2009

Apesar disso, Hamilton consegue entrar nos pontos e até lutar pelo pódio com a Toyota de Jarno Trulli durante o GP da Austrália . Em regime de safety car, no entanto, o motorista de Pescara faz uma excursão fora da pista, passando o inglês que, sem saber o que fazer (em teoria, ultrapassagens são proibidas durante o safety car), devolve a posição ao italiano para evitar correndo para ele. em penalidade. No final do Grande Prêmio, porém, os comissários de corrida penalizaram Trulli em 25 segundos porque, tendo saído da pista, ele havia perdido a posição de qualquer maneira e não precisava recuperá-la.

Posteriormente, durante a investigação do episódio, o diretor técnico da McLaren força Hamilton a mudar sua versão dos fatos sobre as comunicações com os boxes, dizendo aos comissários de corrida que ninguém confirmou que ele também está deixando Trulli passar. Mas as comunicações nos boxes são gravadas e os marechais de corrida decidem desqualificar Hamilton e McLaren por comportamento antidesportivo, tendo mentido para obter o terceiro lugar. [33] Trulli recupera sua posição.

O tribunal da FIA se reúne novamente em 29 de abril e decide que a McLaren será colocada em observação pelo resto do campeonato mundial e será desclassificada por três grandes prêmios na primeira violação dos regulamentos. Nesse ínterim, Hamilton consegue mais pontos na Malásia , China e Bahrein , dando oxigênio à situação conturbada da equipe, que fica para trás no nível técnico em relação às outras equipes.

Ele volta a vencer o Grande Prêmio da Hungria , onde termina em 1º, à frente de Kimi Räikkönen e Mark Webber . O progresso da McLaren pode ser visto principalmente no Grande Prêmio da Europa , onde ele consegue a pole, mas dá a vitória a Rubens Barrichello por um erro da mecânica durante o pit stop. No Grande Prêmio da Bélgica, no entanto, há um declínio na competitividade da equipe e ele e Heikki Kovalainen fecham a qualificação fora dos dez primeiros. Sua corrida termina no meio da primeira volta quando um acidente o nocauteia junto com Jenson Button , Romain Grosjean e Jaime Alguersuari .

No Grande Prêmio da Itália, McLaren e Hamilton estão muito competitivos novamente, tanto que Lewis consegue obter a pole position. Infelizmente, a sua corrida terminará a uma volta do fim, ao sair da curva Lesmo, ele colide violentamente contra as barreiras. O infeliz incidente também acabou com suas chances de defender o título mundial. [34] O inglês vencerá em Cingapura, onde começa na primeira posição. Seguem-se dois terceiros lugares no Japão e no Brasil. Ele terá azar na última corrida, em Abu Dhabi onde largando da pole teve vitória garantida, mas um problema com o carro o fará desistir, fechando o campeonato em 5º com 49 pontos.

2010

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Campeonato Mundial de Fórmula 1 2010 .

Lewis está confirmado na McLaren até 2012: seu novo companheiro de equipe será, no lugar do demitido Heikki Kovalainen , Jenson Button , campeão em título com o Brawn GP . No Grande Prêmio do Bahrein, ele obteve o pódio no degrau mais baixo, atrás dos dois pilotos da Ferrari, Fernando Alonso e Felipe Massa. No Grande Prêmio da Austrália, ele terminou em sexto lugar depois de uma corrida de retorno partindo do décimo primeiro lugar. No Grande Prêmio da Malásia , após desastrosa qualificação devido à chuva, partindo da vigésima posição ele se recuperou até a sexta posição. No Grande Prêmio da China , depois de se classificar em sexto, ele faz uma corrida com muitas ultrapassagens e na chuva termina em segundo, atrás de seu companheiro de equipe Jenson Button , completando assim a primeira dobradinha da McLaren do ano; no entanto, ele foi advertido pelos comissários para o duelo no pit lane com Sebastian Vettel. [35] Na Espanha, ele se classificou em terceiro, atrás dos dois Red Bulls. Depois de uma excelente corrida, no entanto, é vítima de um problema técnico ao chegar à segunda posição que o coloca fora de jogo. Chegamos então a Mônaco , onde Lewis e Jenson Button usam um capacete especial. Aqui a McLaren, talvez devido à sua longa distância entre eixos, falha em dar o melhor de si e Lewis fecha a corrida em quinto lugar, na mesma posição de onde partiu.

Hamilton terminou em 6º lugar no Grande Prêmio da Malásia de 2010 , depois de largar em 20º no grid

Duas semanas depois, em Istambul , Hamilton obteve sua melhor qualificação da temporada, ficando em segundo lugar entre os dois Red Bulls de Mark Webber e Sebastian Vettel. Ao longo da corrida, Lewis permanece ligado a Webber mesmo após o pit stop no qual ele perde sua posição sobre Vettel. Na volta 41, os dois Red Bulls colidem durante uma tentativa de ultrapassagem de Sebastian Vettel e Lewis aproveita, conquistando assim sua primeira vitória da temporada. A segunda vitória consecutiva vem duas semanas depois no Canadá , onde termina na liderança à frente de seu companheiro de equipe Jenson Button e do piloto da Ferrari Fernando Alonso . No Grande Prêmio da Europa de 2010, Hamilton largou em terceiro, atrás dos dois Red Bulls . No início, ele ultrapassa Webber e prejudica Vettel. Na volta 9, Webber sofre um acidente grave e entra no safety car.

Quando ela está entrando na pista, Lewis a ultrapassa, o que resultará em um drive through. No entanto, continua em segundo lugar, posição em que conclui a corrida, com o terceiro pódio consecutivo. No Grande Prêmio da Inglaterra em Silverstone, a McLaren traz um novo pacote com escapamentos baixos e um novo difusor, mas depois dos treinos livres de sexta-feira foi decidido desmontá-lo e não usá-lo para a qualificação e a corrida. A McLaren, portanto, perdeu três horas disponíveis para encontrar a configuração correta com o MP4-25 não modificado . A qualificação parece bastante difícil para a equipe inglesa, mas Lewis dá tudo de si e se classifica para o quarto lugar, definindo sua última volta como a melhor de sua carreira. No início da corrida Lewis corre muito bem e ultrapassa Fernando Alonso e Sebastian Vettel, atrás de Mark Webber por algumas voltas. Mas o Red Bull do australiano é inexpugnável e Lewis aproveita ao máximo sua excelente largada para garantir o segundo lugar na corrida em casa, o quarto pódio consecutivo. Assim, mantém-se na liderança da classificação do campeonato com 145 pontos, duplicando a vantagem sobre o segundo, que continua a ser o seu companheiro de equipa Jenson Button , que após esta corrida chega a 12 pontos.

Hamilton comemora a vitória no Grande Prêmio do Canadá de 2010

Duas semanas depois, na Alemanha , a McLaren tenta novamente com as atualizações (escapamentos baixos e novo difusor), mas durante o primeiro treino livre na sexta-feira, Lewis sofre um acidente no qual danifica seu carro. Isso resulta em Lewis sendo incapaz de completar mais de 18 voltas durante a sexta-feira e incapaz de encontrar o melhor equilíbrio. Ele se classifica em sexto, atrás de Jenson Button . Ele corre bem na largada e termina na quarta colocação, conquistando 12 pontos. Sua vantagem sobre Button passa a ser de 14 pontos.

Na qualificação para o Grande Prêmio da Hungria, Hamilton se classifica em quinto lugar, apesar da fraca competição do MP4-25 que no setor central perde mais de 1 segundo em comparação com a Red Bull . Na corrida ele perde uma posição na largada para Vitaly Petrov que, porém, se recupera na volta seguinte. Em seguida, o safety car entra e todos correm para os boxes, de onde Lewis sai na quarta posição, à frente do piloto da Ferrari, Felipe Massa. A situação permaneceu assim até que Lewis, na volta 24, devido a um problema técnico, foi forçado a desistir. No entanto, o chefe da classificação que acaba de perder é recuperado no Grande Prêmio da Bélgica , corrida realizada em 29 de agosto, logo após o retorno das férias de verão: o inglês larga da segunda posição do grid atrás de Webber, mas o ultrapassa após uma queimadura atira e mantém a liderança da corrida até o final, apesar das mudanças nas condições climáticas; as retiradas de Button e Alonso e o péssimo desempenho de Vettel (que acaba fora dos pontos) também lhe permitem somar 25 pontos contra três rivais diretos pela vitória do campeonato mundial.

No Grande Prêmio da Itália, ele se classificou na 5ª posição depois que a equipe decidiu não deixá-lo subir na pista, ao contrário de seu companheiro de equipe Button, que terminou em segundo. No início, no entanto, uma colisão após algumas curvas com Massa na tentativa de ultrapassá-lo o coloca fora do jogo devido a uma pausa na suspensão, uma aposentadoria que o faz perder a liderança da classificação em favor de Webber, que veio na sexta posição. Duas semanas depois, em Singapura , a McLaren ficou um pouco na sombra e durante a corrida após uma entrada do safety car na tentativa de ultrapassar Webber para a 3ª posição, foi atropelado por este último e forçado a desistir novamente, encontrando-se em 3º no mundo por trás de Webber e Alonso.

No Grande Prêmio do Japão ele se classificou na 3ª posição, mas foi rebaixado devido à troca da caixa de câmbio danificada no confronto com Webber em Cingapura . Na corrida, sua tentativa de retorno contra Alonso e Webber pela 2ª posição foi prejudicada por um novo problema na caixa de câmbio que o fez perder as três primeiras marchas, forçando-o a deixar seu companheiro passar e milagrosamente terminar em 5º. Isso leva ao Grande Prêmio da Coreia, no qual o verdadeiro protagonista é a chuva. Vettel domina o Grande Prêmio à frente de Alonso e Hamilton, mas a falha de seu motor a algumas voltas do final reabre os jogos para o campeonato mundial, graças também à aposentadoria simultânea de Webber. Hamilton volta assim ao 3º lugar da classificação depois de ter perdido Suzuka. No Grande Prêmio do Brasil, a pole position inesperadamente foi para Nico Hulkenberg à frente dos Red Bulls , que se livraram dele na primeira volta no dia seguinte competindo com Vettel e Webber na frente de Alonso e Hamilton. Aqui, Hamilton diz adeus às esperanças do mundo, mesmo que não matematicamente dados os 24 pontos a menos que o líder Alonso.

Em Abu Dhabi, o inglês, determinado a tentar de tudo, se classifica por um bigode atrás de Vettel, enquanto Alonso parece estar controlando seu rival mais próximo, Mark Webber, com calma. No entanto, um acidente na primeira volta faz com que o safety car entre, então Webber aproveita para a troca de pneus seguida de perto por Alonso que fica na frente dele enquanto os dois na frente correm até ele. Após o pit stop, no entanto, Hamilton é impedido em sua corrida contra Vettel pela Renault de Kubica, enquanto Alonso e Webber bloqueados pelo outro Renault, Petrov, perdem muito terreno e acabam dando o campeonato mundial para Vettel, que vence o grande prêmio e o campeonato à frente de Alonso, seu companheiro de equipe e Hamilton, este último atrás por 16 pontos. Hamilton fecha a temporada na quarta posição.

2011

Ícone da lupa mgx2.svg O mesmo tópico em detalhes: Campeonato Mundial de Fórmula 1 de 2011 .

2011 para a McLaren não começa da melhor maneira. A equipa de Woking , depois de ter decidido realizar o primeiro dos testes de inverno em Valência com o carro do ano anterior para ter mais tempo para trabalhar no novo MP4-26 , enfrenta vários problemas de fiabilidade devido em grande parte ao complexo sistema de escapamentos denominado Octupus, que a McLaren pretende trazer para a pista para o primeiro Grande Prêmio. Conclusi i test, la McLaren decide però di tornare indietro e monta per il Gran Premio d'Australia degli scarichi simili a quelli della Red Bull . [36]

Hamilton e Alonso in Malesia

Contrariamente a quanto tutti credevano, la McLaren si dimostra subito molto veloce, dominando le seconde libere. In qualifica Hamilton riesce addirittura a conquistare la prima fila al fianco di Sebastian Vettel, subendo però oltre 8 decimi di distacco dal campione del mondo. In gara è un'altra cosa e Lewis riesce a stargli più vicino, concludendo la gara in seconda posizione e conquistando quindi il primo podio del 2011. In Malesia parte di nuovo in prima fila. Al traguardo arriverà settimo ma sarà penalizzato di 20 secondi per aver cambiato traiettoria 4 volte mentre duellava con Alonso e giungerà ottavo. [37] In Cina parte terzo dietro Vettel e Button ea 4 giri al termine della corsa sorpasserà Vettel andando a vincere il gran premio.

In Turchia complice un errore al primo giro e alcune difficoltà a un pit stop giunge solamente quarto. Al Gran Premio di Monaco innesca una furiosa polemica con la FIA a seguito delle penalizzazioni che gli vengono inflitte dai commissari nel corso del week-end. A fine corsa tornerà nel paddock per scusarsi con la FIA ed evitare sanzioni per violazione del codice che impedisce di rilasciare affermazioni lesive nei confronti dello sport. [38] In Germania conquista la seconda vittoria dell'anno [39] e ad Abu Dhabi la terza. Nelle ultime tappe del campionato si intensifica la rivalità con Felipe Massa; i due si chiariranno solamente al termine del Gran Premio del Brasile . [40]

2012

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2012 .

Hamilton incomincia la stagione 2012 in modo positivo, conquistando la pole position nel Gran Premio d'apertura in Australia . In gara, però, il pilota inglese si deve accontentare del terzo posto, dopo essere stato sopravanzato dal compagno di squadra Jenson Button in partenza e aver perso un'ulteriore posizione a vantaggio di Sebastian Vettel, anche a causa di una strategia meno efficace di quella del rivale. Hamilton fa segnare lo stesso risultato anche nel Gran Premio della Malesia e nel Gran Premio di Cina , portandosi in testa alla classifica mondiale.

Hamilton esulta dopo la vittoria in Canada

Nel successivo Gran Premio del Bahrein il pilota inglese non riesce a far meglio dell'ottavo posto, anche a causa di un problema in un cambio gomme che gli costa alcune posizioni, perdendo così il primo posto in classifica. Nel Gran Premio di Spagna Hamilton fa segnare il miglior tempo in qualifica, ma viene retrocesso in fondo alla griglia perché nella sua vettura non c'è il quantitativo minimo di benzina previsto dal regolamento. In gara il pilota inglese riesce a rimontare fino alla zona punti, chiudendo nuovamente ottavo. Dopo aver ottenuto un quinto posto nel Gran Premio di Monaco , Hamilton ottiene la prima vittoria stagionale nel Gran Premio del Canada , anche grazie alla decisione della squadra di fargli effettuare un cambio gomme in più rispetto ai rivali Sebastian Vettel e Fernando Alonso, scelta che lo avvantaggia nella parte finale della corsa. La vittoria permette a Hamilton di tornare momentaneamente in testa al campionato, ma nel successivo Gran Premio d'Europa a Valencia il pilota inglese si ritira per un contatto con Pastor Maldonado nelle ultime fasi di gara, venendo superato in classifica da Alonso.

Nelle due gare seguenti Hamilton non ottiene risultati di rilievo (ottavo in Inghilterra, con una Mclaren in difficoltà, e ritirato in Germania per una foratura nelle prime fasi di gara), facendo segnare appena quattro punti e vedendo aumentare il proprio distacco dalla testa della classifica fino a 62 lunghezze. Nella seconda metà della stagione la McLaren si dimostra una delle vetture più competitive in pista, ma questo non basta a Hamilton per migliorare significativamente la propria posizione in classifica. Le due vittorie in Ungheria e in Italia sono, infatti, intervallate da due ritiri in Belgio , dove Hamilton è coinvolto in una carambola causata da Romain Grosjean , ea Singapore, dove il pilota inglese è costretto al ritiro per problemi meccanici mentre occupava la prima posizione. Proprio all'indomani del Gran Premio di Singapore viene ufficializzato il suo passaggio alla Mercedes a partire dalla stagione 2013, con un contratto di 60 milioni di sterline più bonus di vittorie per 3 anni. [41]

Nelle gare successive Hamilton esce definitivamente dalla lotta per il titolo mondiale, tagliando il traguardo fuori dal podio in Corea , in Giappone e in India , a causa di una vettura ora meno competitiva rispetto agli avversari, e ritirandosi per problemi meccanici mentre occupava la prima posizione nel Gran Premio di Abu Dhabi . Il pilota inglese torna alla vittoria nel Gran Premio degli Stati Uniti , sul nuovo circuito di Austin, avendo la meglio su Vettel al termine di un lungo duello. Nell'ultima gara della stagione, in Brasile , Hamilton fa segnare la pole position, dovendosi però ritirare per un incidente causato da un errore di Nico Hülkenberg , mentre quest'ultimo stava tentando di superarlo. Il pilota inglese chiude la stagione in quarta posizione, con 190 punti.

2013-presente: i titoli con la Mercedes ei record di vittorie e pole position

2013

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2013 .
Hamilton in Malesia nel 2013

Le insistenti voci di corridoio che lo volevano in Mercedes a partire dal 2013 trovarono conferma il 28 settembre 2012, quando arriva l'ufficialità sul sito della casa di Stoccarda. L'Inglese prende quindi il posto di Michael Schumacher , che avrebbe annunciato il ritiro dalle competizioni qualche giorno dopo, il 4 ottobre 2012.

Hamilton comincia la stagione con un quinto posto nel Gran Premio d'Australia , dove la Mercedes si rivela competitiva in qualifica ma non all'altezza di Lotus, Ferrari e Red Bull in gara. Seguono due terzi posti in Malesia e in Cina, dove il pilota inglese conquista la pole position ma non è in grado di mantenere il primo posto per l'eccessiva usura degli pneumatici. Questo fattore influisce negativamente anche nelle gare successive, concluse fuori dal podio. In Canada Hamilton conquista un altro terzo posto, mentre nei due Gran Premi seguenti, in Gran Bretagna e in Germania, il pilota inglese ottiene la pole position ma conclude in entrambe le occasioni fuori dal podio.

Hamilton coglie la sua prima vittoria con la Mercedes nel Gran Premio d'Ungheria , nel quale il pilota inglese conquista anche la terza pole position consecutiva. Dopo il 3º posto di Spa-Francorchamps (in cui fa segnare il miglior tempo in qualifica), seguono soltanto gare negative, che non saranno sufficienti all'inglese per mantenere il 3º posto in classifica generale. Termina la prima stagione in Mercedes al 4º posto con 189 punti.

2014

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2014 .

Nella stagione 2014 la Mercedes sfrutta le importanti novità tecniche introdotte (in particolare, dei nuovi motori turbocompressi in luogo dei V8 aspirati in uso fino all'anno precedente) per guadagnare un importante vantaggio sulla concorrenza. La superiorità tecnica della scuderia tedesca è evidente già dai test invernali e si conferma anche a campionato incominciato.

Nella gara d'apertura a Melbourne, però, Hamilton è costretto al ritiro per un problema tecnico dopo poche tornate, dopo essere partito dalla pole position. Il pilota britannico si rifà nel successivo Gran Premio della Malesia , nel quale ottiene il primo Grand Chelem in carriera, avendo fatto segnare pole position e giro veloce ed essendo rimasto in testa dal primo all'ultimo passaggio. Hamilton vince anche in Bahrein (dopo un intenso duello con il compagno di squadra Rosberg), Cina e Spagna , portandosi in testa alla classifica. A Montecarlo è invece Rosberg ad avere la meglio: Hamilton torna alle spalle del compagno di squadra, vedendo poi aumentare il proprio svantaggio in Canada , dove è costretto nuovamente al ritiro per problemi tecnici, e in Austria , dove giunge secondo dietro a Rosberg dopo essere scattato dalla nona posizione per un errore in qualifica.

Il pilota britannico arriva quindi al Gran Premio di casa con uno svantaggio di 29 lunghezze da Rosberg. In qualifica Hamilton fatica, non riuscendo a interpretare al meglio le mutevoli condizioni del tracciato e piazzandosi in sesta posizione, ma in gara l'inglese coglie la quinta vittoria stagionale, approfittando del ritiro di Rosberg per ridurre considerevolmente il distacco in classifica. Nei successivi Gran Premi di Germania e Ungheria Hamilton è costretto a partire dal fondo per problemi tecnici verificatisi sulla sua vettura durante le qualifiche. In entrambe le occasioni il pilota britannico riesce a rimontare fino al terzo posto, nel secondo caso chiudendo davanti a Rosberg che era scattato dalla pole position.

In Belgio Hamilton e Rosberg vengono a contatto mentre il pilota tedesco, partito dalla pole, stava cercando di riguadagnare la testa della corsa dopo essere stato passato da Hamilton al via. L'inglese è costretto a percorrere un intero giro con una gomma forata: la vettura si danneggia sensibilmente, al punto da costringere Hamilton al ritiro a poche tornate dalla conclusione. Il contatto causa aspre polemiche tra i due a fine gara, con Rosberg che, arrivato secondo, riporta a 29 i punti di vantaggio su Hamilton. A Monza , invece, Hamilton sfrutta un errore in frenata del compagno di squadra per sopravanzarlo, andando a vincere proprio davanti a Rosberg.

A Singapore Hamilton vince nuovamente, approfittando del concomitante ritiro di Rosberg per riportarsi in testa alla classifica. Il pilota britannico consolida la propria posizione nelle tre gare successive, conquistando altrettante vittorie (nonostante Rosberg fosse scattato dalla pole position in due di queste occasioni) e portando a 24 punti il proprio vantaggio dopo il Gran Premio degli Stati Uniti . Rosberg tiene aperta la lotta per il mondiale interrompendo la serie di vittorie di Hamilton nel Gran Premio del Brasile . All'ultima gara i due arrivano separati da 17 punti: per via del doppio punteggio assegnato nel conclusivo Gran Premio di Abu Dhabi , in caso di vittoria di Rosberg, Hamilton deve giungere in seconda posizione per aggiudicarsi il secondo titolo in carriera. In qualifica Hamilton viene battuto dal compagno di squadra, ma alla partenza il pilota britannico si porta in prima posizione e nei primi giri accumula un vantaggio superiore ai 2 secondi su Rosberg. Rosberg viene poi messo fuori causa da problemi meccanici, consegnando definitivamente a Hamilton la vittoria nel mondiale, con 384 punti.

2015

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2015 .
Hamilton in azione nei test invernali del 2015

Anche nel 2015 la Mercedes si rivela la monoposto migliore del lotto sin dai test invernali. Hamilton inizia la stagione cogliendo pole position e vittoria nel Gran Premio d'Australia , precedendo il compagno di squadra Rosberg sia in griglia di partenza che sul traguardo. Nel successivo Gran Premio della Malesia il pilota britannico conquista la pole position, venendo però battuto in gara da Sebastian Vettel su Ferrari.

Hamilton torna poi alla vittoria in Cina e in Bahrein , dopo essere scattato dalla pole position in entrambe le occasioni. Poco prima del Gran Premio di Monaco , la Mercedes annuncia il prolungamento del contratto del pilota inglese per altre tre stagioni, sino al 2018. [42]

A Monaco ottiene la pole , ma in gara chiude solo 3° dopo aver dominato la gara a lungo: rientra ai box durante i regimi di safety car e si ritrova terzo. A Montréal ottiene una vittoria dopo essere partito in testa. Nel successivo Gran Premio d'Austria ottiene la sua 45^ pole position. Nonostante la partenza dalla pole position, viene superato al via dal compagno di squadra Rosberg e termina la gara in seconda posizione. Al termine del gran premio, Hamilton vede quindi il suo vantaggio su Rosberg ridursi a soli 10 punti. Nel Gran Premio di Gran Bretagna l'inglese ritorna alla vittoria. Dopo la pole del sabato, in gara parte male ma sul finale con pioggia battente Lewis azzecca il momento del pit stop e beffa Rosberg sul finale di gara e vince davanti al tedesco della Mercedes e Vettel. Al successivo appuntamento in Ungheria, Hamilton scatta dalla prima posizione ma, a causa di una brutta partenza viene superato subito da Vettel, Räikkönen e Rosberg finendo in quarta posizione, che manterrà solo per pochi secondi a causa di un errore durante un tentativo di sorpasso sul compagno di squadra. Dovendo rimontare dalla decima posizione, ormai escluso dalla lotta per la vittoria sarà protagonista di alcuni errori nelle ultime fasi della gara che lo relegheranno alla sesta posizione finale.

Hamilton trionfa nel Gran Premio casalingo di Silverstone

Nel successivo appuntamento a Spa, Hamilton firma la sua trentanovesima vittoria dopo essere partito dalla pole position e aver battuto il proprio compagno di squadra arrivato secondo. Due settimane dopo domina il Gran Premio d'Italia arrivando primo con 25" di vantaggio su Vettel ed ottenendo la sua 40º vittoria in carriera (ad un successo di distanza dal pilota tedesco ed Ayrton Senna), che lo porta a 53 punti di vantaggio sul compagno di squadra Rosberg. Ottiene inoltre il secondo grand chelem della carriera con pole position, giro veloce, gara e rimanendo in testa dal 1º all'ultimo giro. Al termine della gara si verifica un'indagine riguardo a una possibile pressione irregolare degli pneumatici della Mercedes, ma dopo chiarimenti effettuati dalla squadra tedesca non si ricorre ad alcuna sanzione. [43] Nel successivo Gran Premio di Singapore , la Mercedes è in difficoltà e Lewis è costretto al primo ritiro stagionale. Vince sia in Giappone sia in Russia , nonostante fosse stato il compagno Nico Rosberg a conquistare la pole position.

Il 25 ottobre vince il Gran Premio di Austin e conquista matematicamente il terzo campionato del mondo piloti dopo una gara caratterizzata da una condizione di umido iniziale e il successivo cambio gomme dalle intermedie alle slick, con l'asciugarsi della pista, oltre alle numerose safety car normale e virtuali, dovute a diversi incidenti e ritiri (in totale otto nel gran premio) che hanno più volte spezzato il ritmo della gara. [44] Nel Gran Premio del Messico parte e termina secondo alle spalle di Rosberg, così come in Brasile e ad Abu Dhabi .

2016

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2016 .

Il 2016 sembra iniziare bene per il pilota britannico, con la conquista della 50ª pole in carriera nel GP d'Australia . In gara Hamilton, scattato malissimo, non riesce ad imporre il proprio ritmo trovandosi 6° dopo il primo giro. Grazie alla bandiera rossa, a causa dell'incidente di Fernando Alonso, il pilota della Mercedes riesce a limitare i danni risalendo fino alla 2ª posizione, dietro al vincitore della gara, il compagno di squadra Nico Rosberg. [45]

Al secondo appuntamento della stagione in Bahrein ottiene la sua 51^ pole position, siglando anche il record del circuito, ma alla partenza della gara viene superato nello scatto da Rosberg, e alla prima curva viene urtato dal finlandese della Williams Bottas (successivamente penalizzato con un drive through). Il contatto ha compromesso l'aerodinamica di Hamilton che malgrado le difficoltà, il tre volte campione del mondo riesce tuttavia a rimontare, terminando la contesa in 3ª posizione. [46] Nelle successive due gare, in Cina e Russia , Hamilton accusa problemi di affidabilità nelle qualifiche dovendo partire in ultima posizione in Cina e decimo in Russia. Mentre nel GP di Cina Hamilton non riesce ad andare oltre il settimo posto, penalizzato da un incidente al via con lo svedese della Sauber Marcus Ericsson , [47] in Russia l'Inglese della Mercedes riesce a rimontare arrivando secondo, dietro al compagno di squadra Nico Rosberg. [48]

Malgrado l'evidente superiorità tecnica della Mercedes, i ripetuti problemi di affidabilità della vettura di Hamilton portano alcuni sostenitori della scuderia tedesca ad ipotizzare una possibile cospirazione contro il campione del mondo in carica, ma queste teorie vengono fermamente negate dal direttore esecutivo Toto Wolff . [49] [50] [51]

Hamilton nel vittorioso Gran Premio di Monaco 2016

Durante il successivo Gran Premio di Spagna , dopo aver realizzato la pole position in qualifica, Lewis Hamilton viene superato, al via, da Nico Rosberg. Giunti alla Repsol Hamilton cerca di ripassare Rosberg, che chiude però la traiettoria al britannico. La vettura esce dal tracciato e, ormai senza controllo, colpisce la parte posteriore della macchina di Rosberg: entrambi finiscono nella via di fuga e si ritirano. Viene interrotta così una striscia di 10 vittorie consecutive per una Mercedes . [52] Nel Gran Premio di Monaco , dopo essere scattato dalla terza casella, riesce prima a superare il compagno di scuderia Nico Rosberg, poi con una grande strategia su una sosta passa il leader Daniel Ricciardo, vincendo la sua prima gara dell'anno. [53] In Canada , dopo aver fatto la pole position, scatta male ma riesce a vincere sopravanzando Sebastian Vettel, grazie ad una tattica più conservativa. [54]

Nel Gran Premio d'Europa chiude quinto, dopo essere scattato dalla decima piazza per via di un incidente in qualifica. Nel successivo Gran Premio d'Austria ottiene la pole position davanti a Rosberg, che viene penalizzato di cinque posizioni e parte sesto In gara si trova secondo dietro al compagno di scuderia che ha rimontato fino alla testa, ma all'ultimo giro tenta di sorpassarlo ei due entrano in contatto. Hamilton vince e Rosberg termina quarto con la monoposto danneggiata riducendo lo svantaggio in classifica generale a 11 punti dal compagno di squadra. Nel Gran Premio di casa in Gran Bretagna , Hamilton vince agevolmente, dopo aver segnato anche la pole position in qualifica. Con questa vittoria (la quarta in Gran Premio di Gran Bretagna , la terza consecutiva) accorcia lo svantaggio dal compagno di squadra Nico Rosberg a solo una lunghezza, complice una penalizzazione di quest'ultimo. Vince sia in Ungheria sia in Germania , prendendo la leadership del mondiale. Nel Gran Premio del Belgio , Hamilton, partito in ultima fila per aver sostituito tutto il pacchetto motore, approfittando di ritiri ed incidenti, riesce ad arrivare terzo. Il vincitore è Rosberg che diminuisce il distacco dal pilota britannico di 10 punti. In Italia arriva secondo, dopo aver perso la possibilità di lottare per la vittoria in partenza. A Singapore chiude terzo, mai in lotta per la vittoria. In Malesia , mentre era in testa, è costretto a ritirarsi per problemi al motore. In Giappone chiude terzo, non riuscendo a sorpassare Max Verstappen nei giri finali. Negli Stati Uniti domina la gara dopo essere partito dalla pole, concludendo primo davanti a Nico Rosberg e riducendo lo svantaggio a 26 punti da quest'ultimo nel mondiale.

In Messico arriva un'altra vittoria che gli consente di eguagliare Alain Prost al secondo posto della classifica dei piloti con più vittorie di tutti i tempi e di tenere il mondiale aperto con 19 punti di distacco dal compagno di scuderia a due gare dalla conclusione. Il britannico vince in Brasile davanti a Rosberg, ritrovandosi a sole 12 lunghezze di distacco. Ad Abu Dhabi vince dalla pole, ma non gli basta perché Nico Rosberg è secondo e perde il titolo di soli 5 punti. Tuttavia si rende protagonista di una condotta di gara discussa poiché rallenta il retrostante Rosberg nella speranza di far rimontare gli avversari alle spalle del tedesco, Sebastian Vettel e Max Verstappen (nonostante i ripetuti richiami via radio) negli ultimi 10 giri. Chiude secondo nel mondiale con 10 vittorie e 380 punti.

2017

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2017 .
Hamilton nel 2017

Nella stagione 2017 il suo nuovo compagno di squadra è l'ex Williams Valtteri Bottas, a causa del ritiro dalla Formula 1 di Nico Rosberg, annunciato pochi giorni dopo la vittoria del titolo mondiale. Il campionato per Lewis inizia con una pole in Australia . In gara giunge però secondo dietro Sebastian Vettel , dopo essere stato condizionato da una perdita di tempo dietro Verstappen. In Cina fa segnare di nuovo la pole, ma questa volta domina la gara, ottenendo un Grand Chelem (ha ottenuto pole position, vittoria del Gran Premio, giro veloce e ha trascorso la gara sempre al comando). In Bahrein giunge in seconda posizione, la stessa ottenuta in qualifica. A Soči parte e arriva quarto. Torna alla vittoria in Spagna in una gara in cui, dopo essere partito dalla pole, si fa bruciare alla partenza da Vettel; ma poi, grazie anche a un'ottima strategia, si mette in condizione di poterlo attaccare con gomme di mescola più morbida di quelle del pilota della Ferrari, che sorpassa al 44º giro e va a vincere.

A Monaco , Hamilton è in difficoltà in qualifica e viene eliminato in Q2: dopo aver fallito diversi tentativi per vari errori suoi, all'ultima possibilità per qualificarsi alla Q3 si ritrova le bandiere gialle e non può concludere il giro. In gara recupera qualche posizione e giunge settimo. Vince la gara monegasca Vettel, che aumenta il vantaggio su Lewis a 25 punti. In Canada ottiene la 65º pole position in carriera, raggiungendo Ayrton Senna e vince controllando una gara mai in discussione davanti a Bottas, per il secondo Grand Chelem della stagione e la prima doppietta Mercedes dell'anno. Riduce lo svantaggio in classifica da Vettel a 12 punti, perché il tedesco a Montréal giunge quarto dopo una gara in rimonta. Nel Gran Premio d'Azerbaigian durante il regime di safety car, mentre era in testa Hamilton viene tamponato da Vettel; alcuni giri dopo la bandiera rossa il britannico è costretto ad entrare ai box per sostituire la protezione per la testa perché non era stata fissata in modo corretto e chiude quinto dietro a Vettel che mentre era in testa, viene penalizzato di uno stop&go di 10 secondi. In Austria l'inglese deve sostituire il cambio e quindi viene penalizzato di 5 posizioni. In gara Lewis deve accontentarsi del quarto posto dopo una lotta per il podio con la Red Bull di Daniel Ricciardo . Nel Gran Premio di Gran Bretagna , Hamilton ottiene il quinto Grand Chelem in carriera, il terzo in stagione, ottenendo pole position, giro veloce, vittoria e in testa per tutta la gara. Con questi risultati l'inglese ha un solo punto di svantaggio su Sebastian Vettel . In Ungheria mentre era terzo nell'ultimo giro, Hamilton viene sorpassato dal compagno di squadra Valtteri Bottas proprio nell'ultima curva (per ordine di scuderia) e quindi giunge quarto.

Hamilton in Canada, dopo avere eguagliato il record di pole position di Ayrton Senna , mostra il casco del brasiliano donatogli dalla famiglia del pilota scomparso [55]

Nel Gran Premio del Belgio , Lewis ottiene la 68° pole position eguagliando così Michael Schumacher. In gara arriva primo davanti al rivale Vettel. Nel Gran Premio successivo, a Monza , Hamilton conquista la pole in una sessione bagnata e supera Schumacher conquistando – record assoluto per la Formula 1 – la sua 69^ partenza al palo. La gara è un dominio Mercedes con Lewis che vince precedendo il compagno di scuderia Bottas. Vettel è terzo e cede a Hamilton la testa della classifica mondiale con un distacco di 3 punti tra i due. A Singapore si qualifica soltanto quinto, penalizzato dal passo lungo della Mercedes. In gara giunge primo grazie a un'ottima partenza che gli consente di sorpassare Ricciardo (partito quarto) e all'incidente che mette fuori gioco i primi tre, tra cui il suo avversario nella lotta al titolo iridato, Sebastian Vettel.

In Malesia giunge 2º alle spalle di Verstappen (mentre Vettel, partito ultimo per un guasto, è solamente 4°), rafforzando ulteriormente il vantaggio in classifica. Con la vittoria in Giappone , a fronte del ritiro di Vettel, porta il suo vantaggio a 59 punti sul tedesco. Nel Gran Premio degli Stati Uniti d'America , sul circuito di Austin in Texas, Hamilton ottiene nuovamente la pole position, andando a vincere la gara il giorno seguente nonostante il sorpasso subito da Vettel alla partenza e guadagnando ulteriori 7 punti nella classifica iridata. In Messico , Lewis si laurea campione del mondo giungendo 9º, con due gran premi in anticipo. Nelle qualifiche del Gran Premio del Brasile, Hamilton sbatte contro le barriere ed è costretto a partire ultimo. Dopo le qualifiche Hamilton e la Mercedes decidono di sostituire il motore partendo così dalla pit lane , ma riesce, con una bella gara, a giungere 4°. Ad Abu Dhabi giunge 2º alle spalle del compagno di scuderia Bottas concludendo la stagione con 9 vittorie e 363 punti.

2018

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2018 .

Nel 2018 Hamilton comincia la stagione ottenendo la pole nel Gran Premio d'Australia . Al via mantiene il primo posto nella prima parte della gara, fino a quando entra in azione la Virtual Safety Car che permette a Sebastian Vettel di effettuare la sosta ai box e ritrovarsi in testa, vincendo il GP davanti all'inglese. In Bahrein si qualifica quarto, ma per via della sostituzione del cambio parte nono, concludendo la gara sul gradino più basso del podio. In Cina parte quarto e termina la gara nella stessa posizione. In Azerbaigian parte secondo dietro il poleman Vettel, ma dopo una gara rocambolesca e la foratura della ruota posteriore destra del compagno Bottas, che si trovava davanti a lui, vince il primo Gran Premio stagionale portandosi in testa al Mondiale Piloti con 70 punti.

Nel Gran Premio di Spagna , dopo essere partito dalla pole, riesce a vincere davanti a Bottas e Verstappen, allungando il vantaggio nella classifica del campionato su Sebastian Vettel . A Monaco prende il via dal terzo posto e conclude la gara nella stessa posizione. In Canada si qualifica quarto, però in gara termina quinto e perde la leadership del Mondiale con Vettel che lo supera di un punto. In occasione del Gran Premio di Francia , sul Circuito Paul Ricard , conquista la pole position nelle qualifiche e il giorno dopo vince il GP guidando la corsa per la maggior parte dei giri, riportandosi in testa al campionato con 14 punti di vantaggio sul rivale tedesco. Nel Gran Premio d'Austria si qualifica secondo dietro il poleman e compagno di squadra Valtteri Bottas , ma in gara è costretto al ritiro insieme a quest'ultimo - un doppio ritiro per entrambe le Mercedes non si verificava dal GP di Spagna 2016 - per un problema alla power unit (così come anche Bottas e il pilota della Red Bull Daniel Ricciardo ), interrompendo così la serie di 33 gare consecutive concluse. Nel Gran Premio di casa Hamilton, dopo aver ottenuto la pole position, è autore di una brutta partenza e viene superato da Vettel e Bottas. Durante il primo giro inoltre ha un contatto da Kimi Räikkönen, che lo manda in testacoda e in fondo al gruppo. Alla fine della gara, anche grazie a una buona strategia e all'uscita della Safety Car, riesce a giungere secondo davanti a Räikkönen e dietro all'altro ferrarista, riuscendo così a limitare il distacco da Vettel a 8 punti.

Dall'alto in basso: Hamilton, Bottas e Vettel dopo le qualifiche del Gran Premio d'Austria 2018

Due settimane dopo ad Hockenheim l'inglese non prende parte alla Q2 per un problema al cambio della sua W09 , motivo per il quale il campione del mondo è costretto così a partire in 14ª posizione. In gara, grazie alla buona competitività della sua Mercedes e alle condizioni atmosferiche miste (che portano tra l'altro al ritiro di Sebastian Vettel ), unite inoltre anche alla sua sensibilità e capacità di guida sul bagnato, riesce a rimontare fino a vincere il Gran Premio e portandosi nuovamente in testa al mondiale con 17 punti vantaggio sul rivale tedesco. In Ungheria ottiene la pole position sul bagnato, e in gara riesce a mantenere la testa della corsa fino alla fine, davanti a Vettel. Porta così il vantaggio in classifica a 24 punti. Dopo la pausa estiva, in Belgio giunge secondo dopo essere partito in pole, sorpassato da Vettel nel corso del primo giro. Nel successivo Gran Premio d'Italia a Monza riesce a vincere e incrementa così il suo vantaggio su Vettel (+30), coinvolto in un contatto con lo stesso Hamilton durante il primo giro della gara. Da Monza , innesca una serie consecutiva di 3 vittorie, che gli permettono di consolidare notevolmente la sua leadership iridata su Vettel in classifica.

In Russia ottiene la sua 70^ vittoria in carriera, davanti al compagno di squadra. La settimana successiva a Suzuka , dopo aver conquistato la sua pole numero 80, trionfa nuovamente con Bottas alle sue spalle (portandosi a -20 dal record di vittorie di Schumacher) ed allunga ulteriormente in classifica. Infatti dopo il Gran Premio del Giappone , frutto anche di alcune prestazioni sottotono del rivale tedesco, il vantaggio di Hamilton arriva a 67 punti, e ciò gli consente di avere il primo match point iridato a 4 gare dal termine. Nella successiva tappa del mondiale, negli Stati Uniti , il pilota inglese non riesce a chiudere il discorso mondiale. Infatti, dopo aver ottenuto la nona pole stagionale, chiude la gara al terzo posto davanti al rivale Vettel, firmando anche il giro più veloce (eguagliato Prost a quota 41, al terzo posto di sempre); tale piazzamento gli consente di allungare ancora in campionato e mantenere un margine rassicurante (+70), vedendo così avvicinarsi il titolo iridato.

La settimana dopo, in Messico , nonostante una gara difficile, chiude definitivamente i giochi iridati: riesce a terminare 4º e si conferma matematicamente campione del mondo per la quinta volta in carriera, sulla stessa pista in cui aveva conquistato il mondiale l'anno prima, eguagliando così i titoli mondiali di Juan Manuel Fangio (davanti a lui solo Michael Schumacher a quota 7). In Brasile , dopo aver siglato la pole numero 10 della stagione, si conferma anche in gara cogliendo la decima affermazione del 2018. Inoltre la vittoria di Hamilton, unita alla quinta posizione del compagno di squadra Bottas, garantisce aritmeticamente il titolo Costruttori alla Mercedes per il 5º anno consecutivo (seconda striscia più vincente di sempre, dietro solamente a quella della Ferrari, a quota 6 successi iridati di fila ottenuti tra il 1999 e il 2004). Nell'ultimo appuntamento di Abu Dhabi , quello che rappresenta la 100ª gara dell'era turbo-ibrida, Hamilton, dopo l'undicesima pole dell'anno, riesce a confermarsi anche in gara cogliendo la vittoria: conclude così la stagione con 11 successi, 17 podi (così come nel 2015 e nel 2016, record peraltro condiviso anche con Vettel e Schumacher) e 408 punti, record assoluto di punti in una stagione. Con l'ultima gara raggiunge e supera la soglia dei 3000 punti iridati, primo pilota nella storia ad ottenere tale traguardo.

2019

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2019 .
Hamilton festeggia sul podio del Gran Premio di Cina insieme a Vettel

Il 13 febbraio 2019 viene presentata la nuova monoposto per lastagione 2019 , denominata W10 , che Hamilton guida assieme al compagno per il filming-day . Ai test di Barcellona, nell'ultima giornata le Frecce d'Argento effettuano una simulazione di qualifica, e Hamilton che con le gomme più morbide segna il secondo tempo a soli tre millesimi da Sebastian Vettel . In una classifica diramata dal Daily Mirror , Hamilton risulta essere il pilota più pagato della Formula 1, percependo circa 40 milioni di sterline per il 2019. [56]

Lastagione 2019 si apre, come di consueto, con la tappa inaugurale in Australia , nella quale Hamilton coglie la piazza d'onore, non riuscendo a sfruttare la pole e venendo sopravanzato al via da Bottas. Chiude la gara alle spalle del compagno di squadra, dopo aver firmato l'ottava pole sulla pista australiana. In Bahrein , dopo essere partito dalla terza posizione, riesce a vincere il Gran Premio davanti al compagno di squadra al termine di una gara movimentata e ricca di colpi di scena. L'inglese infatti eredita la prima posizione a una decina di giri dalla fine da Leclerc , rallentato da problemi al motore.

Nel Gran Premio di Cina , il 1000° nella storia della Formula 1, l'inglese conquista la seconda vittoria consecutiva. Partito dalla seconda posizione riesce a scavalcare in partenza il compagno di squadra Bottas e percorre tutta la gara in testa, senza essere mai insidiato dagli avversari. Nella gara di Baku, in Azerbaigian , dopo aver preso il via dalla seconda posizione, prova per tutta la gara a contendere la prima posizione al compagno di squadra, ma deve accontentarsi della piazza d'onore alle spalle di Bottas; questo risultato garantisce alla Mercedes la quarta doppietta di fila conseguita in avvio di stagione, record assoluto tra i team.

Torna al successo in Spagna, cogliendo la terza vittoria consecutiva su questa pista, dopo aver sopravanzato Bottas che partiva in pole e che poi chiuderà alle sue spalle. Grazie a questa vittoria torna in testa al campionato con sette punti di vantaggio sul compagno di squadra. A Montecarlo, nonostante una gara difficile per via di una scelta sbagliata di gomme, riesce a difendere la prima posizione e trionfare nuovamente per la quarta volta in stagione, la terza sul circuito monegasco, dopo aver conquistato l'85° pole, la numero 59 con la Mercedes (superando quelle ottenute dal binomio Schumacher-Ferrari). Grazie a questa vittoria allunga ulteriormente di 17 punti sul compagno di squadra Bottas, giunto terzo al traguardo.

Hamilton sulla Mercedes AMG F1 W10 EQ Power+ a Monza nel Gran Premio d'Italia 2019 , concluso in terza posizione

A Montréal arrivò la sua vittoria più discussa: egli partì secondo e come tale arrivò, tuttavia un episodio accaduto in corsa (vedi Gran Premio del Canada 2019 ) con il rivale Sebastian Vettel (il quale rimase in testa alla classifica per l'intera corsa), che venne penalizzato di 5 secondi regalando così la vittoria all'inglese; questo risultato gli permette di consolidare ancor più la sua posizione nel mondiale, allungando nuovamente su Bottas, classificatosi solo 4°, con un gap superiore alla gara di vantaggio (+29). Continua la sua marcia trionfale anche in Francia , conquistando la sua quarta vittoria consecutiva, dopo essere scattato dalla pole, conducendo la gara dal primo all'ultimo giro davanti al compagno di squadra Bottas, il quale perde ulteriore terreno nei confronti di Hamilton nel mondiale.

Subisce una battuta d'arresto in Austria , weekend nel quale è costretto a correre in difesa: dopo la retrocessione di 3 posti in griglia per via di una penalità in qualifica, in cui aveva concluso col secondo tempo (scatterà poi 4° per via di altre penalità sulla griglia), in gara non riesce ad andare oltre la quinta piazza a seguito, oltre che per problemi di surriscaldamento del motore, anche di alcune difficoltà legate alla gestione delle gomme che ne condizionano la prestazione ed il risultato finale. A Silverstone , dopo aver perso la pole per appena 6 millesimi nei confronti di Bottas, in gara trova il modo di riscattarsi trionfando davanti al pubblico di casa e cogliendo la vittoria nº 80 in carriera, la sesta sulla pista inglese (primo pilota a riuscirci), nonché la settima in 10 gare; conquista anche il giro più veloce e questo gli consente di allungare ancora in classifica proprio sul compagno di squadra, giunto alle sue spalle.

In Germania, dopo la conquista della pole, non riesce a confermarsi in gara. Tale prova, molto rocambolesca, si disputa su condizioni meteo variabili, con la pista spesso bagnata; queste insidie lo inducono a commettere diversi errori (tra cui anche uno che gli costa 5 secondi di penalità), compromettendone dunque il risultato. Alla fine della gara termina in 11ª posizione, divenuta poi 9^ grazie alla penalizzazione delle Alfa Romeo Racing dopo le verifiche di fine gara; questo gli consente di ottenere 2 punti e di mantenere un discreto margine sui rivali, allungando sul primo degli inseguitori, Bottas, ritiratosi durante il Gran Premio per un incidente. La settimana seguente in Ungheria, dopo essere scattato dalla terza posizione, conquista la vittoria numero 81 in carriera, l'ottava in stagione, la settima sulla pista dell'Hungaroring (al pari di Montréal), nonché la 60^ con la Mercedes. Tale risultato, che lo pone a sole 10 lunghezze dal record di successi di Schumacher, arriva in rimonta, grazie alle doti velocistiche del pilota ma complice anche un'ottima strategia da parte del muretto che con una sosta aggiuntiva gli ha permesso di raggiungere e sopravanzare Verstappen, in crisi di gomme, nei passaggi finali. Dopo questa gara, l'ultima prima della pausa estiva, Hamilton si trova saldamente in testa alla graduatoria consolidando ulteriormente la leadership iridata, potendo contare su un margine di 62 punti su Bottas, il rivale più vicino, e distacchi ancora superiori sugli altri piloti. Dopo essere arrivato secondo in Belgio e terzo in Italia (entrambe le gare le vincerà Charles Leclerc ) e quarto a Singapore, Hamilton si riprende vincendo in Russia, giungendo terzo in Giappone, vincendo di nuovo in Messico e giungendo secondo in America. Al Gran Premio del Brasile, dopo essere giunto terzo (e aver duellato fino alla fine con Pierre Gasly ) viene penalizzato per aver speronato e messo fuori gara Alexander Albon , e retrocede settimo, per poi concludere bene la stagione vincendo ad Abu Dhabi. Con questa vittoria Hamilton perfeziona il record dell'anno precedente, arrivando a 413 punti.

2020

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2020 .

La stagione 2020 risulta significativa nella carriera di Hamilton perché i risultati gli consentono di battere numerosi record. La stagione non parte però nel modo migliore, perché in Austria viene battuto fin dalle qualifiche da Bottas, classificandosi quarto al via per via di un penalità di due posizioni per non aver rispettato una bandiera gialla. In gara Hamilton riesce a risalire fino alle spalle del compagno, ma ha un contatto con Albon, il quale finisce fuori pista. Hamilton da secondo passa a quarto, poiché a causa dei 5 secondi di penalità inflittigli viene scavalcato da Leclerc e da Lando Norris . Tuttavia il pilota si riprende subito, vincendo nelle seguenti tre gare in Stiria, Ungheria (dove fa segnare il record per maggior numero di vittorie su un singolo circuito, 8) e Inghilterra, gara rocambolesca che lo vede trionfare su tre ruote dopo una foratura che in precedenza aveva colpito anche il suo compagno di squadra Bottas, giunto fuori dalla zona punti. Al Gp del 70º anniversario, partito dalla pole per la quarta volta consecutiva, viene scavalcato da Max Verstappen a causa di un pit-stop più lento e giunge secondo, per poi tornare a sbancare consecutivamente Spagna e Belgio (gara in cui raggiunge il maggior numero di chilometri percorsi in testa in assoluto). Al Gp d'Italia, partito di nuovo in pole, giunge settimo, dopo essere stato penalizzato per essere rientrato ai box con il semaforo rosso, cosa che però non gli impedisce di battere il record per il maggior numero di giri veloci su un unico circuito. Una settimana dopo raggiunge la 90ª vittoria della carriera in Toscana (dove nel frattempo batte il record del numero di Gran Premi conclusi senza ritirarsi di Nick Heidfeld e consecutivamente di Gran Premi conclusi a punti da lui stesso già detenuto). Dopo essere arrivato terzo in Russia (dopo essere stato nuovamente penalizzato), Hamilton conquista il suo record più importante al Gran Premio di Eifel , vincendo la 91ª corsa in carriera ed eguagliando lo storico primato di Michael Schumacher . Il primato viene poi perfezionato la settimana successiva, in Portogallo, weekend dove peraltro la Mercedes ha il primo match-ball iridato: qui Hamilton dopo aver conquistato la partenza al palo per la nona volta in stagione, la 97ª in carriera, vince la sua 92ª gara in carriera, l'ottava in stagione nonché la 28ª su un circuito diverso, staccando così il primato assoluto di Schumacher; per lui si tratta anche del 161° podio in carriera, il 31° su pista differente, altro record, ottenendo anche la 45ª gara utile a punti. Vince anche il Gran Premio dell'Emilia-Romagna . Il 15 novembre, grazie alla vittoria del Gran Premio della Turchia (la 94ª in carriera), si aggiudica matematicamente il suo settimo titolo mondiale, eguagliando così il record di campionati vinti appartenente a Michael Schumacher. [57] Trovato positivo al SARS-CoV-2 , Hamilton non prende parte al penultimo appuntamento della stagione , saltando un Gran Premio per la prima volta dal suo esordio in Formula 1, interrompendo così la striscia record di 48 gare consecutive concluse ea punti. [58] [59] Per l'occasione è sostituito dal pilota della Williams George Russell . [60] Ritorna per l'ultimo GP della stagione ad Abu Dhabi riuscendo a ottenere il terzo tempo in griglia per soli 86 millesimi, alle spalle del poleman Verstappen e di Bottas. Chiude la gara nella medesima posizione con i primi tre posti congelati fino al traguardo, terminando la stagione con 11 vittorie, 14 podi (su 16 gare disputate) e 347 punti iridati.

2021

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2021 .

Hamilton, dopo una lunga trattativa, l'8 febbraio del 2021 rinnova il suo contratto con il team Mercedes AMG F1 per lastagione 2021 [61] . La stagione 2021 risulta ancora condizionata dalla pandemia di Covid-19, il cui calendario riesce a garantire comunque la presenza di 23 gare, tuttavia sempre soggetto a possibili variazioni. La prima gara della stagione si svolge in Bahrein , nelle qualifiche finisce secondo dietro alla Red Bull di Verstappen , ma nella gara, grazie a un ottimo passo e una strategia differente dal pilota olandese, riesce a vincere la corsa con meno di un secondo di vantaggio [62] per la quinta volta in carriera, facendo meglio di Vettel, quindi ottenendo il record assoluto su questa pista, conquistando inoltre il 117° podio in carriera con Mercedes, meglio della coppia Schumacher-Ferrari. Con questo risultato diventa il primo pilota nella storia ad aggiudicarsi almeno una gara per 15 stagioni consecutive, eguagliando il primato di Schumacher.

La seconda gara è sul circuito italiano diImola , contro le previsioni che vedevano la Red Bull favorita riesce a conquistare la Pole Position numero 99 in Formula 1 [63] . In gara viene superato in partenza da Verstappen, al 30º giro commette un errore finendo a urtare le barriere e scende in nona posizione, dopo una bandiera rossa riesce a rimontare e chiudere al secondo posto [64] , firmando anche il giro veloce, il 54° in carriera. Nella terza gara della stagione in Portogallo parte secondo in griglia, nella ripartenza dopo Safety car viene superato da Verstappen. Nel corso della gara riesce a ripassare in pista l'olandese e il suo compagno di team Bottas , vincendo così per la seconda volta il Gran Premio del Portogallo [65] . Nel successivo Gran Premio di Spagna , conquista la sua 100ª Pole Position in F1 per soli 36 millesimi dal tempo di Verstappen [66] . In gara viene superato in partenza dall'olandese ma, grazie a una diversa strategia, riesce a sei giri dalla fine a riprendere la posizione ea vincere la gara [67] .

Nel Gran Premio di Monaco si qualifica settimo, perderà due posizioni per colpa di una strategia sbagliata finendo dietro a Vettel e Gasly , tuttavia finirà la gara in settima posizione vista la non partenza di Charles Leclerc e il ritiro del compagno di squadra Valtteri Bottas , conquistando il punto addizionale del giro più veloce con una sosta aggiuntiva nel finale. Dopo questa gara sia Hamilton che la Mercedes perdono la leadership in entrambi i campionati, rispettivamente a -4 da Verstappen e -1 dalla Red Bull. Durante il successivo Gran Premio d'Azerbaigian , nonostante una vettura non all'altezza riesce a piazzarsi secondo in qualifica, cogliendo la 135ª fila in carriera con la Mercedes; in seguito agli eventi della corsa, dopo una bandiera rossa causata da un incidente di Verstappen, il britannico si trova alla ripartenza secondo, dietro a Sergio Pérez : alla prima curva commette un errore nella mappatura del sistema frenante nel tentativo di superare il pilota della Red Bull, ma va lungo e chiude al quindicesimo posto [68] , ponendo fine ad una serie di 54 gare consecutive a punti (escludendo l'assenza forzata di un Gran Premio dovuta al Covid nella stagione 2020). Si riscatta in parte nel seguente GP di Francia nel quale ottiene la prima fila alle spalle di Verstappen, mentre in gara lotta per il successo contro il pilota olandese: si ritrova al comando alla prima curva dopo che quest'ultimo era finito lungo, tuttavia nonostante il passo simile tra i due, la Red Bull si dimostra più efficace in termini di strategia col rivale che con una sosta in più e gomme più fresche nel finale riesce a sopravanzare Hamilton, al 170° podio in F1, al penultimo giro.

Durante il Gran Premio d'Austria viene ufficializzato il rinnovo con la Mercedes per altri due anni, fino il 2023 [69] . A Silverstone Hamilton parte secondo e nel primo giro avviene un contatto con Verstappen , il quale finisce violentemente contro le barriere, pur subendo una penalità di 10 secondi riesce a vincere la gara davanti a Charles Leclerc [70] [71] . In seguito all'incidente la Red Bull inoltra ricorso per la revisione della penalità comminata, giudicata esigua. I Commissari respingono lo stesso in quanto il dossier presentato non contiene elementi aggiuntivi a quelli analizzati in tempo reale durante il Gran Premio di Gran Bretagna. [72]

Risultati

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Risultati sportivi di Lewis Hamilton .
2007 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Europe.svg Flag of Hungary.svg Flag of Turkey.svg Flag of Italy.svg Flag of Belgium.svg Flag of Japan.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
McLaren MP4-22 3 2 2 2 2 1 1 3 3 9 1 5 2 4 1 Rit 7 109
2008 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Turkey.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Europe.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
McLaren MP4-23 1 5 13 3 2 1 Rit 10 1 1 5 2 3 7 3 12 1 5 98
2009 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Turkey.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Europe.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
McLaren MP4-24 SQ 7 6 4 9 12 13 16 18 1 2 Rit 12 1 3 3 Rit 49
2010 Scuderia Vettura Flag of Bahrain.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Turkey.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
McLaren MP4-25 3 6 6 2 14 5 1 1 2 2 4 Rit 1 Rit Rit 5 2 4 2 240
2011 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Turkey.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of India.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
McLaren MP4-26 2 8 1 4 2 6 Rit 4 4 1 4 Rit 4 5 5 2 7 1 Rit 227
2012 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of India.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Flag of the United States.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
McLaren MP4-27 3 3 3 8 8 5 1 19 8 Rit 1 Rit 1 Rit 5 10 4 Rit 1 Rit 190
2013 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of South Korea.svg Flag of Japan.svg Flag of India.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Flag of the United States.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
Mercedes F1 W04 5 3 3 5 12 4 3 4 5 1 3 9 5 5 Rit 6 7 4 9 189
2014 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of Russia.svg Flag of the United States.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Mercedes F1 W05 Rit 1 1 1 1 2 Rit 2 1 3 3 Rit 1 1 1 1 1 2 1 384
2015 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of Russia.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Mercedes F1 W06 1 2 1 1 2 3 1 2 1 6 1 1 Rit 1 1 1 2 2 2 381
2016 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Russia.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Germany.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Mercedes F1 W07 2 3 7 2 Rit 1 1 5 1 1 1 1 3 2 3 Rit 3 1 1 1 1 380
2017 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Russia.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Mercedes F1 W08 2 1 2 4 1 7 1 5 4 1 4 1 1 1 2 1 1 9 4 2 363
2018 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Russia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Mercedes F1 W09 2 3 4 1 1 3 5 1 Rit 2 1 1 2 1 1 1 1 3 4 1 1 408
2019 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Russia.svg Flag of Japan.svg Flag of Mexico.svg Flag of the United States.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Mercedes F1 W10 2 1 1 2 1 1 1 1 5 1 9 1 2 3 4 1 3 1 2 7 1 413
2020 Scuderia Vettura Flag of Austria.svg Flag of Styria (state).svg Flag of Hungary.svg Flag of the United Kingdom.svg F1 - GP del 70º anniversario 2020.png Flag of Spain.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Tuscany.svg Flag of Russia.svg Flag of Rhineland-Palatinate.svg Flag of Portugal.svgBandiera Emilia-Romagna.svg Flag of Turkey.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Mercedes F1 W11 4 1 1 1 2 1 1 7 1 3 1 1 1 1 1 Inf 3 347
2021 Scuderia Vettura Flag of Bahrain.svgBandiera Emilia-Romagna.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of France.svg Flag of Styria (state).svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg White flag of surrender.svg Flag of Turkey.svg Flag of the United States.svg Flag of Mexico.svg Flag of Brazil.svg Flag of none.svg Flag of Saudi Arabia.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Mercedes F1 W12 1 2 1 1 7 15 2 2 4 1 2 2 195
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Apice – Risultato Qualifica Sprint
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

Riconoscimenti

Onorificenze

Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico
«Per il prestigio reso agli sport motoristici britannici»
— 31 dicembre 2008 [80]
Knight Bachelor - nastrino per uniforme ordinaria Knight Bachelor
«Per meriti sportivi.»
— 31 dicembre 2020

Casco

Hamilton con il casco in uso nel 2016

Hamilton ha usato, fino al 2013, un casco molto simile a quello di Ayrton Senna , suo idolo da piccolo, poi cambiato in quanto troppo simile a quello del compagno Nico Rosberg . [81]

Dal 2014 ha introdotto la scritta Still I Rise e le sue iniziali HAM , [82] mentre nella parte superiore c'è il 44 , suo numero di gara. Il colore dominante del casco è passato dal giallo al bianco, con inserti rossi e gialli.

Durante la stagione Hamilton è solito cambiare il casco per commemorare eventi: per esempio nel GP del Brasile del 2013 si è presentato con un casco che riprendeva la livrea della bandiera del Paese con dietro raffigurato il Cristo Redentore , o come in occasione del Gran Premio di Monaco 2019 dove, in seguito alla scomparsa di Niki Lauda, ha utilizzato un casco ispirato a quello dell'ultimo mondiale del campione austriaco (1984).

Nel 2020, a seguito dell' omicidio di George Floyd e delle proteste da parte del movimento Black Lives Matter , cambia ancora lo stile del suo casco inserendo il viola scuro come colore predominante, che caratterizza tutto l'elemento con l'eccezione della calotta, nera, sulla quale è riportato in bianco il logo del movimento. [83]

Note

  1. ^ Stefano Gatti, F1, Hamilton nella "Top 10" dei più grandi di sempre , Sport Mediaset , 25 ottobre 2015. URL consultato il 13 giugno 2016 ( archiviato il 18 agosto 2016) .
  2. ^ Ecco i 700 migliori piloti del mondo , Corriere dello Sport , 13 gennaio 2015. URL consultato il 4 luglio 2016 ( archiviato il 20 agosto 2016) .
  3. ^ a b Gabriele Lippi, F1: Lewis Hamilton è il pilota più forte in circolazione? , GQ , 10 aprile 2017. URL consultato l'11 aprile 2017 ( archiviato il 12 aprile 2017) .
  4. ^ I NUMERI DI LEWIS HAMILTON: È LUI IL PIÙ GRANDE DI TUTTI I TEMPI? , su tuttomotoriweb.com , 5 novembre 2019.
  5. ^ Rosberg mette Hamilton tra i migliori di sempre , su f1world.it , 6 aprile 2020. URL consultato il 13 maggio 2020 ( archiviato il 13 luglio 2020) .
  6. ^ Irvine: “Hamilton è il miglior pilota di sempre” , su MBenz.it . URL consultato il 7 marzo 2021 .
  7. ^ Alessandro, "Hamilton più forte di Schumacher e Senna": il parere del telecronista , su TuttoMotoriWeb.it , 6 agosto 2020. URL consultato il 7 marzo 2021 .
  8. ^ ( EN ) Adam Sinclair, Hamilton Officially Greatest F1 Driver of All Time According to New Statistical Study , su speedwaydigest.com . URL consultato il 7 marzo 2021 .
  9. ^ a b Ritratti: i 30 anni di Lewis Hamilton , F1 Sport, 12 gennaio 2015. URL consultato il 1º agosto 2016 ( archiviato il 13 agosto 2016) .
  10. ^ a b I 30 anni di Lewis Hamilton, campione del mondo predestinato , Corriere della Sera , 7 gennaio 2015. URL consultato il 4 luglio 2016 ( archiviato il 28 agosto 2016) .
  11. ^ Daniele Pezzini, F1 Belgio, Hamilton ancora in pole sul bagnato , su sportmediaset.mediaset.it , 25 agosto 2018. URL consultato il 16 settembre 2018 ( archiviato il 17 settembre 2018) .
  12. ^ a b Grenadian roots of first black F1 driver , BBC, 27 novembre 2006. URL consultato il 12 dicembre 2006 ( archiviato il 20 marzo 2007) .
  13. ^ Paolo Rossi, Fenomeno Hamilton primo pilota nero da F1 , La Repubblica , 22 aprile 2006. URL consultato il 3 aprile 2016 ( archiviato il 18 aprile 2016) .
  14. ^ Adam Smith, Lewis Hamilton: The Tiger Woods of Racing? , in Time , 12 aprile 2007. URL consultato il 26 giugno 2008 ( archiviato il 23 aprile 2008) .
  15. ^ Kevin Garside e Britten, Nick, Formula One's first black driver to take his place on grid , in The Daily Telegraph , London, 13 settembre 2006. URL consultato il 26 giugno 2008 ( archiviato il 31 agosto 2008) .
  16. ^ Randy Phillips, Hamilton in fast lane to success , in Montreal Gazette/Canada.com , CanWest News Service, 7 giugno 2007. URL consultato il 5 luglio 2007 (archiviato dall' url originale l'11 ottobre 2007) .
  17. ^ Hamilton at 150 - how he stacks up against the greats , su formula1.com . URL consultato il 7 gennaio 2016 ( archiviato il 5 marzo 2016) .
  18. ^ Formula 1: Lewis Hamilton campione del mondo, una carriera da rock star , su sport.sky.it , Sky Sport , 29 ottobre 2017. URL consultato l'8 luglio 2018 ( archiviato l'8 luglio 2018) .
  19. ^ Statistics: Wins by numbers , su statsf1.com , Stats F1. URL consultato il 28 settembre 2015 (archiviato dall' url originale il 28 gennaio 2016) .
  20. ^ Viner, Brian, Profile: Formula One driver Lewis Hamilton , in The Independent , London, 26 maggio 2007. URL consultato l'8 settembre 2010 ( archiviato il 28 maggio 2008) .
  21. ^ Michael Duffy, MY BOY RACER , in Daily Mirror , 1º luglio 2007. URL consultato il 1º luglio 2007 (archiviato dall' url originale l'11 ottobre 2007) .
  22. ^ Matt Dickinson, Lewis Hamilton admits: 'I just don't know how I kept my cool' , in The Times , London, 3 novembre 2008. URL consultato l'11 aprile 2017 ( archiviato il 9 maggio 2009) .
  23. ^ Arsenal fan Hamilton attends Manchester City clash at the Emirates , in Mail Online . URL consultato l'11 ottobre 2017 ( archiviato il 30 dicembre 2016) .
  24. ^ ( EN ) Beth Allock, Lewis Hamilton reveals why he split with Nicole Scherzinger , The Sun , 15 agosto 2016. URL consultato l'11 aprile 2017 ( archiviato il 12 aprile 2017) .
  25. ^ Simona Marchetti, Hamilton vegano, le ragioni di una scelta: «Per gli animali e per stare meglio. Chi non lo è ci perde» , su Corriere della Sera , 22 gennaio 2020. URL consultato il 2 novembre 2020 .
  26. ^ Call of Duty: Infinite Warfare, Lewis Hamilton si unisce al cast del gioco • Eurogamer.it
  27. ^ Lewis Hamilton è il rapper XNDA, la rivelazione su Instagram , su tg24.sky.it . URL consultato il 30 luglio 2020 .
  28. ^ "Formula 1 - Hamilton: La McLaren gli regala un super contratto" [ collegamento interrotto ] , da RealSports.it del 07/01/2008
  29. ^ Lorena Bianchi, McLaren, contratto da favola per Hamilton? , su F1GRANDPRIX Quotidiano.net , 25 maggio 2012. URL consultato il 25 luglio 2020 ( archiviato il 28 maggio 2012) .
  30. ^ - Insulti razzisti a Hamilton. Si muove il governo inglese , su gazzetta.it . URL consultato l'8 maggio 2008 ( archiviato il 19 aprile 2008) .
  31. ^ Ferrari, dopo la beffa il primo posto Hamilton squalificato dai giudici - Motori - Formula 1 2008 - Repubblica.it Archiviato il 9 settembre 2008 in Internet Archive . Articolo da Repubblica.it
  32. ^ ( EN ) F1 Fan Wins Big On Decade-Old Bet , Sky News, 3 novembre 2008. URL consultato il 4 novembre 2008 .
  33. ^ Melbourne, McLaren squalificata: Hamilton incastrato dalla prova radio , su f1web.it . URL consultato il 6 gennaio 2012 .
  34. ^ Hamilton and Räikkönen out of the title race , su en.f1-live.com . URL consultato il 13 settembre 2009 (archiviato dall' url originale il 22 settembre 2009) .
  35. ^ Gran Premio di Cina: doppietta McLaren sul bagnato , su f1web.it . URL consultato il 6 gennaio 2012 .
  36. ^ McLaren, dietrofront a 4 giorni dalla partenza: via gli scarichi avanzati , 22 marzo 2011. URL consultato il 2 giugno 2011 (archiviato dall' url originale l'11 agosto 2014) .
  37. ^ Sepang, penalità per Alonso e Hamilton: è il terrorismo psicologico della FIA , su f1web.it . URL consultato il 3 dicembre 2011 .
  38. ^ Monte-Carlo, Hamilton infuriato: “La FIA ce l'ha con me, è una barzelletta” , 30 maggio 2011. URL consultato il 2 giugno 2011 .
  39. ^ Gran Premio di Germania 2011, la gara , su f1web.it . URL consultato il 3 dicembre 2011 .
  40. ^ Hamilton e Massa, in Brasile la quiete dopo un anno di tempeste , su f1web.it . URL consultato il 3 dicembre 2011 ( archiviato il 3 dicembre 2011) .
  41. ^ Hamilton in Mercedes rivoluziona il mercato piloti , su formulapassion.it . URL consultato il 28 settembre 2012 ( archiviato il 4 marzo 2016) .
  42. ^ F1, Mercedes e Hamilton insieme per altre tre stagioni , La Repubblica , 20 maggio 2015. URL consultato il 20 giugno 2015 ( archiviato il 22 giugno 2015) .
  43. ^ F.1, Monza: domina Hamilton. Poi giallo gomme: alla fine nessuna penalità , Gazzetta dello Sport , 6 settembre 2015. URL consultato il 6 settembre 2015 ( archiviato il 20 settembre 2015) .
  44. ^ Formula 1, Austin: Hamilton campione del mondo. Trionfa su Rosberg e Vettel , Gazzetta dello Sport , 25 ottobre 2015. URL consultato il 25 ottobre 2015 ( archiviato il 26 ottobre 2015) .
  45. ^ F1, Gp Australia: vince Rosberg davanti a Hamilton, terzo Vettel. Pauroso incidente per Alonso, illeso , La Repubblica , 20 marzo 2016. URL consultato il 5 aprile 2016 ( archiviato il 7 aprile 2016) .
  46. ^ F1, Rosberg: "Il via è stato la chiave". Lewis: "Importante la rimonta" , Gazzetta dello Sport , 3 aprile 2016. URL consultato il 5 aprile 2016 ( archiviato il 5 maggio 2016) .
  47. ^ F1, Gp Cina: Rosberg, "Mercedes grandiosa". Hamilton, "Weekend terribile" , La Repubblica , 17 aprile 2016. URL consultato il 3 maggio 2016 ( archiviato il 9 giugno 2016) .
  48. ^ Formula1, Sochi, Rosberg cala il poker; 2º Hamilton, podio Raikkonen , Gazzetta dello Sport , 1º maggio 2016. URL consultato il 3 maggio 2016 ( archiviato il 2 maggio 2016) .
  49. ^ Nate Saunders, Toto Wolff fed up with conspiracy theory 'lunatics' , ESPN , 2 maggio 2016. URL consultato il 5 aprile 2016 ( archiviato il 5 maggio 2016) .
  50. ^ F1, Mercedes: "Aiutiamo Rosberg? Qui conta solo la squadra" , Gazzetta dello Sport , 4 maggio 2016. URL consultato il 4 maggio 2016 ( archiviato il 4 maggio 2016) .
  51. ^ I fans di Hamilton in subbuglio, la Mercedes li placa , Sport Mediaset , 4 maggio 2016. URL consultato il 4 maggio 2016 ( archiviato il 6 maggio 2016) .
  52. ^ F1, GP Spagna: storico Verstappen, disastro Mercedes , Il Sole 24 Ore , 17 maggio 2016. URL consultato il 12 giugno 2016 ( archiviato l'11 agosto 2016) .
  53. ^ Vincenzo Borgomeo, F1, Gp Monaco: pasticcio Red Bull, vince Hamilton. Ferrari giù dal podio , La Repubblica , 29 maggio 2016. URL consultato il 13 giugno 2016 ( archiviato il 13 giugno 2016) .
  54. ^ F1 Canada, vince Hamilton. Peccato Ferrari, Vettel buon 2º , Gazzetta dello Sport , 12 giugno 2016. URL consultato il 13 giugno 2016 ( archiviato il 13 giugno 2016) .
  55. ^ Hamilton: "Io come Senna e col suo casco... Che onore" , in La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita . URL consultato il 17 luglio 2017 ( archiviato il 15 luglio 2017) .
  56. ^ Matt Maltby, F1 drivers' salaries revealed including Hamilton, Verstappen and Vettel , su Daily Mirror , 9 marzo 2019. URL consultato il 12 marzo 2019 ( archiviato il 1º aprile 2019) .
  57. ^ Lewis Hamilton nella leggenda: è campione per la 7ª volta come Schumacher! , su gazzetta.it , Gazzetta dello Sport , 15 novembre 2020. URL consultato il 16 novembre 2020 .
  58. ^ Stefano Nicoli, Hamilton positivo al COVID-19: il #44 salterà Sakhir, in forse Abu Dhabi , su Fuori Traiettoria , 1º dicembre 2020. URL consultato il 1º dicembre 2020 .
  59. ^ F1: Hamilton positivo al covid - F1 , su Agenzia ANSA , 1º dicembre 2020. URL consultato il 1º dicembre 2020 .
  60. ^ George Russell to replace Hamilton at Mercedes for Sakhir Grand Prix , su formula1.com , 2 Dicembre 2020. URL consultato il 2 Dicembre 2020 .
  61. ^ Hamilton rinnova contratto con Mercedes per 2021 , su www.adnkronos.com , 8 febbraio 2021. URL consultato il 23 aprile 2021 .
  62. ^ Super Hamilton al GP del Bahrain, Verstappen e Red Bull si arrendono , su www.italiaracing.net , 28 marzo 2021. URL consultato il 23 aprile 2021 .
  63. ^ Imola - Qualifica Pole di Hamilton che batte Perez , su www.italiaracing.net , 17 aprile 2021. URL consultato il 23 aprile 2021 .
  64. ^ Uno a uno tra Hamilton e Verstappen Grande gara di Norris, bene la Ferrari , su www.italiaracing.net , 18 aprile 2021. URL consultato il 23 aprile 2021 .
  65. ^ Hamilton e Mercedes più forti, a Portimao la Red Bull si arrende , su www.italiaracing.net , 2 maggio 2021. URL consultato il 3 maggio 2021 .
  66. ^ Montmelò - Qualifica Hamilton, pole numero 100 , su www.italiaracing.net , 8 maggio 2021. URL consultato l'11 maggio 2021 .
  67. ^ Hamilton e Mercedes travolgenti Red Bull sbaglia strategia per Max , su www.italiaracing.net , 9 maggio 2021. URL consultato l'11 maggio 2021 .
  68. ^ Massimo Costa, Verstappen out, Hamilton sbaglia Perez conquista il suo secondo GP , su www.italiaracing.net , 6 giugno 2021. URL consultato l'8 giugno 2021 .
  69. ^ Hamilton, altri due anni in F1: ufficiale il rinnovo con la Mercedes , su www.italiaracing.net , 3 luglio 2021. URL consultato il 4 luglio 2021 .
  70. ^ Silverstone - La cronaca Hamilton vince dopo il crash con Verstappen , su www.italiaracing.net , 18 luglio 2021. URL consultato il 17 luglio 2021 .
  71. ^ Massimo Costa, Hamilton aperto al confronto con Max Per Alonso e Leclerc incidente di gara , su www.italiaracing.net , 21 luglio 2021. URL consultato il 17 luglio 2021 .
  72. ^ Formula 1 | Ufficiale: Red Bull, perso il ricorso contro Hamilton , su F1-News.eu . URL consultato il 30 luglio 2021 .
  73. ^ ( EN ) Grapevine: Hamilton receives Hawthorn Memorial , su autosport.com .
  74. ^ ( EN ) Autosport Awards 2015: Lewis Hamilton wins two awards , su Autosport .
  75. ^ Lewis Hamilton ottiene un doppio riconoscimento agli Autosport Awards , su mbenz.it .
  76. ^ ( EN ) F1 champion Hamilton bags International Racing Driver of the Year , su Autosport .
  77. ^ Hamilton è il miglior atleta europeo del 2014 , su autosprint.corrieredellosport.it .
  78. ^ Silverstone intitola il suo rettilineo a Hamilton: omaggio all'uomo dei record , su gazzetta.it , Gazzetta dello Sport , 12 dicembre 2020.
  79. ^ Formula 1, l'ACI premia Hamilton con il FIA Personality of the Year 2020 e del FIA President Award , su sportpress24.com .
  80. ^ ( EN ) The London Gazette ( PDF ), n. 58929, 31 dicembre 2008, p. 17.
  81. ^ Io come Senna e col suo casco... Che onore! , su gazzetta.it , 10 giugno 2017.
  82. ^ Hamilton: “Dedico la vittoria alla squadra” , su f1grandprix.motorionline.com , 30 marzo 2014.
  83. ^ Gp Austria, sul casco di Hamilton il pugno antirazzista , su motorbox.com , 3 luglio 2020.

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF ( EN ) 27390301 · ISNI ( EN ) 0000 0000 7849 2376 · LCCN ( EN ) no2008012823 · GND ( DE ) 1126044040 · BNF ( FR ) cb156139787 (data) · NDL ( EN , JA ) 01141897 · WorldCat Identities ( EN ) lccn-no2008012823